Un mondo migliore

Io non capisco di cosa si stia parlando, lì da voi. Io qui vivo in un mondo migliore.
In questo mondo il Medio Oriente è stato definitivamente stabilizzato, in 4 tappe.

Prima tappa: eliminazione di Bin Laden e dell’odioso regime talibano in Afganistan.
Oggi l’Afganistan è una democrazia fondata sulla libertà, che attira investitori da tutto il mondo. Gli oleodotti in costruzione contribuiscono alla prosperità del popolo afgano. I volti delle donne afgane hanno fatto il giro del mondo e sono diventati un esempio di emancipazione per tutto l’Islam.


Seconda tappa: rimozione di Saddam Hussein e delle armi di distruzione di massa in Iraq. Oggi l’Iraq è una repubblica fondata sulla libertà, che attira investitori da tutto il mondo. Gli iracheni vivono finalmente in prosperità grazie ai proventi dell’estrazione petrolifera. Il dittatore è stato regolarmente processato.

Terza tappa: rivoluzione democratica in Iran. Questa è la mia tappa preferita, perché non c’è stato neanche bisogno di combattere! L’anno scorso gli iraniani, trovandosi ormai accerchiati da due democrazie fondate sulla libertà, hanno finalmente trovato il coraggio per reagire contro il governo oscurantista moderato di Khatami. Gli studenti di Teheran hanno rovesciato l’Ayatollah, non c’è voluto molto, dopotutto. Oggi l’Iran è finalmente una democrazia moderna, che ha subito riconosciuto l’esistenza dello Stato d’Israele e smantellato le basi hezbollah in Libano (d’altro canto anche il Libano è diventata una democrazia moderna, ma quello lo sapete anche voi).

Quarta tappa: de-arafatizzazione della Palestina. Anche in questo caso, il massimo risultato col minimo spargimento di sangue. Alla morte di Arafat i palestinesi hanno finalmente compreso che ciò che li opponeva agli israeliani non era che il puntiglio di un vecchio terrorista spelacchiato, e hanno voltato le spalle alla lotta armata. Al Fatah è diventato un partito social-liberale, che ha ottenuto alle elezioni il 70% dei suffragi, e si è subito precipitato a riconoscere l’esistenza dello Stato d’Israele. In attesa che Israele abbia la bontà di riconoscere uno Stato di Palestina, composto di Gaza e di qualche circoscrizione in Cisgiordania.

A questo punto, cosa manca? La Siria, la Cecenia? Vabbè, ho detto che il mio è un mondo migliore, mica perfetto. Del resto c’è sempre un dittatore che minaccia la libertà mondiale. Chiedete a Christian Rocca, lui ha fatto il conto, credo siano ancora una quarantina. Comunque nel nostro mondo (migliore) abbiamo capito come si fa: si prende il Paese dove sta il dittatore, si bombarda, si invade, si arresta il dittatore, e poi subito la popolazione corre nelle piazze a farti festa! È così gratificante lasciare il mondo migliore di come lo si ha trovato.
È anche una cosa di sinistra.
Cioè, cos’altro dovrebbe fare, la sinistra.

(Visited 8 times, 1 visits today)
About Leonardo 39 Articoli
Blogga dal 2001, con alterne fortune.

24 Comments

  1. c’è un’inesattezza.
    Corrono in piazza a farti *la* festa.

    Ecco, così è corretto.
    Perché nel mondo perfetto et migliore, la popolazione non si rende conto di quanto bene tu stia facendo per lei.

  2. Siete sicuri che il nostro modo di vita imposto alle popolazioni “liberate” sia il migliore?
    Non staremo peccando di presunzione come chi voleva arrostire Galileo?

  3. Il post è di Diego Brugnoni. Ora, se riesco a capire perché il nuovo Movable Type pubblica i nomi di tutti gli autori ma si rifiuta di farlo con il suo e quello di Filippo Facci, metto a posto le cose.

  4. Christian Rocca non hai mai raggiunto numeri superiori al 10. Come pallottolliere usa le dita dei suoi piedi, non appena queste si prendono un attimo di riposo, tra un articolo e l’altro.

  5. Christian Rocca non si affatica a contare. Prende direttamente le sue notizie dall’allegato del giornalino parrocchiale che stampano solo nello stato dell’Arizona.

  6. pensa quanto bello sarebbe stato se non avessero applicato questa puerile teoria con Hitler, e te lo avessero lasciato la` il dittatore, i rozzi americani(perche` lo sai che non sono stati i partigiani a liberarti, te lo hanno detto spero).
    Se fosse per la gente che tu voti l’unico dittatore al mondo che val la pena criticare sarebbe Bush, e scommetto che non ti rendi neanche conto di quanto questo sia assurdo, saluti.

  7. A) Hitler lo hanno sconfitto i russi. Lo so, fa male, ma un giorno o l’altro te ne farai una ragione…

    B) Hitler aveva aggredito e annesso stati limitrofi con l’esercito. Cosa che non ha fatto nessuno di questi, tranne Saddam nel caso del Kuwait. Ma in quel caso i “liberatori” si dimenticarono di detronizzarlo…

    C) Se la chemioterapia ti ha liberato dal cancro non è un buon motivo per usarla anche per un mal di testa…

  8. D) immagino che una volta o l’altra Totò Riina abbia regalato un trenino elettrico a un nipotino…

  9. ciao Lorenzo,
    a)quindi gli americani che trovi nei cimiteri italiani sono morti inutilmente e, soprattutto, per salmonella. Che i russi, comunisti, abbiamo dato una gran mano(non sto a fare percentuali) sono molto contento e non ho bisogno di farmene una ragione, li ringrazio per quello, peccato che abbiano continuato loro certi lavoretti di Hitler, peccato.
    non so se e` lo stesso per te con gli americani pero`, ecco non so se tu puoi fartene una ragione…
    b) hai ragione. Se pero` c’e` un dittatore(quindi non democraticamente eletto, non scelto dalla sua gente, o anche se lo fosse va, mi sbilancio) che nel suo stato tortura e rende la vita impossibile e uccide, minoranze(che poi in uno stato le minoranze posso anche essere 5.000 100.000 o 1.000.000 di persone) a te questo va bene, saranno cazzi di quelle minoranze, questo ricorda un po Diliberto, non e` un complimento.
    c)mi piace la battuta ma io non direi che quello che ha fatto Saddam fosse cosi` poca roba da non usare la chemio. Certo si potrebbe usare la polizia internazionale per risolvere certe faccende, finanziare l’opposizione interna(quella democratica se s’e`).. ah no, scusa, dimenticavo che quando qualcuno usa a quello scopo i servizi poi le prime donne lo arrestano e quelli che finanziano le opposizioni interne sono solo gli odiati americani, noi finanziamo i palestinesi(bene) ma senza controllare(magari controllando anche…) a chi vanno i soldi(che peccato). ciao

  10. Se Lorenzo ha sviluppato questa strana teoria riguardo lo svolgimento della seconda guerra mondiale non significa assolutamente nulla.
    In geografia ad esempio per quello che ne sappiamo potrebbe essere addirittura una cima.

  11. Il principio di democrazia applicato dagli USA nei confronti del Medioriente ha solo destabilizzato la regione. Israele pretende di smantellare ogni sorta di gruppo terroristico bombardando. Israele ha l’intelligence più avanzato e credo che lo debba usare invece di bombardare su obiettivi civili uccidendo donne e bambini.

  12. Ma che mondo vivete?
    Per capire il mondo bisogna girarlo e vederlo….
    Voi parlate di mediooriente….ma qualcuno sa quali sono gli interessi dei paesi arabi nel mondo?
    Vi siete mai chiesti chi sono i “maggiordomi” nelle case dei ricchi sauditi etc.etc.?
    Informatevi….
    Vi siete mai chiesti chi sfrutta le ricchezze dei paesi africani affacciati sull’oceano Atlantico?
    Degli americani sappiamo tutto ….. ma sarebbe il caso che sappiate cosa fanno gli altri!
    Purtroppo il mondo è in mano a degli stronzi che del futuro non frega un cazzo….rassegnatevi.
    Forse aveva ragione quello che ha detto che mettere al mondo dei figli oggi è una condanna a morte.
    L’umanità ha sempre e solo dimostrato prevaricazione e oppressione verso gli altri…..il nostro istinto animale ha sempre avuto la meglio.

  13. Nel mondo di oggi sono rimaste tre grandi malattie che opprimono e plagiano le popolazioni, due MENTALI : le religioni e il comunismo(pseudoreligione) ; colpiscono ciclicamente il mondo e sono endemiche, e il consumismo programmato occidentale (un comunismo al rialzo), tutte e tre le malattie vogliono la stessa cosa : la globalizzazione e annullare l’individuo con le sue peculiarità di appartenenza alla terra e di cultura propria. Possono venire sparse con la guerra e creare grandi flussi migratori e possono essere sparse con la propaganda: internet, televisione, intellettuali(più o meno in malafede) purtroppo penso che il disastro anche demografico e mi riferisco alla diffusione del peggio dell’umanità(terrorismo, depravazioni, radicalizzazioni religiose e politiche) a fronte di un pò di informazione e un bel pò di affari lo abbia fatto internet

  14. Bel blog, con discussioni interessanti. Io sostengo che il problema più grande che abbiamo è il fatto che la grande informazione è in mano ai grandi capitali che anzichè informare hanno interesse a dipingere il mondo e gli avvenimenti secondo i loro sporchi interessi. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti: chi non è in linea con gli interessi dei potenti viene additato all’opinione pubblica mondiale, sempre meno capace di critica, come pericolo, anomalia da eliminare. Con il consenso dell’opinione pubblica chi non si adegua viene punito con interventi di ogni tipo, fino alla guerra che distrugge intere popolazioni. Ora addirittura vengono punite presunte cattive intenzioni con guerre pereventive, ovviamente umanitarie…. Contro questa informazione devastante ho aperto un mio blog. Per chi fosse interessato l’indirizzo è http://wwwmondolibero.blogspot.com (senza punto dopo www)

  15. Oh, d’improvviso si è alzato il livello dello scontro. Sarà per i mondiali in Germania o per il famoso medaglione Gott mit Uns di Gianluca Neri. Comunque avete ragione tutti:
    1) la Germania ha perso la guerra a Stalingrado quindi è stata battuta dai russi prima che dagli americani, che aspettavano l’avversario sfiancato dall’altro lato del continente.
    2) I russi hanno vinto perché erano piu numerosi (nonostante Stalin facesse sparare piu ai suoi che ai tedeschi) ma soprattutto perché avevano un livello di rimpiazzo e sostentamento superiore alla Wermacht, finita troppo lontana dalle linee e così rintronata dalla propaganda sul soldato germanico (piè veloce ed insensibile agli elementi) da scaraventarlo verso il Fronte con scarpine da ballerina.
    I russi impegnati sul Volga hanno ricevuto enormi aiuti dagli Stati Uniti sotto forma di armamenti, mezzi di trasporto, vestiario e provviste. La guerra non l’hanno vinta o persa gli uomini ma i carri armati, i camion da trasporto, i giacconi foderati, gli stivali di peltro. Tutta roba prodotta in America. Che ha fatto la differenza quando sono arrivati la neve ed il ghiaccio.
    La Guerra non l’hanno vinta gli americani, neanche i russi. L’hanno vinta le merci. Il Capitalismo PlutoDemocratico sarà quel che sarà, ma postulando una società ideale fatta di consumatori vivi anziché di un soldati morti ha mandato l’Europa nella serie B della storia (con un sacco di penalizzazioni, che ci vorranno mille anni a tornare in serie A).

  16. Matteo, sei di un’ignoranza abbacinante. Non ho davvero mezzo secondo di tempo da perdere con uno che ha studiato la storia sulle pagine di Libero. Senza rancore, davvero. La ricostruzione di Paolo è già più credibile (perdonalo, è un bocconiano, gli piace crederci), ma un pò romantica. Ebbene sì, Hitler si è fottuto da solo in Russia. E la stragrande maggiorparte dei territori occupati dai nazisti li liberarono i russi. L’Italia no, ma non siamo il centro del mondo. Credo che poi tu ti renda conto che gli Americani hanno sconfitto i tedeschi non certo per liberare noi… Come 250 basi americane sul nostro territorio ti potrebbero suggerire. Sul resto, sul discorso delle minoranze: c’è uno stato democratico che fino al 1970 ha perseguitato gli omosessuali, arrivando a castrarne più di 50.000 solo per il fatto che erano omosessuali. Ti lascio indovinare la nazione. Sono certo che ce la puoi fare.

    ps onestamente il livello qua è altino, se vuoi venire a mostrare i muscoli non dico che devi essere al livello di Facci, ma neanche nel sottoscala…

  17. Lorenzo visto che hai stabilito chi ha vinto la seconda guerra mondiale potresti essere così gentile da dirci anche chi l’ha persa? Magari compilando l’elenco ti verrebbe in mente perchè abbiamo le basi americane sul nostro territorio.

  18. Caro Lorenzo,
    vedo che la mancanza di argomenti ti fa scendere alle offese, poco male, non mi aspetto molto di piu` da uno che scrive quello che scrivi tu e nel modo in cui lo scrivi. Faccio mio il suggerimento di farti un giro su google sotto -sbarco in normandia- giusto perche` tu possa evitare in futuro di renderti ridicolo sostenendo l’incomparabilita` del contributo russo rispetto a quello americano, o addiruttura che Hitler si sia fregato da solo. Ah, la Normandia sta in Francia, mi dicono, quindi pare che gli americani abbiano portato la loro sporca macchina da guerra anche da altre parti, pare. Il fatto che sia stata resa la vita impossibile a tanti omosessuali mi dispiace, ti faccio notare che tu hai scritto che cio` e` stato fatto fino al 1970(su cui vorrei dati, sai, la tua parola non mi basta), il che vuol dire che non hai detto in quanto tempo e` stato fatto(seguimi altrimenti ti perdi), magari non nel tempo in cui Saddam ha gasato 5000 curdi(poco) o nel tempo in cui Hitler ha sistemato gli ebrei, quindi la realta` che descrivi e` un po diversa, e magari richiede interventi diversi, ci arrivi?
    Ti ricordo che questa situazione che descrivi e` ancora presente a Cuba e mi auguro che tu non faccia parte di quelli che -Cuba ha i migliori ospedali pediatrici del mondo pero`…- anche se, con tristezza, ne dubito.
    Sulle basi americane in italia ti rimando a cio` che ti ha fatto notare gianf, come sempre con te, quel che leggi potrebbe aprirti mondi nuovi. Sul livello del blog purtroppo non posso commentare perche` non lo frequento spesso; leggero` i post di Facci per farmi un’ idea, se pero`, in un momento di pessimismo, dovessi pensare che il livello medio e` il tuo, lascero` la parola al mio cane, ciao

  19. Caro Matteo,
    così, a naso, mi pare che l’enorme mancanza di argomenti sia tua.

    Nel frattempo attendiamo con ansia un post del tuo cane…probabilmente di livello notevolmente più elevato del tuo.

    Ciao

Rispondi