La fidanzata c’è, la fidanzata Manga

Anna Laura MillacciIl caso televisivo dell’anno è apparso all’improvviso sul palco di Music Farm, lasciando sconvolti gli astanti e, sia chiaro, non era la tetta della Ventura.
Da quel preciso momento si è capito che la televisione non sarebbe più stata la stessa, che il trash aveva ormai compiuto il giro completo toccando il sublime con la punta della dita, che la realtà aveva cappottato.
Si è manifestata, tra le risate incredule dei colleghi del compagno, e tutti giù a credere che fosse uno scherzo degli autori del programma. La guardavi e ti chiedevi se c’era, o te l’eri solo immaginata.
D’esserci, c’era. La domanda è se ci faceva anche.
La fidanzata di Massimo Di Cataldo.
E siccome la descrizione di uno solo potrebbe sembrare irreale o non rendere l’idea, riportiamo l’impressione a pelle di altri due blogger che masticano di televisione.

La fidanzata di Massimo di Cataldo. Quella che non ti aspetti. Una donnina iperfemminile, un po’ manga e un po’ Bettie Page.
Capelli rosso fuoco, fiore bianco, spacco chilometrico, scarpette tiptoe.
Scende come una diva la scalinata, sorride.
Tutti restano a bocca aperta, compresa la Ventura che si chiede “Ma chi è, la sirenetta?”, mentre lei, con la sola presenza, svela un lato inatteso di Di Cataldo (lo immagini subito in latex).
L’apparizione della fidanzata di Massimo di Cataldo, ieri sera a Music Farm, in effetti ha destabilizzato anche me. Per dirla con le parole di Dafne: “Una specie di Tinì Cansino formato manga vestita da Barbie Honolulu”. Presentata come “una ragazza timida che non ama apparire”, ha sconvolto la platea con una tinta che nemmeno Ariel la Sirenetta fresca di parruchiere, una roba che Angela del Grande Fratello in confronto è rossa naturale

E ancora, malgrado tutto, ci si rende conto che non si è in grado, a parole, di far comprendere la portata dell’apparizione.
Beh, a due giorni dall’evento, viene fuori che la fidanzata/webmaster di Massimo Di Cataldo si chiama Anna Laura Millacci e ha un sito personale.

E che dev’essere l’aria che tira da quelle parti, perché anche la sorella (di lui, di Di Cataldo, in posa sul sito ufficiale del fratello) non scherza.
Settimana prossima c’è il galà della trasmissione. Autori, fatevene una ragione: ha vinto lei.

(Visited 41 times, 1 visits today)

29 Comments

  1. Notizia dell’ultim’ora, Music Farm non è la ragione di vita della maggior parte degli italiani.

  2. Ma avete notato il quadretto post pop art/simil grafica vettoriale che ha regalato al fidanzato per il suo compleanno? Spontaneità o ricerca di pubblicità? Secondo me da adesso verrà invitata a partecipare a molte mostre di giovani promettenti e venderà un sacco di quei quadretti.
    Molto carini

  3. Manca un pizzico di nanopublishing, un application server in Java, due PM a fare il Gant e la “new” new economy è servita.
    Anche un bel briefing preceduto da brainstorm, non ci starebbe male.

  4. Pagherei chissà cosa per sapere cosa stava dicendo il Califfo fra una risata e l’altra.
    Comuqnue sul sito della Lupini (link nel post) c’è un UPDATE imperdibile: pare fosse una sua compagna di scuola! Carramba!!!

  5. No, Vercranz, non preoccuparti, è che siccome la Rivoluzione era stata rimandata di una settimana l’altra sera ci siamo presi un momento di libertà. Ma non succederà più.

  6. scusa, neri, ma non ho capito: bisogna “masticare televisione” per capire che di cataldo è fidanzato con un abat-jour fosforescente?

  7. scusate io non avevo mai visto il Di Cataldo prima di Music Farm. Che cosa ha fatto prima del reality? A dire la verità non ho visto neanche il reality, ma solo alcuni spezzoni a notte fonda e piangeva sempre. Sarà stata la mancanza della fidanzata…….o magari gli piaceva Pago!

  8. wow, sembra veramente Bettie Page dopo un acido…
    peccato che nella gallery non ci siano foto nelle pose che hanno reso celebre la Page ;-)

  9. cazzo!a saperlo ke aveva sti gusti ci provavo cn lui………tanto siccontenta di poko……..peccato……un ragazzo tanto semplice, timido e sensibile…….cn una cosi’…………mah!

Rispondi