7 Comments

  1. a dire il vero, mi pare che siano stati determinanti i cervelli poco attivi degli strateghi del centrodestra, che si sono presentati con liste separate nei seggi esteri. i loro voti mi pare siano di più anche all’estero, ma la loro ridicola legge elettorale gli si è rivoltata contro anche in questo aspetto. e questo mi fa godere parecchio.

  2. Comunque il centrodestra è riuscito nella difficile impresa di governare così male da far vincere un modesto e impresentabile Prodi…. Meditate gente… Vincere NONOSTANTE Prodi è un risultato eccezionale!!!

  3. Sarà interessante vedere PRC, Comunisti Italiani e Verdi governare insieme a Mastella. Che al senato (158-156) ha 3 seggi.

  4. Vorrei scrivere qualcosa su questo voto, ma mi è difficile. Certo, mi aspettavo qualcosa di diverso, un risultato netto che ci portasse finalmente fuori dalla palude.
    E invece è arrivato questo, una Italia spaccata, una manifesta ingovernabilità che non si risolverà con il voto degli italiani all’estero. Quello al massimo servirà per stabilire chi ha “tecnicamente” vinto è basta.

    Ma non ci sono bandiere da sventolare, no, bisogna capire che questo voto porta alla paralisi del paese, alla forzata immobilità. Non si possono certo fare riforme “lacrime e sangue” con 25000 voti di differenza su 47 milioni, nè con un paio di senatori in più. Oggi su Repubblica Massimo Giannini titola “L’occasione mancata”, ecco è proprio quello che è successo, questo voto e questo governo ci consegna un paese spaccato, di nemici.

Rispondi