14 Comments

  1. Improvvisamente non sembra più così anticonformista e coraggioso raffigurare un cristo che spara cazzate sulla croce.

  2. Marino, Pius, mi meraviglio di voi. Non conoscete le regole della nuova satira?
    Non sapete che esiste un elenco ben dettagliato su chi sbeffeggiare e chi no? Cazzo ragazzi era su tutti i giornali prog.!

  3. Vorrei un’esegesi passo passo, ma mi accontento del senso, naturalmente se ti è così chiara come hai detto.

  4. Allora, in parole povere. C’è un ometto nell’angolo a sinistra proprio sotto la croce, lo vedi? Ecco, quello è George Doppiaw Bush e poi c’è l’altro, quello inchiodato alla croce, quello,(ma lo avrai sicuramente riconosciuto) è il Cristo.
    George leggermente scoglionato, chiede se la politica neocon Usa stia producendo gli effetti da lui sperati. La risposta che ottiene da Gesù è allo stesso tempo amara ironica divertente tragica. Continuando in questo modo,(è il Cristo che parla quindi, poche pugnette) mio caro George, rimarrò crocifisso in eterno e conseguentemente non ci sarà pace sulla terra.
    Lo sbeffeggiato di turno naturalmente non è solo Bush ma l’intera politica prevaricatrice dell’occidente.

    Vignetta molto bella, bravo Biani.

  5. Ma Gianf, vedi Bush dappertutto? Ad esempio stasera avrei disegnato lì sotto Rosa Alberoni (ma dovete aver visto “L’Infedele” per capire). Però l’esegesi, ossessione americanista a parte (‘che i “cristiani-crociati” sto periodo spuntano come funghi), è molto calzante. 8+ al mio amatissimo oppositore-fan Gianfilippo ;-)
    M.

  6. Acc. ho sbagliato, però devi darmene atto, avverrà inconsciamente, ma tutti gli stronzi li disegni con il volto di Bush :)))
    A proposito, Rosa Alberoni me la sono cuccata pure io :)

  7. Good post. I learn something totally new and challenging on sites I stumbleupon on a daily basis. It will always be interesting to read through articles from other writers and use something from other sites.

Rispondi