Quello che i terroristi non erano riusciti a fare: cancellare la casa Bianca

The West Wing
The Sopranos

Pessime notizie (ma fino ad un certo punto: erano nell’aria da un po’) per i fan di due serie storiche.
Ieri la NBC ha comunicato ufficialmente che la settima stagione di “West Wing“, in onda in questo momento negli Stati Uniti, sarà anche l’ultima. Kevin Reilly, presidente della sezione intrattenimento del network, ha solo confermato quanto i seguaci della serie temevano da tempo: “Non è un segreto che l’audience dell’ultimo paio di stagioni non sia stata buona. Arriva semplicemente un momento in cui guardi i risultati e dici «E’ il momento»”.
Resta da sapere, a questo punto, soltanto chi sarà il successore del Presidente Josiah Bartlet (Martin Sheen), al termine del secondo mandato, se il deputato democratico Matt Santos (interpretato dal reduce di “N.Y.P.D. BlueJimmy Smiths, o dal senatore repubblicano Arnold Vinick (impersonato dalla star di “M.A.S.H.Alan Alda). In parecchi hanno supposto che avrebbe vinto il primo, almeno fino al momento in cui l’attore John Spencer (che nella serie era candidato per i democratici alla vice-presidenza) è rimasto vittima di un attacco di cuore letale (ma la realtà si è presa più burla della fiction: il personaggio di Spencer, Leo McGarry, era appena uscito dalla convalescenza a seguito di un grave infarto).
Eppure, per quanto l’audience non abbia premiato le ultime stagioni, va detto che negli USA “West Wing” è stata una serie rivoluzionaria e di successo che, mica per niente, è arrivata alla settima stagione di programmazione. La concorrenza si era fatta agguerrita (non esiste telefim, ormai, a non avere una propria ricostruzione dello studio ovale) e ABC, proprio quest’anno, ha lanciato la propria serie-fotocopia “Commander In Chief“, nella quale l’unico elemento distintivo rispetto a “West Wing” sta nel Presidente, una donna, interpretata da Geena Davis (ruolo per il quale ha persino vinto – bah! – il Golden Globe). La serie procedeva ormai a vista da due anni, ovvero da quando il creatore Aaron Sorkin aveva issato bandiera bianca per divergenze d’opinione con il network, spezzando il cuore a parecchi fan. Sorkin è ora tornato a lavorare per la NBC e ha in cantiere una produzione costosissima: “Studio 7 on the Sunset Strip“, satira sugli show alla “Saturday Night Live“, che avrà probabilmente per protagonista l’ex star di “FriendsMatthew Perry.
In Italia sta andando in onda su FOX la terza serie: chi volesse capire qualcosa di più riguardo la politica internazionale troverà in “West Wing” più spiegazioni che in anni di corsivi.

Poi, ecco, c’è che tu nel corso degli ultimi mesi ti sei spupazzato sei – dico, sei – confanetti DVD, pur di metterti alla pari con i DivX della settima serie ancora in onda, e vorresti elaborare il lutto con l’amica che per prima te lo ha segnalato, “West Wing“, ma lei fa la preziosa. C’è anche, va detto, che la sa fare bene.

Kevin Reilly ha inoltre virtualmente steso una sindone sullo spin-off di “Friends“, “Joey“, al momento in pausa per lasciare spazio alle olimpiadi invernali – e comunque francamente inguardabile -, dichiarando: “Al momento non abbiamo alcun piano per ‘Joey‘”.

L’altra cancellazione ufficiale arriva da HBO e riguarda “I Soprano“, serie che, invece, alla settima stagione nemmeno ci arriverà. Per la sesta e ultima stagione sono stati infatti commissionati 20 episodi al posto dei canonici 12: gli ultimi 8 andranno in onda negli States il prossimo gennaio, e poi morta lì. Il creatore David Chase ha tenuto inoltre a precisare che non gli passa nemmeno per la testa di realizzare un film d’addio.

(Visited 6 times, 1 visits today)

8 Comments

  1. Rimane il mistero sul perchè Retequattro abbia relegato la programmazione di West Wing ad orarai impossibili….

  2. Bhè dai… proprio inguardabile Joey… non è una super serie di certo, ma è di quelle light tipo “3 cuori in affitto” o “sanford&son”: mica si mangia sempre lo zampone, anche qualche snack ogni tanto si può fare, no? :)
    Effettivamente stava cominciando a diventare pesantemente sconnesso.

  3. se kevin è cosi buono perche non concede la seconda stagione di surface? che inoltre ha avuto 11 milioni di spettatori solo la prima punta?

Rispondi