Sindaco su Ruspa (tutte le Feste si porta via)

Kofferpillar (Epifania, tutte le feste ecc...)


Aiuta, nel dopo-feste, possedere una statuina da presepe come quella che mi sono procurato a Bologna, al portico dei Servi. Raffigura un Sindaco su una Ruspa in atto di demolire l’insediamento abusivo (perlopiù pastori extracomunitari e animali non vaccinati) e va aggiunto l’ultimo giorno, dopo l’arrivo dei Magi alla Capanna. Mettetelo in fondo all’allestimento, oltre il deserto e il laghetto dell’oasi (per chi ce l’ha). Alla mezzanotte del 6/1, è sufficiente essere lì pronti con i sacchetti per il muschio e la ghiaietta.
Rimuovere la Natività prima dell’arrivo della ruspa.

(Visited 2 times, 1 visits today)

6 Comments

  1. Mmmmhh, mi chiedo se al Portico dei Servi vendessero anche le statuine di Sirio, una statuina che scompare sempre e solo di sabato. Nel caso sta attento, il tuo presepe potrebbe venir invaso da feroci statuine di automobilisti inquinanti. :-)

  2. Da bolognese [pur se acquisito] di sx [pur se sempre più disilluso]mi fa un pò ridere quell’immagine lassù.

    Ma di un riso amaro, motlo amaro, però.

    O isterico, a scelta.

  3. L’operato di Sergio Cofferati è frutto di una ignoranza politica e amministrativa fuori dalla norma. Non s’è mai visto tanto sciocco decisionismo da parte di un sindaco che, ben detto, ha preso decisioni legali quanto violente sugli argomenti assolutamente meno urgenti della città di Bologna e senza consultarsi con nessuno: ignorati gli assessori da lui stesso nominati, la giunta, il consiglio comunale, il prefetto e il questore sentiti solo all’ultimo in varie circostanze.

    Un pazzo.
    E questo pazzo vorrà diventare Presidente del Consiglio.

  4. magari medo, magari!
    uno come lui non si poteva permettere che potesse succedere un disastro con quelle baracche sul reno.
    pensa se durante ‘ste pioggie fosse esondato.
    io la chiamo responsabilità, quello di cui avremmo bisogno

  5. Ma nooo, siamo di sinistra, dobbiamo continuare a darci la zappa sui piedi, e dire agli italiani che Cofferati è peggio di Storace, che D’Alema e Fassino sono peggio di Berlusconi e Dell’Utri, così, sia in parlamento che nelle giunte comunali, si rimane sempre all’opposizione, dove ci si diverte di più, dove non ci si deve sforzare di prendere decisioni scomode, o, ancora peggio, occuparsi dei problemi delle persone.

  6. Avercene di gente come Cofferati.

    Medo, leggendo i tuoi commenti ad altri post devo purtroppo desumere tu appartenga ad una certa sinistra radicale, coi paraocchi, ipocrita (scusa i termini non voglio sembrare troppo offensivo), totalmente al di fuori della realtà.
    Esempio: ricordo una volta Bertinotti esprimere, in non so quale dibattito televisivo, una critica alle città americane (per via dei grattacieli e simili).
    Poi mi va in Cina, e invece che esprimere perplessità per il selvaggio innalzamento, che so, dei grattacieli di Shangai (coi poveri abitanti cacciati a calci in culo da case abitate da decenni), va a fare il turista.
    Taccio poi sulla totale assenza di critica allo sfruttamento dei lavoratori cinesi (colpa narturalmente solo del WTO e di noi occidentali).
    Non sto dicendo che la sua critica al sistema americano fosse sbagliata , sono opinioni rispettabili, uno puo’ essere in accordo con esse o no…ma tacere sul resto è indice di…cosa?
    Ti parlo da convinto elettore del centrosinistra.

Rispondi