Quello che gli uomini non sanno

ico-condor-radio2.gifDomani, martedì 3 gennaio, alle 16:30 su Radio 2, una puntata speciale di Condor dedicata ai rapporti tra i diversi sessi, intitolata “Quello che le donne non dicono, e che per questo non è che gli uomini siano tenuti a sapere”.
In studio, due ospiti d’eccezione, tra le più sferzanti penne femminili: Guia Soncini e Serena La Rosa (Lisagialla del MicroBlogGiallo).

Se, insomma, siete uomini e avete un dubbio, se non avete mai capito perché la vostra donna (o anche la donna di un altro) si comporta in un certo modo; se ancora siete lì a chiedervi perché le donne vanno sempre al bagno in coppia, ebbene, noi siamo qui.
Sono bene accette (nei commenti a questo post, o alla mail condor@rai.it) tutte le vostre domande: le nostre esperte risponderanno in diretta alle migliori o commenteranno le notizie più curiose che avrete segnalato.

Per ascoltare in diretta Radio 2 è sufficiente cliccare qui.


MacchiaRadioPer finire, invece, questa sera (lunedì 2 gennaio), a partire dalle ore 21:30, puntata speciale di MacchiaRadio, giusto per il gusto di tornare per un po’ al radiocazzeggio non professionale.
Dietro ai microfoni Gianluca Neri, Sasaki Fujika, Laura Carcano, Gianmarco Neri e chissà chi altro.
Immancabile, il solito Pampero.

Potrete partecipare alla trasmissione in diretta utilizzando (gratuitamente) Skype, a patto, ovviamente, di avere un microfono e di avere scaricato il programma. Se chiamate prima della trasmissione, potrete lasciare un messaggio in segreteria.


RadioNation trasmette in Mp3 e quindi è ascoltabile via web attraverso qualsiasi sistema operativo e utilizzando il player che preferite (Windows Media Player, iTunes, Real Player, WinAmp, QuickTime, ecc…).

A partire dalle 21:30 (circa) in poi si potrà:
Ascoltare il programma con qualsiasi player (Windows Media Player, iTunes, Real Player, WinAmp, ecc…)
Chiamare a voce (gratuitamente) utilizzando Skype [ scarica il programma: Win | Mac | Linux ]. Nel caso in cui da studio non si risponda, potete anche lasciare un messaggio.
Partecipare in diretta entrando nella chat IRC (qui per gli utenti Fastweb) [ scarica il programma: Win | Mac | Linux ]
Entrare nella chat via web, anche se non si possiede un programma in grado di collegarsi a IRC.
Cliccare qui per aprire il “telecomando” di RadioNation / Macchiaradio ed ascoltarci in sottofondo mentre navighi.

(Visited 13 times, 1 visits today)

9 Comments

  1. Caro Gianluca
    la notizia della serata di Macchiaradio purtroppo ci è giunta troppo tardi! Alle 19,55 ero già immersa nella visione di Weeds, il pilot di Kitchen confidential e il mitico My name is Earl… insomma una bella serata ma avrei preferito per una volta sentirvi in diretta piuttosto che in treno!
    W il podcast

  2. Io chiederei a Sere (ma anche a Guia, ci mancherebbe): perchè le donne si ostinano a vestirsi come piace a loro e non come vorrebbero gli uomini? E poi: mioddio, ma come fate ad amare un oggetto come il calzascarpe di Manolo Blahnik (quando sono stato costretto a comprarlo per conto terzi, indossavo una mascherina stile porn-amateur, per dire)?

  3. Squonk, alla prima domanda rispondo io: perché andare in giro in biancheria intima trasparente a gennaio sarebbe un tantino rischioso per la salute.

    Alla seconda non saprei, io mi faccio fare i maglioni da mia madre. Non saprei distinguere un Manolo Blahnik da un Jimmy Choo neanche se Sarah Jessica Parker mi percuotesse a turno con un sandalo di ciascuna marca.

  4. Perchè una donna quando si veste teme sempre il giudizio delle altre donne e mai quello degli uomini che di solito non vanno troppo per il sottile.
    Sul calzascarpe non saprei, io ne ho uno per gli stivali in avorio che mi ha regalato mia mamma ed effettivamente è un oggetto il cui solo possesso mi rende stupidamente, superficialmente, inspiegabilmente felice :-)

  5. Con quale orgoglio, Giu, con quale orgoglio… però è un peccato credimi. Non è solo una cosa molto fica da dire e, per carità, sinceramente incarnare vita natural durante: è anche un peccato. Anche io non ho il televisore, ma so che sbaglio.

  6. Guarda, Simo, vivo circondata da gente che ha uno SPONSOR. Capisci, gente a cui altra gente regala dei vestiti perché se li metta in televisione.
    Unisci questo al fatto che io non sono una taglia da televisione (la 44 neanche la fabbricano più, a momenti) e capisci come mamma uber alles. Altro che Manolo e Jimmy e Salvatore e Miuccia.

Rispondi