A conto di Natale – Pizzino n°6 –

Clicca sulle
due pagine
di copertina
per ingrandirle.

L’ultimo Pizzino dell’anno è stato consacrato alle marchette e marachelle che sono il sale delle feste di Natale di Cosa e Casa Nostra. In tempi di compere e di doni e di regalìe, il sesto Pizzino, indegno frutto di un vetrinista latitante, è un vademecum indispensabile per questo sacro Xmas sciopping. E allora, spazio alle strenne che il nostro amico Papà Natale Provenzano, come in un paradisiaco contrappasso, va ricevendo da una serie di leggi e leggine fatte a misura di latitante. Perché quest’anno le renne non sono “in panne”, ci sentiamo pronti finalmente a dire: l’erba voglio cresce, eccome, nel giardino del Re. E se l’antimafia si fa parolaia, la soluzione sta nel confrontarsi con una mafia chiacchierona. Protagonista sarà dunque lo spirito (infiammabile) del Natale. Un Natale di mafia perché il Natale viene per tutti e anche dentro e attorno la cupola ci sono regali e ringraziamenti da fare. E in abbondanza. Da queste parti il gesto di rifiutare, anche che fosse un cafè è sinonimo di disprezzare. E se il rifiuto è una cosa che offende, raccogliere a piene mani è, invece, un atteggiamento più frequente e oserete dire più democratico. E dal suo sacco esce tutto quanto fa spreco, sterco, consumazione dalle aule del parlamento alle beneficienze. Non vi anticipiamo nulla venite a vedere cosa c’è sotto l’albero e dentro le scatole.


Il sesto numero del periodico “Pizzino” un mese di satira, spamming con sarde e affucanotizie edito dall’Associazione culturale “Scomunicazione”, porta la firma di vignettisti, illustratori e collaborazionisti di rispetto. Contributi spontanei estorti grazie allo zampino, lo zampone e il piede di porco di tutta quanta la congrega editorial-criminale. Ci sono conferme come quella di Mauro Biani che quest’anno ha esposto a Parigi con Vauro, Altan, Staino e tanti colleghi di tutto il mondo per “Traits Libres” un’ esposizione di disegni, illustrazioni e vignette organizzata dal Comitato Florence Aubenas & Hussein Hannoun. Ma ci sono novità come quelle del vignettista milanese Alberto Paolotti e dell’artista siciliano Alfonso Leto, attivo da qualche decennio sulla scena nazionale. E poi i soliti folli scomunicatori. Sul sito www.scomunicazione.it , è possibile consultare l’elenco dei punti vendita e avere le informazioni minime per abbonarsi. Per i sostenitori in regalo una maglietta originale o un canonico orinale. L’importo è deducibile dal pizzo, per chi lo paga regolarmente. Info: 334 3884478 Mail: pizzino@scomunicazione.it

(Visited 5 times, 1 visits today)

1 Comment

  1. Pizzino è nato a Palermo sei mesi fa ed è giunto, alle porte di questo Natale, al 6° numero.
    E’ una rivista caleidoscopica composta da un unico foglio colorato, con un lato/poster e l’altro zeppo di rubriche.
    Affronta un “affare” alla volta, cioè un argomento di cui di volta in volta, si sente il bisogno che venga sbeffeggiato, turlupinato, deriso, canzonato… sputtanato insomma.
    La nostra, nonostante il nome di “Pizzino”, è l’esperienza di una piccola, eclettica, casa editrice che nasce e vive a Palermo, si nutre delle sue macerie, dei suoi paradossi, e si chiede se questa città possa rappresentare un modello, un “stile” di degrado etico, politico e sociale, che coinvolge e avvolge, come un cerone o un lucido da scarpe, tutto il bel stivalone… E noi, appollaiati su questa torretta, grazie a collaboratori di tutta Italia – siamo felici di sguazzarci dentro come paperelle con la canottiera.
    Questo fogliaccio, ci piace chiamarlo così è, tout court, un euro di clandestinità venuta alla luce, indipendente, autoprodotta e senza padrini.
    Bene….detto questo: fino a adesso ci siamo auto-prodotti, e in maniera assolutamente artigianale, ci occupiamo di tutte le fasi, dalla redazione concreta, al piccolo ufficio stampa, dalla distribuzione a mano presso edicole e librerie, all’elaborazione grafica.
    Il primo numero è stato dedicato al PIZZO: una moda che come sapete in Sicilia non è ancora arrivata, ma che presto metterà le sue radici anche in Finlandia e siccome ancora non si è capito cos’è..o se esiste davvero: abbiamo organizzato il PIZZO-DAY: una giornata per la democratizzazione del pizzo; una campagna nata in collaborazione con l’associazione masochisti per la mafia (MAMA’) così.. se il fenomeno esiste davvero tutti possiamo parteciparvi, per cui anche noi in futuro potremo dire ai nostri nipoti….ANCH’IO PAGAVO!
    E ce l’abbiamo fatta: Il racket ha finalmente aperto le porte!
    Il secondo è stato sul PONTE sullo stretto intitolato appunto A PONTE SULLO STRETTO, il terzo sulle SPIAGGE PRIVATE e abusivismo, anche questo, fenomeno sconosciuto da queste parti qua….poi la Riforma che deforma la scuola e, quasi alla fine, il numero sul calcio: BALL & FUTT, il calcio come l’avete sempre visto e mai sopportato.
    Il numero 6, l’ultimo (già in distribuzione)invece, si scappella e bacia le grinfie al nostro amico Papà Natale Provenzano e ai regali che va ricevendo da una serie di leggine a misura di latitante: la star che ha reso celebre la Sicilia e i siciliani in mezzo mondo: il titolone recita: A CONTO DI NATALE.
    Se è vivisezionato non chiamate la LAV perché è colpa del TAV!
    Il prossimo, cari amici satirici, sarà sul nostro Doctor Jekill e Mister Mafien, ma questo non è un altro argomento…
    Abbiamo avuto una discreta attenzione dalla stampa del nord italia, ma meno al sud e tantomeno da quella qui in Sicilia.
    Benché abbiamo una rassegna stampa nutrita, non è grazie ai giornali e ai quotidiani locali…insomma.
    Credo che la libertà di un’informazione quanto più ampia, possibile e plurale è un diritto di cui nessuno ci può privare….e ne siamo stati privati e ne siamo privati nei momenti più neri della nostra storia, cioè durante la cronologia dei fascismi che si sono avvicendati in questo paese.
    Prima del saluto e dell’augurio di buone feste e ghiotte risate, un appello è rivolto a voi per sostenere PIZZINO con abbonamenti o l’acquisto di copie.
    Il sito è: http://www.scomunicazione.it, dove potete trovare rassegna stampa, sondaggio del mese, stralci degli arretrati, librerie in cui comprarlo e informazioni minime per abbonarsi:
    per gli abbonati sotenitori c’è in regalo un’originale maglia o un canonico orinale.
    L’importo è deducibile dal pizzo per chi lo paga regolarmente.

    Salutamo e bon natale e bon anno dalla Sicilia arrifriscatevi l’occhi.

    Ass.Culturale Scomunicazione
    Redazione di Pizzino
    tel. 334.388.44.78

Rispondi