A Natale puoi fare tutto quello che non puoi fare mai: levarti dalle palle, ad esempio

Avete presente l’eterodosso spot natalizio della Bauli con tanto di bambino che a Natale può fare tutto quello che non può fare mai, può fare di più, può amare di più?
Ecco, lasciamo stare le parole perché ci siamo capiti.
Giova invece ricordare che quel bambino è figlio d’arte e che il “papà” faceva lo stesso mestiere: l’ebete natalizio (segue video di testimonianza).



Video tratto dalla fedele fonte “15 anni di blobbografie del bel paese, l’autoritratto ovale”.

(Visited 60 times, 1 visits today)

14 Comments

  1. Un Natale buono, per essere mangiato da chi?:oPPPP
    Dal committente dello spot?:o(((((
    (Ah, Brusati fu il bravo regista, credo, di “Pane e cioccolata” col compianto Manfredi. Della serie: come ti cado così in basso…)

    Chissà perché, mi fa venire in mente una vecchia e magnifica strip del compianto Schultz. Lucy sta scrivendo la letterina a Babbo Natale e Snoopy la osserva. Il testo è: “Caro Babbo Natale, porta quanta più roba puoi. Più è, meglio è. Saluti, Lucy” Chiude e imbuca. Commento del bracchetto:
    “E’la stagione dell’avidità”
    Appunto…;o)

    Applausi a Diego per l’utile servizio sociale.

  2. Aiuto.
    Avevo rimosso questo scempio. Che schifo.
    In un modo quasi Montessoriano, il dolore fa bene, fa ricordare…

  3. Mamma mia. In genere quando passano la pubblicità cambio canale e quindi non ne conosco nemmeno mezza… Ma questa è vera o mi volete prendere in giro?
    Al di là della domanda retorica, credo che un film porno amatoriale sia meno volgare di questa cosa.
    Saluti

  4. Ma perché già tagliano la torta se devono ancora pranzare?
    Comunque secondo me il regista non è Brusati ma Lynch: quello che sistema il puntale sull’albero non è il nonno bensì… Cesare Previti!

  5. quella di quest’anno è molto più bella…la canzone mi piace mentre quella che hai messo su internet è una vera palla

Rispondi