3 Comments

  1. “Ho appena varato la finanziaria ’06 del mio cervello e c’è un altro taglio dei neuroni dedicati alla tv”

    Roberto, sei grande! :oDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDD Non ho mai letto nulla di così sensato dai tempi in cui mi registravo (cioè, accendevo un registratore grundig davanti alla tv, sperando che nel frattempo il mio vicino di casa non avviasse il tosaerba… :o(((() un cartoon di cui ero gravemente videodipendente: Capitan Harlock. Correva l’anno 1978, ero un’adolescente traviata che sognava di fare fumetti e i videoregistratori erano ancora di là da venire per l’italico mercato di massa…

    Oggi, un quesito mi sorge spontaneo: se disponiamo del satellitare con migliaia di canali – ognuno dei quali con un palinsesto fornitissimo, che ci offre tutto ciò che vorremmo comodamente a casa ad ogni ora della giornata – quando cakkien abbiamo il tempo di guardarli, mai?
    Boh…

    basi&bisi

  2. a ‘sta cosa dei canali ci siamo arrivati in tanti eh? :) Che cos’era il tuo grundig, il 520, quello col manopolone rotondo che faceva tutte le funzioni da solo? Si avvicina l’annversario del signor B., qui ci stiamo attrezzando… :)

  3. Yes, il mitico grundig 520!:o))))) E chi se lo dimentica? Schiacci e vai, credo che il babbo ce l’abbia ancora in garage (quando si fa i lavoretti si ascolta le vecchie compilation… De André, Guccio, Sinatra… )

    Grazie per Mr.B., keep in touch.:o))) Sono stata a Bologna lo scorso weekend per Officinema, ti racconterò…
    A presto!;o)

Rispondi