Avete voluto la Talpa? E adesso scavate!

L'Isola dei Famosi - La Talpa

Accade questo: che sul blog che state leggendo si è sempre parlato di reality (molto spesso contro il parere di quella parte di lettori che “io preferisco un libro”, “io non ho la tv in casa”, “la luce elettrica viene dal diavolo”, eccetera eccetera: riempire con similari pallosissime ed improbabili dichiarazioni a caso) epperò, a differenza delle stagioni precedenti, quest’anno il sottoscritto lavora per una società che – tra le altre cose – produce per la televisione questo genere di show. Va anche detto, a parziale difesa (e ad uso e consumo di tutti coloro che coltivano l’inverosimile convinzione che la tv abbia bisogno di un blog per farsi pubblicità), che là ove ciò succede, lo scrivente si occupa di parecchie cose tranne che dell’Isola dei Famosi.
Per questo motivo, non avendo a disposizione alcuna informazione in più di quante ne abbia un normale spettatore (e quand’anche ne avesse farebbe lo gnorri in modo piuttosto convincente), ritiene di poter rispettare la tradizione e commentare i programmi di casa e della concorrenza senza alcun conflitto di interessi. Lo giurerei sulla testa dei miei figli, se non esistessero due problemi: che non ne ho, e che l’ha già fatto qualcun altro. Allora giuro sulla testa dei suoi.

Ribadito un “in bocca al lupo” aitreblogger che si trovano in quel di Samanà, non ci si può esimere dal commentare la prima puntata della nuova edizione de “La Talpa” andata in onda ieri su Italia 1.
Lanciato sin dall’estate da un numero improponibile di promo che – a botte di inquadrature sul decollté – avevano come unico intento quello di far credere (a noi, ma fors’anche a lei) che Paola Perego sia ancora una gnocca di quelle da sbarco, il reality autunnale di casa Mediaset ha visto debuttare in qualità di inviato il calciatore (nonché ex marito di Simona Ventura) Stefano Bettarini. L’esordio è stato nel segno della tradizione: Bettarini, come è suo uso, si è presentato vestito da pirla, per quanto con abiti diversi dal solito. E, pur essendo fiorentino, aveva l’aria di uno di quelli che prendono per i fondelli i toscani dicendo “vorrei una hoha hola hon la hannuccia horta horta” e poi se la ridono alla grande convinti di aver citato la battuta del secolo.
Si parte con le tremende prove di resistenza annunciate nel corso della conferenza stampa di presentazione. Nella seconda uno dei partecipanti doveva essere salvato dalle sabbie mobili. Sabbie mobili, va detto, che avevano le dimensioni di una piscina gonfiabile e, magicamente, non sporcavano di fango il malcapitato di turno. Un’inquadratura dall’alto ha poi chiaramente rivelato che trattavasi di piattaforma meccanica (rossa: si è visto persino questo) in grado di salire e scendere, piazzata all’interno di un innocuo acquitrino. Tanto per dire, quando ormai l’acqua le stava ormai arrivando alla bocca, Alessia Mancini non ha gridato “Mi stanno inghiottendo!” o cose così, bensì “Non tocco più”. Se questo è l’andazzo, il sangue di pecora che è stato fatto bere ai partecipanti mischiato a del latte in apertura di puntata era tamarindo.
Del cast avremo modo di parlare diffusamente in seguito. Così, d’acchito, sembra un filo meglio di quello dell'”Isola dei Famosi“. Ma proprio un filo. E d’altro canto va anche detto che la “carne da reality” è probabilmente finita due anni fa.
Da segnalare la presenza di Roberto Ciufoli, ovvero un quarto della “Premiata Ditta“. C’è da giocarsi magari non tutti e due, ma almeno uno dei gioielli di famiglia sul fatto che sarà il primo a dire ammiccando “Ti ho presa in Castagna” a Francesca Rettondini, ridendo come quelli della hannuccia horta.

(Visited 37 times, 1 visits today)

29 Comments

  1. La frase:”Stefano, fino a ieri eri in uno Stadio a dare calci al pallone non preoccuparti.” che significa?
    1)Stai facendo la figura del bischero ma lo sappiamo che sei un calciatore e quindi.
    2)Potevi smettere prima di giocare.
    3)Anche tu “hai” stato al CEPU e ne siamo molto orgogliosi.

  2. a fare da contrappeso ai tuoi numerosi lettori mormoni, neri, c’è una come me che ti legge solo quando parli di reality, gossip e amenità varie… viva il mondo belloperchévario ;-) anche a te segnalo di tener d’occhio la mancini. ho il sospetto che da lei arriveranno grosse soddisfazioni.

  3. Pedantemente: “acchito” con una t sola.
    Va be’, se proprio deve cominciare la stagione tv, che inizi. Leggerò gli altri, mentre, in fuga dal clima di grande fassineria che fonde berlusconicattivo con i riaaaaliti, starò evocando il fotonico demonio dalle viscere delle prese.

  4. Mi avete fatto sganasciare dalle risate..per curiosità e perchè per una sera non avevo proprio niente da fare l’ho guardato anch’io su italia uno ma davvero.. non ce l’ho fatta!
    Cercando di trovare problemi nel nulla..come quando accusavano alessandro greco di troppa serietà..
    ma è ovvio che sia geloso, povero!!
    tra l’altro chi è stato eliminato?

  5. bellissimo commento!!!!io non ho mai visto la talpa, ma ieri sera ho guardato l’inizio con Bettarini che secondo me faceva una figuraccia!!

  6. come obiettivo di vita vorrei far parte dei blogger che se ne vanno in giro per il mondo a seguire i reality…
    “la luce elettrica viene dal diavolo”, troppo divertente!

  7. Ma lasciamo stare Bettarini, che quando la Perego gli ha detto “che fino a ieri tirava a calci il pallone” sembrava gli avesse detto “fino a ieri non usavi il cervello”….anche se secondo me anche adesso non lo usa molto…

    Terribile Alessandro Greco : “io e mia moglie abbiamo una sinergia celebrale….” per dire che non serviva manifestasse affetto per lei…
    ma secondo me ieri sera era un pollo cacasotto…o forse un soggetto che ancora non aveva compreso di non essere lui la talpa, come avevano detto a tutti all’inizio?!?

  8. Ma tu sei lo stesso Neri delle pezzette sul PDF o un omonimo?? A quando il tè con le signore e l’esposizione delle plastichine della Tupperware??

  9. Forse ho fatto bene ad andare a vivere in Svezia, ieri in TV qui da noi c’era Chasing Amy.

    O forse no… Ieri in TV c’era pure l’ Andy Milonakis Show.

    Comunque, a titolo di cronaca: La TV svedese e’ invasa da reality con protagonisti svedesi. Nel giro di 2 anni finiranno la popolazione.

    coro: e annoi checcefrega?

  10. And now for something completely different: a man

    Guardate la fotina qui a sinistra.

    Sì, è Roberto Ciufoli.

    “Un quarto della Premiata ditta”, come dice Neri. A casa mia semplicemente “quello pelato della Premiata ditta”.

    Un paio di anni fa, armata di tanto coraggio, andai a vedere la versio…

  11. Non è mai fuori-luogo consigliare di tenerla spenta, la tv. Comunque guardare questi programmi da ubriachi, a casa di amici, è uno spasso. Lo consiglio: sarà la nuova moda del ‘trash tv watching’.

  12. “Lo giurerei sulla testa dei miei figli, se non esistessero due problemi: che non ne ho, e che l’ha già fatto qualcun altro. Allora giuro sulla testa dei suoi”.

    … Posso giurare anch’io sulla testa dei suoi (di lui, non di quelli che non hai), Mr. GN?…:o))))
    L’unione fa la forza…

    Ieri sera, cmq, anche per Raitre davano un bellissimo reality: Ballarò, dove un’impiegata bolognese alla Usl del Maggiore, che dichiarava 1050 euro al mese di stipendio, riusciva nell’ordine a:

    a) pagarsi il mutuo di una bella casa nuova in periferia, con vezzoso giardinetto, che fra 15 anni sarebbe diventata di sua proprietà;

    b) pagarsi le rate mensili della seicento nuova;

    c) fare le spese con carta di credito all’ipermercato e pagare i libri di scuola del figlio (scontati del 15%) con in più un bonus accreditato in base alla spesa in libri, spendibile poi in generi alimentari. (N.B. che a quanto ricordo, avendoci vissuto sette anni, Bologna non è propriamente una città economica…)

    d) restare col bancomat in rosso ogni mese e ciò nonostante, continuare inspiegabilmente a prelevare fino a un certo tetto limite (mi spiegate come funziona, please? Io non possiedo bancomat. Sul serio…)

    e) non svegliarsi in preda agli incubi, nonostante tutto.

    A quanto pare, il reality voleva dimostrare che l’economia nazionale forse non è poi così in declino come sembra, oppure lo è ancora di più, non ho capito bene: forse c’era qualche difetto nella sceneggiatura, dato che poi Tremonti e Fassino (ospiti) non si sono stranamente accapigliati come al solito e all’inizio il primo ha pure riso (anche se per poco e storcendo la bocca stile Bossi post-ictus) alle battute, carine, di Gene Gnocchi.

    Attendo ancora lumi da qualche volontario fra voi, se avete avuto la ventura – pardon, l’occasione – di seguire la trasmissione. Mi sa che però era più chiaro e programmatico Walter Fontana quando su “Mai dire gol” strillava: “E la lìììra s’impennaaaah!” con Carcarlo Pravettoni.

    La cosa + rimarchevole, comunque, è stata cercare di dimostrare che Tremonti è un uomo spiritoso: facile almeno quanto convincere Calderoli che quando fece il giuramento d’Ippocrate, non era il solito espediente che poi sarebbe stato utile solo ai falsi invalidi terroni.

    Ma sentite un po’, se è vero che ormai da noi è rateizzabile tutto… proprio TUTTO…
    … cosa vi comprereste, voi, se poteste? Io un pensierino ce l’avrei…

    P.S.: per Ujigeng: la strategia svedese è molto studiata. Prima fanno un po’ di selezione naturale fra loro, in previsione di applicarla a noi e poi colonizzare il mondo con i sopravvissuti, temprati a tutto: al tè e aringhe affumicate per colazione, al quadro svedese a ginnastica e ai film di Bergman mandati in integrale. E per i bambini, solo letti a castello e pupazzi inquietanti. Hai mai provato a pronunciare il nome di un divano dell’Ikea senza annodarti la lingua e doverti fare un gargarismo saponato per scioglierla? E a MONTARLO, soprattutto?

  13. Gentile autore,
    ti comunichiamo che il tuo post, visibile all’indirizzo http://liberoblog.libero.it/spettacoli/bl1268.phtml, ritenuto particolarmente valido dalla nostra redazione, è stato segnalato all’interno di LiberoBlog, il nuovo aggregatore blog di libero.it

    Pensiamo che questo ti possa dare maggiore visibilità sul web e presumibilmente maggiore traffico sul tuo blog, in quanto Libero.it è visitato quotidianamente da milioni di persone.

    Nel caso tu fossi contrario a questa iniziativa, il cui fine è quello di segnalare ai nostri lettori i contenuti più validi rintracciati nella blogosfera, ti preghiamo di segnalarcelo via e-mail chiedendo la rimozione del tuo post dal servizio. Procederemo immediatamente.
    Per saperne di più di LiberoBlog e sulla sua policy

    http://liberoblog.libero.it/disclaimer.php

    Per suggerimenti e critiche, non esitare a contattarci a questo indirizzo e-mail: blog.n2k@libero.it

    Ringraziandoti per l’attenzione, ti porgiamo i nostri più cordiali saluti

    LiberoBlog Staff

  14. “La vostra fama vi precede” non per caso(mi sarebbe piaciuto dire il contrario ma non è stato possibile)

  15. d) restare col bancomat in rosso ogni mese e ciò nonostante, continuare inspiegabilmente a prelevare fino a un certo tetto limite (mi spiegate come funziona, please? Io non possiedo bancomat. Sul serio

    caro anvediche…di conti in rosso sono maestra, per cui ti spiego l’arcano io che ho bancomat, carta di credito e pure finanziamenti rateali pendenti (oddio come sono nazional-popolare!!): la tua banca può concederti un fido sul conto, il che significa che quando arrivi a zero euri puoi iniziare a scavare, perchè hai un tetto di mettiamo 1.500 euri di fido che la banca ti “presta”. Chiaramente paghi gli interessi passivi. E la banca ti vuole ancora più bene. Io di solito inizio a preoccuparmi solo quando scendo SOTTO il fido, cioè passo dal livello scavare a quello trivellazione. Tutti i mesi cioè, visto che non riesco a rimettermi più in pari. Allora mi telefonano. Si chiama l’economia che gira ;-)

    PS:finchè non si presentano i carabinieri a casa non mi preoccupo eccessivamente cmq…

  16. ah, se ti chiedessi come faccio a vivere in questa precarietà economica – causata inoltre dalla mia abilità a sperperare denaro x mio sollazzo e non da uno stipendio da fame (lo dico x onestà intellettuale)- la spiegazione è che ho anche un altro conto su cui “ammucchio” i soldi che mensilmente riesco a mettere nel porcellino e con cui il prox anno mi trasferirò in sud America. Da cui la mia scarsa preoccupazione di risultare affidabile alla banca etc…Ma se c’hai famiglia e figli credo siano proprio cazzi…e tanti magoni!

  17. … Grazie per l’utile stratagemma di sopravvivenza, non vedo l’ora di poterlo applicare, semmai mi faccia un bancomat… se non altro per mettere un po’ di strizza alla mia banca e far loro spendere un po’ di soldi in chiamate di sollecito. Così imparano!!!:oP

    Mr GN, è colpa mia, non prendertela con Valentina (ehm, psst: sono una lei!): situazionisti è bello, a volte, via! E poi, chissà… per quel che possiamo saperne noi, magari pure Greco, sua moglie, la Perego e Bettarini viaggiano coll’American Express in rosso… e la Perego forse la doppiano già, ma è fuori sincronia e per questo sembra Veronica Pivetti quando faceva i cartoni animati…

  18. Vis, scusa l’ignoranza, ma il sigaro inzuppato nella grappa non prende fuoco quando lo accendi???

  19. No cannonball se lo inzuppi dalla parte che va in bocca e non da quella in cui lo accendi.
    Anche perchè così è l’unico modo di assaporare la grappa mentre fumi :-)

  20. Qui la trasgedia nazionalpopolare è ben altra! Non Bettarini (incredibile ma vero), non i partecipanti alla Talpa, non l’eloquio della Perego e quant’altro….il fatto è che per fare spazio alla Talpa mi hanno eliminato Angel ieri sera…uno dei pochi telefilm divertenti della TV generalista italiana…Ah! Maledett!

  21. comunque credo che l’aggettivazione “da sbarco” sia da Treccani(per valentina.Io ho finito i soldi tre anni fa.Meno male che avevo preso un pc a rate.Una volta finito di pagare quelle ho chiesto un finanziamento allo stesso istituto di credito che ha permesso la rateizzazione entrando in un vortice di debiti che non è esattamente uno spasso)

  22. Sapete che penso?..che qui alcuni si credono veri “intellettualoidi”, pensano a criticare cazzate mandate in tv pensando anche di fare figure da intelligenti..backtrack….sei patetico…cercare di fare il brillante “esorcizzando” e rievocando con ironia battute che sinceramente lasciano il tempo che trovano…tutti intelligenti e superiori qui,eh?…la verità è che si ci vuole atteggiare a “superiori della situazione”…non difendo nessuno, ma la talpa, come altri reality, è una cosa che va presa così come viene e se non si gradisce ciò che si vede non si fa altro che cambiare canale o affittarsi un dvd…o perlomeno non si perde tempo a guardare una cosa che si sa già andrà criticata da metà della popolazione con i soliti clichè e luoghi comuni…è una bassezza degna di chi la mette in pratica.
    Essendo obbiettivi i reality sono un tipo di televisione che piace e non piace allo stesso tempo….c’è da scommettere che backtrack sarà uno di quei tipi che prima guarda queste cose facendolo sembrare, a chi lo conosce, un semplice incarico da svolgere..per poter fare il superiore nei suoi “brillanti” blog..e alla quale in definitiva piace guardarle; chi si mette a fare blog su una cosa che odia?…pensaci..

Rispondi