Fazio, ti prego, rimani

Lo confesso, all’inizio ero anche io uno di quei poveri pagani che osavano chiedere le dimissioni di Fazio! Di Fazio, capite? Proprio quel sant’uomo che legge Sant’Agostino in greco antico con la stessa facilità con cui io leggo le random joke di Macchianera (mi si replicherà che Sant’Agostino ha scritto in latino e non in greco, ma proprio qui sta la bravura di Fazio).
Me idiota! Mi sono confuso leggendo le false intercettazioni di magistrati atei, magistrati che non vanno mai a messa, o che quando ci vanno mettono le lire fuoricorso nel cestino delle offerte. Magistrati che non fanno la comunione, ma fanno i comunisti.
Mi sono talmente contorto nella menzogna che ho perfino donato dieci euro a quella serpe di Beppe Grillo per la sua vile e ingiuriosa pubblicità contro quel sant’uomo di Tonino, patrono celeste delle banche popolari del Lodigiano.
Oh, perdonatemi tutti, come mi sbagliavo!


E adesso invece, come San Paolo nella via di Tarso, sono diventato uno strenuo sostenitore di Antonio Fazio, un pasionario del banchiere ciocario! Alvito è diventata la mia Mecca, e prego cinque volte al giorno orientando le chiappe in direzione del paesello santo: quale modo migliore per onorare una simile faccia di culo?
Ti prego, Antonio, se puoi ancora sentirmi, con tutto quel frastuono lì attorno di gente che ti chiede le dimissioni… non farlo! Resta dove sei!
Ti prego! Fallo per noi! Non mollare!
Stai diventando una leggenda! Quanto ancora l’eroico governatore riuscirà a sopportare? Quanto ancora riuscirà a stare in piedi, ritto e fiero sulla graticola? Tra un po’ ti chiederanno le dimissioni pure le gemelle Kessler e il gatto Silvestro, ma tu sei lì, ritto e fiero!
Antonio, solo Bossi non ti ha chiesto le dimissioni: oddio, in realtà lo ha fatto, è solo che dopo l’ictus non si capisce un cazzo di quello che dice!
Sei davvero il mio grande eroe! Antonio Fazio! Vorrei averti sempre davanti a me, sempre in ogni luogo…. meno che alla toilette. Dappertutto meno che lì.
Perchè nel disgraziato caso in cui tu entrassi prima di me al cesso, io non potrei mai più espletare le mie funzioni fisiologiche. Perchè si sa, tu le poltrone, non le molli mai!

(Visited 8 times, 1 visits today)

5 Comments

  1. Come potrei non essere d’accordo con l’amico con un bagno solo in casa . Forza Fazio , pardon , Sforza Fazio!!.

Rispondi