Le sorelle del Marchese del Grillo

In questi giorni la campagna per le elezioni politiche del 18 settembre in Germania sta prendendo momento. Comizi, dibattiti e proposte varie. Ieri sera è stato poi il turno di un dibattito televisivo interessante, tra il ministro dell’economia Eichel e quello in pektoren Kirchhof. Discussioni affilate, tasse, sovvenzioni alle ditte, flat tax e quant’altro.
Ma la vera protagonista per me stava seduta tra i duellanti: una giornalista, una vera intendo. Tal Maybrit Illner, con una lunga carriera prima nella televisione della DDR e poi in quella di stato della Germania riunificata.
Per me è stato un abbaglio; abituato ad anni di genuflessioni, a politici che sparano caxxate alla meno tasse per tutti senza che uno straccio di giornalista ribatta. Abituato ai Ferrara, che della loro dipendenza ne fanno quasi un vanto. Ho visto finalmente che non c’è bisogno di andare negli Stati Uniti per trovare persone che siedono dietro ad un’Olivetti e che pensano.

(Visited 4 times, 1 visits today)

15 Comments

  1. …anche di far scomparire qualcuno.
    ‘cidenti, undici interventi per dire la stessa cosa, magari qualcuno scomparisse!!!

  2. guarda guarda…funziona! ora siamo scesi a quattro però il sette mi sta in tre caselline ma non mi si incrocia con l’otto…. ah no, ma questo non è il post del sudoku? io però avrei perso un sei, si può fare qualcosa?

  3. Maybrit Illner è grandissima! Vederla cucinare a fuoco lento Rocco Buttiglione, suo ospite qualche mese fa, è stato un piacere immenso.

  4. Eh. Non im ricordavo fosse lei. Mi ricordo di lui all’Angolo e la giornalista che lo massacrava per la storia dell’omossesualità.
    E lui che alla fine era contento di tornare in Italia, dove il giornalista medio sta bello genuflesso..

  5. Questa giornalista è tedesca, la potrei segnalare per un film storico, stanno giusto cercando una comparsa per interpretare una kapò…
    Non so se sia un problema di cultura, ma in Italia al momento paga un altro tipo di giornalaismo… Genuflessi di tutto il giornalismo, unitevi

  6. Però, dire che questa è una gran giornalista senza portare prove, magari inserendo qualche battuta del dibattito, lascia il tempo che trova. Uno che non ha visto la trasmissione e che, leggendo questo post, non ci ha trovato alcuna informazione reale, è legittimato a chiosare con una battuta: cercavi una giornalista coi fiocchi, e l’hai trovata in una che s’è fatta le ossa nel giornalismo coi controcazzi della DDR.

  7. Però, dire che questa è una gran giornalista senza portare prove, magari inserendo qualche battuta del dibattito, lascia il tempo che trova. Uno che non ha visto la trasmissione e che, leggendo questo post, non ci ha trovato alcuna informazione reale, è legittimato a chiosare con una battuta: cercavi una giornalista coi fiocchi, e l’hai trovata in una che s’è fatta le ossa nel giornalismo coi controcazzi della DDR.

  8. Ere’, di notizie ne avevo trovate molte su di lei. Tutta la sua carriera era spiegata su wikipedia. Tutto in tetesko. Se vuoi ti passo i linken..

Rispondi