Papa don’t preach

Senza Cuore - di Gianluca Neri: clicca qui per leggere il PDFSenza Cuore - di Gianluca Neriil RiformistaColoro che si sono stupiti per l’ingerenza di Papa Ratzinger sulla politica di uno Stato che sta tutto intorno al suo faranno bene a farci l’abitudine.
L’inopportuno intervento attraverso il quale si invitavano i cristiani all’astensione dal referendum procreativo rappresenta infatti solo il primo punto di una strategia che, tassello dopo tassello, prevede il ripristino graduale di quelle sane e simpatiche tradizioni che fecero grande la Chiesa nel suo periodo più fulgido: il Medioevo.
Qui di seguito, in anteprima assoluta, le prossime mosse del pontefice crucco.

  • 4 giugno: Benedetto XVI auspica il dialogo con le altre religioni.
  • 5 giugno: le altre religioni rispondono: «Ok, dialoghiamo».
  • 6 giugno: Benedetto XVI ribatte simulando una pernacchia con la mano sotto l’ascella.
  • 20 giugno: Benedetto XVI destituisce arbitrariamente Romano Prodi dalla guida dell’Unione.
  • 21 giugno: Benedetto XVI si autonomina nuovo leader del centrosinistra.
  • 23 giugno: Benedetto XVI trova che “Unione” sia un nome scialbo e poco significativo e decide di anteporvi il prefisso “Com”.
  • 1° luglio: Benedetto XVI succede ad Andrea Salvetti come patron del Festivalbar.
  • 2 luglio: Benedetto XVI irrompe sul palco del “Live8” a Londra per dire che quel Bob Geldof ha una faccia un po’ così, e secondo lui si droga. Poi si lancia in una cover di “In te”, la canzone antiabortista con la quale Nek debuttò a Sanremo.
  • 10 luglio: dal momento che nessuno si decide a farlo, Benedetto XVI autoassume la presidenza della Rai.
  • 20 luglio: Benedetto XVI parte per le vacanze e, transitando per Avignone, si proclama anti-papa.
  • 6 agosto: sorpreso dai paparazzi all’entrata del “Billionaire“, Benedetto XVI soppianta la moda dell’estate scorsa e propone la papalina al posto della bandana quando è necessario nascondere un recente trapianto di capelli.
  • 6 settembre: Benedetto XVI acquista Endemol.
  • 15 settembre: Benedetto XVI è il nuovo conduttore di “Affari tuoi”.
(Gianluca Neriil Riformista, 4/6/2005)
(Visited 14 times, 1 visits today)

48 Comments

  1. Ottobre: comincia la nuova edizione del grande fratello, ma c’e’ qualcosa di strano, il GF ha uno strano accento tedesco… ;)

  2. Quante risate… Post fiacchissimo.
    Parlano cani e porci, perché non può parlare il Papa? Perché non scrivi che non doveva occuparsi della Cantoni o della guerra o di altre cose che succedono nel mondo (ma forse dovreste tutti leggere qualche giornale straniero, troppo difficile…).
    Se poi stiamo a vedere la levatura di certe “menti” che danno fiato alla bocca, mille volte il Papa che sicuramente ha una caratura morale e intellettuale che gli permette di parlare con più cognizione di causa.
    Ci sono molte persone d’accordo col Papa su certe questioni, pur non essendo cattoliche.
    Vedo molte persone che ignorano completamente la legge 40 e tutte le sue implicazioni e votano 4 sì perché sono convinti che il sì sia “di sinistra”.

  3. La religione cristiana ha avuto 2.000 anni a disposizione per dimostrare quello che valeva… quale misero fallimento…

  4. 20 settembre: Gianluca Neri viene assunto come autore da Pier Francesco Pingitore per il nuovo programma del Bagaglino.

  5. Che il Papa possa parlare con “cognizione di causa” su argomenti che non lo toccano, non l’hanno mai toccato e non lo toccherranno mai da vicino, nutro fortissimi dubbi.
    Che poi abbia tutti i diritti di esprimere il suo punto di vista e che questo sia frutto dei suo coinvincimenti religiosi, non lo metto in dubbio.
    Persino Calderoli dice la sua.

  6. Dài ragazzi, non ditemi che dare del “crucco” a un papa tedesco non è un colpo di genio… papa tedesco… papa crucco!!! ahahahahahah

  7. cara Vis, non basta avere un utero per diventare le depositarie della verità sul Senso della Vita. Io ce l’ho, ne sono felicissima, ma non penso per questo di essere più dotata di chiunque altro a rispondere alle domande ultime sul senso di una vita umana.

    E questi sono argumenti che toccano tutti quelli che si interessano della dignità dell’uomo e del suo futuro su questo pianeta. A meno che tu non creda che le domande sull’eticità della scienza, e sul senso di una vita umana non siano che “argomenti da donne”. Attaccare uno che dice la sua con la scusa che c’ha un pene in mezzo alle gambe e non una vagina mi sembra rozzo e infantile.

  8. Lavinia, mai detto niente di simile.
    Si parla prima di tutto di “figli” che non sono argomento di esclusiva pertinenza delle donne, ma riguardano, in una qualche maniera in via di definizione, sia donne che uomini.

    Coda di paglia, pregiudizio o cosa il tuo?

  9. Dimenticavo.
    Un caro saluto a tutti coloro che nel tentativo di rendere più efficaci le loro ragioni (sulle quali evidentemente si sentono debolucci) continuano a cambiare nick mettendo in scena il pietoso teatrino dei cloni di se stessi.
    L’autoclonazione virtuale per scongiurare la clonazione reale.

  10. Un’essere umano non appartiene a nessuno, nemmeno ai suoi genitori. E quello che può o non può fare la scienza e la tecnologia è una questione che ci riguarda TUTTI.

  11. Appunto Lavinia, riguarda TUTTI e tutti nella medesima misura possono esprimere la loro opinione compreso il Papa che non lo fa con “maggiore coscizione di causa” di altri soggetti.
    A questo si riferiva il mio primo intervento nel quale tua hai intravisto rivendicazioni uterine che non c’entravano niente.

  12. E io ho detto con più “cognizione di causa” perché almeno il Papa, contrariamente a certe persone che criticano, la legge 40 la conosce.
    Non vedo poi perché certi argomenti non dovrebbero toccarlo.
    O su questo referendum possono discutere o votare solo donne e uomini che hanno o pensano di avere figli? Sai Vis quanti milioni di persone non saranno mai toccate, né da vicino né da lontano dagli argomenti di questo referendum?
    Se si riduce tutto a fecondazione assistita, li potremmo pure contare uno a uno quelli che usufruiranno della legge…

  13. Cos’è, volete che il papa voti 4 sì?
    E magari volete pure che predichi il preservativo, no?
    Magari l’aborto!
    Magari l’eutanasia!

    La religione cattolica porta determinati principi, il Papa è il rappresentante della religione cattolica.
    Affermare poi che quella Medievale è stata una età buia a causa dell’influenza ecclesiastica, rivela una spiccata ignoranza, propria solo di chi non sa di cosa parla e si basa solo sui luoghi comuni.

    Un pò come il 90% dei votanti sì. Perchè sì è di sinistra. Perchè sì è giusto.

  14. 16 maggio ’05 viene rapita Clementina Cantoni;
    05 giugno ’05 appello di papa Benedetto XVI per la sua liberazione. Di certo non è un impulsivo.

  15. Ah, ho capito, il Papa può parlare con più cognizione di causa rispetto ad altri che ne hanno meno. Papa conosce la legge 40 altri no.
    Il ragionamento non fa una grinza, magari un filo lapalissiano, ma va bene così.

    A meno che la minor cognizione di causa non voglia essere addebitata a qualcuno in particolare ma immagino che questo non fosse nelle tue (sue? lavorate in coppia?) intenzioni.
    Era solo una constatazione di carattere generale e io oggi indosso una maglietta verde.

  16. Gianluk, mi hai fatto crepare dalle risate, è il post più divertente che ho letto negli ultimi 26 anni, anche se ne ho qualcuno in più.
    G R A Z I E

  17. cari amici, il vero problema è sempre lo stesso…il papa così come tutta la chiesa cattolica dovrebbe occuparsi delle scelte di coscienza dei cattolici e poi della loro messa in pratica; ma non assolutamente della legge italiana che deve rimanere costantemente fuori da quelle che sono le sue (o le loro) convinzioni. il problema poi non sta nel fatto che il papa esprima una sua personalissima opinione (lo fa pure Giovanardi!!) ma che inviti tutti i prelati e i cattolici d’italia a fare propaganda attiva religiosa. io sono cittadino italiano e non sono cattolico, e così come io rispetto le loro convinzioni vorrei che loro facessero lo stesso con le mie…perchè dobbiamo essere solo noi in italia a subire questa pesante ingerenza della chiesa sulle azioni dello stato? non potrebbero fare un vaticano itinerante a seconda della nazionalità del papa (ce lo vedete il vaticano in germania a fare e dire le cose che fa qui in italia?)NO VATICAN NO TALEBAN!!!

  18. Cara Vis,
    rileggiti tutti i tuoi post e vedrai che la logica ti fa un po’ difetto perché devi sempre rispiegare quello che in realtà volevi dire.
    La minor cognizione di causa era addebitata, come dici tu, a tante persone, qui e altrove, che esprimono opinioni senza sapere di cosa stanno parlando. Io confido che il Papa non sia tra queste. Sai, la logica, a volte, è lapalissiana, che ci vuoi fare. Ho come la sensazione che tu fraintenda il significato di cognizione di causa. Significa semplicemente avere un’approfondita conoscenza dei fatti. Parlando solo di questo forum, ho letto innumerevoli castronerie, espresse solo per partito preso.
    Vedo che qui vige il pensiero unico e due o più persone che la pensano diversamente, devono essere per forza una e i suoi cloni o tutte d’accordo. Dovrei pensare lo stesso di te e degli altri che la pensano come te? O forse devo fare qualche differenza tra una persona come te cui credito un po’ di intelligenza (anche se non sono mai d’accordo con ciò che scrivi) e le altre innumerevoli su questo forum che scrivono a vanvera?
    Appena ho letto il messaggio sotto il mio ho aspettato il tuo commento prevedibilissimo. Informati con il Neri se credi a questi complottini di bassa lega e senza scopo.
    Io finisco qui perché non mi diverto. Su questo sito concordo quasi sempre solo con Ultimo.
    Io ho una camicia bianca di lino, per quel che vale. Ciao

  19. La deduzione che la mia logica difetti perchè tu non sei in grado di comprenderla non mi pare una deduzione logica.
    D’altra parte che il Papa abbia una approfondita conoscenza dei fatti, è un’altra affermazione priva di fondamento.
    Il Papa non basa le sue convinzioni sui fatti, ma sulla sua fede e sui suoi principi religiosi che non riconoscono all’uomo nessun diritto di intervento sulla vita umana, esclusiva pertinenza del buon Dio.
    Noi uomini, per la religione cattolica, siamo solo gli artefici dell’oscuro disegno divino e qualsiasi interferenza in tal senso, è da condannare.

    Chi sono io non è difficile saperlo, basta cliccare sul mio nick e per quel che nel virtuale può contare, hai di me tutto quello che ti serve.

  20. Non sono cattolica eppure ho studiato la religione cattolica e ho studiato storia.
    Nel medioevo non era tutta colpa della Chiesa quello che succedeva ma anche dei potenti e dell’ignoranza della “plebe”… che proprio dalla Chiesa però si faceva traviare. In nome di Dio si combatteva per la terra santa (le Crociate fa vedere bene quella società), si portava il cilicio e si bruciavano streghe (ma anche uomini e anche animati sono stati bruciati con l’accusa di usare arti magiche).
    Karol si è scusato con le altre religioni, ma certe cose sono rimaste un tabù: aborto, omosessualità, preservativo, eutanasia.
    Capisco che per l’eutanasia e l’aborto non si possa fare niente, ma il preservativo e l’omosessualità? Persone ancora oggi muiono o contraggono l’Aids. E l’omosessualità neanche a parlarne. La donna per la Chiesa è ancora rilegata in casa a sfornare figli e torte (in Settimo cielo si può vedere fino a che punto è delirante questa società). E sinceramente non credo che debba scegliere la chiesa cosa è meglio sulla procreazione assistita, preferisco che scelga un medico o preferisco che la decisione sia presa da ognuno secondo la sua morale. Libertà di scelta prima di tutto e le minacce della Chiesa non possno servire.

  21. Non sono io a non comprendere, ma lasciamo perdere.
    Tutta la tirata sull’intervento umano nell’oscuro disegno divino, poi… lasciamo perdere di nuovo.
    Rispondo solo perché a me non interessa chi sei e non credo tu faccia teatrini. Non capisco perché tu debba invece pensarlo di me e a cosa servirebbe lasciare l’indirizzo di un sito. Tra l’altro hai cominciato a parlare di teatrini dopo 3/4 messaggi che non erano nemmeno tutti dalla stessa parte, bah…
    Avrei il sito di mia sorella gemella che vive con me e la pensa su quasi tutto in maniera simile, vale? Solo che non è un blog ma un sito su un gruppo musicale e lei rimane piuttosto defilata, tant’è che molti le scrivono pensando di rivolgersi alla band. Ci sarebbe un ringraziamento a me nei “credits”. http://www.kingsofconvenience.org
    A giugno fanno 4 date in Italia (che trovate nella gigography) tra cui una a Roma nel bellissimo Teatro Romano di Ostia Antica.
    E così ho fatto un po’ di pubblicità al sito e a loro.

  22. Io ho cominciato a parlare di teatrini quando è apparsa Lavinia in risposta ad un appunto che avevo mosso a te e tu sei sparita, poi sei tornata tu ed è scomparsa Lavinia.
    Stesse idee, stesso modo di esporle, stesso fastidiosissimo “cara Vis”, stessi malintesi, persino stesso numero di puntini di sospensione.
    Ma non sono io a non comprendere quindi lasciamo perdere.
    Salutami tua sorella, mica si chiamerà Lavinia vero?

  23. era ironico il post?
    più divertenti i commenti. Miii quante stronzate si leggono! comunque in linea con lo spirito del post.
    best regards

  24. Patty, votare 4 sì effettivamente un po’ “di sinistra” lo è. Ma tu proprio un filino di progressista non ce lo vedi in chi voterà sì? Io sì.

  25. La levatura culturale del papa e’ sicuramente fuori discussione, ma su quella morale e’ lecito avanzare dubbi come per qualsiasi altro politico. Che poi uno non debba avanzarli se vuole fregiarsi del titolo di cattolico, sono affari suoi, ma non puo’ pretendere che la deferenza riservata al papa per fede sia universalmente condivisa.

    Riguardo l’autorevolezza in merito ai temi del referendum, poi, sicuramente al papa va riconosciuta una maggiore cognizione di causa, ma solo dell’impatto che il referendum ha sulla struttura di valori e credenze che la Chiesa propugna. E’ sulla base di questo che si pronuncia. Infatti, una societa’ in cui il “mistero della vita” sia un po’ meno mistero e un po’ piu’ nelle mani dell’uomo e (obbrobrio) della donna, sarebbe una societa’ sicuramente un po’ meno permeabile all’influenza della religione, e quindi al potere della Chiesa.

    La cosa piu’ curiosa (ma qualcuno mi pare l’abbia gia’ detto) e’ che a ben vedere tutta la religione cristiana ruota intorno ad una fecondazione eterologa…

  26. Ooops… a furia di rieditare, nel commento sopra ho fatto strage della consecuzio temporum, chiedo perdono ai piu’ sensibili!

  27. Vis, senza cara,
    posso dirti che una complottista inutile come te non l’ho mai vista?
    Figurati, m’interessa tanto “discutere” con te sotto mille nick che di questo tuo ultimo post delirante l’ho saputo da mia sorella (che non è Lavinia, ovviamente) che è passata poco fa. Già te l’ho detto prima. Chiedi al Neri che ha email e accessi. Così la finisci di farneticare di teatrini.
    Senza parlare che io non do mai del cara/caro alle persone e ho copiato quella Lavinia per cercare di essere gentile (con una vipera come te, povera scema che sono) e pensavo vi conosceste. Per Tuulikki. Se puoi vai a uno dei concerti, quello ad Umbertide è gratis. Dal vivo sono molto bravi e simpatici.

  28. Sullo sparita. Sai, a volte la gente lavora e questa non è una messaggeria istantanea. E oggi ho perso un bel po’ di tempo per star dietro alle tue accuse. Come filologa e detective sei veramente un’incapace, complimenti.
    E quello che mi dà più fastidio è proprio averti trattato da persona intelligente quando tu dall’inizio pensavi che stessi scrivendo con vari nomi. A te che sei paranoica parrà normale, a me, no. E penso che questo modo tuo di pensare ti qualifichi meglio di qualsiasi insulto. Se fossi come te, penserei che tutti gli altri che hanno scritto cose simili alle tue siano tuoi cloni. Anzi, se fossi come te, penserei che sono io che scrivo cose simili alle tue per fare teatrino ahahaha

  29. Per Sergio.
    Secondo me votare 4 sì non è di sinistra “a priori”, certo è più facile che posizioni del genere stiano a sinistra, ma Fini e Prestigiacomo e altri sono di destra e votano così.
    Il mio appunto era: vedo tante persone (non solo su questo forum) che non hanno letto nemmeno i quesiti, non si sono informati sulle varie posizioni, e votano sì perché è “di sinistra” o peggio, anticlericale. A me non sembra un voto consapevole. Poi ognuno può fare come vuole. E ho detto che il Papa è sicuramente una persona informata e ha il diritto di parlare come tutti.
    Poi è intervenuta Vis a cui interessano solo teatrini immaginari e non le discussioni pacate.

  30. Patty,
    probabilmente e’ come dici riguardo alla disinformazione, ma il problema e’ senz’altro preponderante sull’altro fronte: la maggior parte della gente disinformata non va a votare perche’ ha le idee troppo confuse, o, peggio, perche’ glie l’ha detto il parroco. E bada che la mia non e’ una posizione anticlericale, e’ semplice coerenza con il mio modo di vedere le cose. Se domani Ratzinger dicesse: “Mi sono sbagliaten [visto che la battuta sul crucco tira], tutti a votare si'”, io mica cambierei idea! ;-)

  31. Guarda Patty tutte queste giustificazioni non mi interessano, e non perchè sia paranoica e tenacemente attaccata alle mie paranoie, ma semplicemente perchè ti credo o perchè la questione è talmente poco rilevante da non interessarmi.
    Trovo onestamente più paranoica la convinzione che molti non abbiano neanche letto i quesiti referendari ma votino “si” perchè è di sinistra.
    Discutere pacatamente sull’aria fritta effettivamente mi è piuttosto difficile, magari prova a fare qualche nome o qualche nick che ti ha dato l’impressione di essere un votante stordito e poi ne riparliamo.

  32. DISINFORMAZIONE???
    Se uno naviga in internet la cosa più naturale è essere informati. Io i quesiti li ho letti; e voterò 4 sì. E se questo significa beccarmi l’etichetta di “progressista” ben venga. C’è di peggio nella vita. Prendete Filippo Facci: è una vita che dà un colpo al cerchio e uno alla botte pur di sfuggire a una definita collocazione ideologica, a un'”etichetta”. Eppure questo non è servito a nulla, poiché un’etichetta ce l’ha anche lui: il leccaculo.
    Qualcuno degli intellettuali di ‘sto specie di blog mi smentisca, se lo sa fare. Hasta luego.

  33. Sono passato da queste parti solo per dare un’occhiata al blog di cui hanno parlato in tanti e cosa scopro? triste ironia da Bar Sport, battute che erano già vecchie al tempo dei dinosauri, cazzeggio così futile e noioso che dopo due righe ho già le palpebre pesanti.
    Davvero non si riesce a inventare nulla di meglio che una squallida polemicuzza anticlericale?
    E questo sarebbe il meglio del “fenomeno” blog? Non si capisce dove sia la novità, allora anche mio nonno che se ne stava seduto tutto il giorno fuori dal del paesello a maledire i preti era un blogger. Peccato che sia morto senza saperlo. Però un pubblico ce l’aveva anche lui e i commenti erano più o meno come questi (forse un tantino più intelligenti). Nei prossimi post su cosa farete un po’ di sana ironia? sui meridionali che non si lavano? sugli statali che non hanno voglia di lavorare? sulle donne che sono tutte puttane (tranne la mamma)? sulle stagioni che non sono più quelle di una volta? o magari sulla calvizie di Berlusconi? Non sto più nella pelle.

  34. Vis, mia cara Vis,
    a me non interessa fare liste di storditi e non è che non ci dorma se qualcuno va a votare da stordito. Avevo appena espresso un’opinione, che per te sia aria fritta, non mi toglie il sonno lo stesso. Il referendum fallirà comunque per la mancanza del quorum, sia che i pochi che andranno a votare ci vadano informati sia che votino per partito preso. Questo è quanto rispetto alla mia “paranoia”.
    Ti lascio volentieri l’originalità delle tue opinioni. Tutte tranne quella dei cloni e delle combriccole che in realtà è malattia abbastanza diffusa nei forum. Una volta un’esaltata che si chiama Patrizia mi ha detto che non ho nemmeno il coraggio di firmarmi col mio nome vero, sul quale lei aveva evidentemente l’esclusiva. Concludo dicendo che mi tengo la mia aria fritta, ché sto a dieta e mi alza un po’ il morale.

  35. io ho idea che chi non vada a votare è perchè o e bravo a giudicare la morale basta che sia degli altri o non ha ancora ben capito che cosa comporti la legge 40.
    sicuramente al papa non gliene frega una mazza: non deve fare figli e men che mai con l’eterologa.
    non deve neanche farsi impiantare embrioni scoperti malati per poi magari abortire per forza di causa.
    le ultime perle sono sull’unione di fatto.
    attaccatevi al papa che vi porterà in paradiso, io che non ci credo vorrei però vivere decentemente con le mie scelte consapevoli.
    vi auguro di non provare sulla vostra pelle gli effetti di questa legge.
    amen

  36. Evviva il vostro rispetto delle opinioni altrui. Bravi. E’ altamente istruttivo leggervi.

  37. Sono d’accordo con l’intervento. Quello che dovrebbe essere chiaro è che in uno stato laico non è pensabile che la vita pubblica sia eterodiretta da potentati esterni a carattere religioso o da Camillo Ruini. Non è giusto che sacerdoti nell’esercizio delle loro funzioni costringano i fedeli a non votare con il ricatto che quella è la volontà del papa. Non si contesta quindi il diritto degli uomini di chiesa a dire la loro, quanto il fatto che hanno organizzato una vera e propria macchina da guerra, con enormi risorse finanziarie, per far fallire il referendum e quindi ottenere una vittoria che sarà spesa per conquistare l’obiettivo finale: l’abolizione della legge sull’aborto e, magari, anche del diritto di famiglia emanato nel 1970.

  38. Paolo, il rispetto delle opinioni altrui lo si ha non imponendo le proprie per legge…

  39. Silvestro, sai che c’e’?
    Io invece mi auguro che l’embrione malato sia quello della donna/coppia che si e’ astenuta/ha votato no in nome del diritto alla vita.
    Perche’ gia’ ho conosciuto una creaturina Down, figlia (e’ il caso di dirlo) della legge 40. Perche’ ho conosciuto la sua mamma che ha dovuto subire l’impianto contemporaneo di 4 embrioni, e che ha avuto due aborti spontanei e il terzo indotto per complicazioni che stavano mettendo in pericolo mamma e feti. E qualunque donna sa o prova a immaginare cosa vuol dire affrontare un aborto: immagina TRE.
    E allora, visto che queste cose accadono, se questo referendum fallisce spero accadano a quelli che ci hanno voluto cosi’ benignamente imporre la loro morale. Nessuno li obbligava a congelare embrioni o ad eseguire su di loro esami istologici. Loro vogliono l’etica di legge. Bene. Che se ne godano le conseguenze.
    Loro, pero’.

  40. Sono d’accordo con te Paola. A questo punto solo chi ha i soldi potrá fare qualcosa…andare all’estero.
    Auguro a chi non ha votato di trovarsi davanti al problema della sterilitá…e a causa di questa legge, una sterilitá non risolvibile!!! e per di piú senza soldi!

  41. Ho letto tutti i commenti a proposito del Papa e devo dire che sono rimasto sconvolto dalla presenza preponderante dei “figli” di Socci. NAscosti per decenni, ora vengono alla ribalta, rancorosi e livorosi più che pria, aizzati e sguinzagliati dalla peggior feccio teocon.
    Non ho parole!!!!!!!!!!!

  42. Il problema è che oltre ai “figli” di Socci (fascistoidi, teocon, gretti berluschini) ci sono anche i “figli” di Facci (craxiani a oltranza, forzisti mediamente servili, generici filogovernativi, neocon de noantri, post democristiani in cerca di padrone, cattonazisti dell’ultima ora).
    I “soccini” e i “faccini”.
    A voi la scelta.

Rispondi