Francesco Rutelli intervista se stesso (ma non capisce le domande)

Oggi, in un lungo articolo pubblicato sul Corriere della Sera, Oriana Fallaci sbraitava i motivi per cui non bisogna assolutamente recarsi a votare per il referendum sulla procreazione assistita del 12-13 giugno.

Poche ore più tardi dell’uscita in edicola del Corriere, Francesco Rutelli, indiscusso leader della Margherita, annunciava la sua astensione motivandola con il fatto che «il Sì fa un macello e produce una legge inaccettabile. Averli promossi contrasta con il programma dell’Ulivo».

Spero proprio che un giorno la Fallaci si ritrovi incinta e che un esame medico le faccia provare il dramma di scoprire che il figlio che porta in grembo è Francesco Rutelli.

Per quanto riguarda l’articolo della Fallaci, la parte più convincente è quella in cui sostiene che uno dei motivi per non recarsi a votare è il fatto che domenica prossima ESPN trasmetterà la replica delle finali tra i Red Socks e gli Yankees.

Come sempre, il tono usato da Oriana è una via di mezzo fra quello di uno stupratore e quello di uno stupratore di fronte alla Fallaci.
Ormai è facile scoprire quando il Corsera riporta un suo articolo: è raro vedere un giornale ringhiare contro il tuo cane.

La Fallaci, nella sua lunga arringa contro il pianeta Terra e qualche futura stazione orbitante islamica, accusa il referendum di essere una porta aperta per novelli Frankenstein, Mengele, nazismo e scienziati pazzi. Sembra di leggere la trama di un film horror.
Ah no, quello era un articolo sui conti pubblici.

Per quanto riguarda Rutelli, non sarà una gran perdita la sua astensione.
Son trent’anni che scrive la X sul ripiano della cabina elettorale.

(Visited 22 times, 1 visits today)

9 Comments

  1. Ma Rutelli cosa ci fa in politica?
    E la Fallaci? Ha capito qualcosa della legge in questione?
    Un applauso a tutti e due.
    Il non capire un cavolo vi accomuna

  2. e tu Angel? Sei un esperto/a di bioetica? Sei un biologo molecolare, un filosofo della scienza, sai qualcosa sull’origine della vita che noi ignoriamo?

  3. Non importa essere biologo o filosofo di scienza per capire cosa comporta il sì ed il no in questo referendum. Chi vuole informarsi può farlo senza sostenere esami o tesi di università.
    La cosa ti disturba forse?

  4. certo, visto che quello che dici non è vero e Angel può permettersi di prendersela con chi non “ha capito tutto” come lui/lei.
    Gli uomini si accapigliano da secoli su cosa rende tale un essere umano. E le voci dei vari Hack, Antinori, Veronesi, sono solo le ultime e non certo le più autorevoli della storia del pensiero in materia.

    Hai ragione quando dici che non servono tesi o lauree, perché nemmeno gli scienziati o i filosofi hanno risposte a queste domande.

  5. bè sinceramente da donna credo comunque di capire un po’ di più.
    E credo anche l’embrione senza la donna non sia niente, perché senza la donna non può vivere.
    E soprattutto dal mio punto di vista, mi sento dire che la gente che non andrà a votare non ha capito poi molto… di democrazia quanto meno.
    Mi vogliono fregare sul quorum.
    E’ democrazia questa? E’ un diritto e un dovere andare a votare, o sbaglio?
    Mi chiedo come mai gente della mia età (ho quasi 19 anni), spesso giudicata vuota, senza ideali e pallida imitazione dei sessantottini), vada a votare e politici mi incitino all’astensione, oppure scrttrici famose (a me la Fallaci mi sembra un’arrogante presuntuosa) mi insultino per cosa vado a votare.
    Questa è ignoranza.

  6. bè sinceramente da donna credo comunque di capire un po’ di più.
    E credo anche l’embrione senza la donna non sia niente, perché senza la donna non può vivere.
    E soprattutto dal mio punto di vista, mi sento dire che la gente che non andrà a votare non ha capito poi molto… di democrazia quanto meno.
    Mi vogliono fregare sul quorum.
    E’ democrazia questa? E’ un diritto e un dovere andare a votare, o sbaglio?
    Mi chiedo come mai gente della mia età (ho quasi 19 anni), spesso giudicata vuota, senza ideali e pallida imitazione dei sessantottini), vada a votare e politici mi incitino all’astensione, oppure scrttrici famose (a me la Fallaci mi sembra un’arrogante presuntuosa) mi insultino per cosa vado a votare.
    Questa è ignoranza.

  7. Rutelli ormai è decisamente nel centrodestra. La sua manovra per far cadere la candidatura di Romano Prodi è evidente. Resta solo la domanda “Cui prodest”? E la tristezza di veder disperso ancora una volta un grande patrimonio politico…

  8. Rutelli è figlio di quei palazzinari che hanno stravolto la città eterna cose come il crollo a vigna Jacobini quando era sindaco lo riguardano da vicino.La moglie tradita forse…Si consola con le azioni che il marito sindaco le dava sui parcheggi in concessione.Rutelli non smette di fare affari, lui ed il suo staff.Anticomunista perchè ignorante nemmeno riuscì a conseguire la laurea in architettura, il golden boy di Pannella oggi bacia altre pile con le mani giunte.

Rispondi