Meglio un uovo oggi che un Galluzzo domani

Visto il lavoraccio che sta facendo il signor Galluzzo per fornirci preziosissime informazioni e considerato che, nonostante settimane di pallosissimo spam in qualsiasi blog del pianeta, non c’è uno straccio di commento nel suo sito, credo sia arrivato il momemento di ricambiare il favore e raccontargli qualcosa di noi.
Scegliete uno dei messaggi preimpostati e semplicemente premendo il pulsante Invia lascerete una vostra testimonianza (in perfetto stile galluzziano) direttamente nel suo blog. (I testi sono modificabili a piacere).

















(Visited 24 times, 1 visits today)

18 Comments

  1. Pare prorpio che i Neri abbiamo davvero fatto un clamoroso autogol:

    1) se galluzzo.it ha macchinato tutto apposta per ottenere questo spot vuol dire che è un genio (BLU ha ragione da vendere… chiamatemi per la festa di laurea…). Su questo cari Neri & Co. non ci sono dubbi per cui rassegnatevi che stavolta i fessi sareste effettivamente voi.

    2) se uno sbaglia ma sa chiedere scusa non ci si comporta da lupi ma da esseri umani (anche nella bloggosfera). E il tipo mi pare abbia chiesto perdono fin troppo carinamente…

    3) inoltre, per quanto ne posso capire io, questo galluzzo non mi pare sto malvagio spammatore (e diciamolo pure: molto meno di voi all’inizio…)e anzi a quanto vedo non tutte le spammate che rimandano al suo sito dentro macchianera sono di sua firma (anche se poi sappiamo tutti benissimo che acchiappare l’identità altrui è fin troppo facile… Vero ragazzacci..?).

    4) ultimo errore commesso da G&G: se uno propaganda la merda deve essere giustamente massacrato. Ma se, come insegna il presente caso, il sito risulta più che interessante si finisce col passargli un botto di collegamenti (gratuitamente) e non potete poi nemmeno più dire che è vostro amico…

    Detto col cuore: avete commesso un’ingenuità.
    Io la prima pietra non l’avrei scagliata mai… perché, come ben si vede, la bloggosfera ti premia ma sa anche punirti… e non ci sono istituzioni che si salvino (nemmeno macchianera).

  2. HO SPARATO LO SPAM SUL SITO DI GALLUZZO E SONO ENTRATO… KAZZO E’ UNO SPETTACOLO!
    CI SONO RIMASTO PIU’ DI 1 ORA A LEGGERE E SFRUKULIARE…
    SUGGERISCO VISITA

  3. Un consiglio: se volete scrivere commenti e volete anche rispondervi facendo finta di essere un altro, passate da un anonymizer, altrimenti rischiate di fare una figuraccia.

  4. Ciao Gianmarco, mi permetto una valutazione tecnica a margine di questo animato (e da professionista del settore, permettimi di discutibile gusto) post:
    sulla questione anonymizer potresti avere perfettamente ragione…
    Non consideri però gli IP statici e che esistono aziende con svariate centinaia di postazioni di dipendenti che neppure si conoscono e che potrebbero tranquillamente aver postato gli uni ignari dell’altro…non ti pare?
    Saluti e complimenti per il sito

  5. No, non mi pare Zerotime perché prima di scrivere ho controllato che non si trattasse di un IP statico.

  6. Bah, visto che un po’ di tempo da perdere, secondo me non c’è bisogno di controllare gli IP.

    Commenti come quelli di zerotime, k, mike, cocoon e molti altri mi sembra possano ispirare un non so che di fasullo a chiunque abbia una minima familiarità con questo sito.

    Non so, magari mi sbaglio, ma non ce lo vedo uno che scrive urlando (in stampatello) e con le k al posto delle c, manifestare tanto entusiasmo per un sito come quello di Galluzzo nè un sedicente esperto mai visto prima materializzarsi proprio per tentare di comntestare (a sproposito) a Gianmarco la questione degli Ip incriminatrici. Per non parlare poi di cocoon che tenta di alzare polvere giocando l’originalissima carta del “nessuno è perfetto” (macchianera farebbe spam? quando?, dove?) per poi mimetizzarsi da perfetto commentatore macchianeriano con un geniale(!) quanto avulso-dal-contesto “forza facci”.

    Insomma, parecchi nick mai visti prima, tratteggiati (in uno dei commenti c’e un “sei bona?” tra parentesi che è il non plus ultra) come goffe caricature dei diversi archetipi del navigatore. E tutti o quasi inneggianti a Galluzzo. Elementare, Watson :-) Ma ste’ cose provare almeno a farle meglio, no?
    Non ci si improvvisa spammer/troll/multinick dall’oggi al domani, soprattutto qui. Studiare, studiare…

  7. Caro LLOYD:hai perfettamente ragione… io questo questo sito non lo conoscevo fino a ieri, quando ho postato il mio intervento, e tornerò a non conoscerlo dopo aver risposto.
    Non credevo di turbare nessuno con il mio quesito e mi dispiace di verificare quanta superflua presupponenza ci sia nelle tue parole.
    Non ho mai apprezato chi giudica, ma visto il too generale mi adeguerò al linguaggio.
    Premesso che saccente lo dici a tua sorella (non dirigo una società informatica con successo da oltre 6 anni per farmi giudicare da un non so chi qualunque), non ho la più pallida idea di cosa si stia trattando e di perché lo si tratti.
    Spero tu sappia che hanno inventato un meraviglioso strumento che si chiama motore di ricerca e non è colpa mia se quando uno cerca proverbi su google a un certo punto esca: “Meglio un uovo oggi che un Galluzzo domani” che da Toscano (il Galluzzo è un quartiere periferico di Firenze) possa essere oggetto della mia curiosità.
    Ignoro chi sia il signor/ragazzo Galluzzo, trovo piuttosto noioso il suo collage di articoli (sito), non conosco alcuno di voi se non Gianmarco in qualità di firmatario dell’articolo e letto un suo intervento in merito a nick “fasulli” chiedo una curiosità tecnica, l’unica cosa che poteva interessarmi di tutta la diatriba.
    Ricevutane risposta, dopo breve riflessione (ammetto la mia colpa potevo pensarci prima) ho risolto l’arcano che rendo pubblico per i futuri furbi che volessero fare i furbi:
    A: La mia osservazione sugli IP statici è perfettamente corretta (documentati LLOYD prima di consumare a sproposito la tastiera)
    B: Gianmarco non può sapere se uno ha l’IP statico, a meno che conosca un infiltrato in Telecom, però può benissimo vedere il fesso di turno che entra durante lo stessa sessione con 2 nick diversi e alla connessione successiva con IP cambiato fessamente 2 volte riutilizza uno o più medesimi nick, ho indovinato?

    Spero che no vi siano altri che abbiano tempi da perdere per rispondere alle mie righe, queste polemiche mi sembrano veramente sterili, anche se concordo perfettamente che lo spamming tra blog per ottenere visibilità sia procedura discutibile e soprattutto di scarso impatto.
    Da molto tempo redigo articoli per Wikipedia e pur apprezzando l’idea di una rete libera, ho sempre nutrito qualche perplessità sul fatto che in un sito come il vostro in cui si possono inserire commenti non venga comunque posto un “freno redazionale” all’indiscriminato evolvere di sterili discussioni (sapete meglio di me che l’uso di filtri limita le volgarità, ma non il resto).

    Cordialità

  8. Si di tempo ne ho davvero poco, quindi:

    Non saccente ma sedicente, se-di-cen-te esperto e ora anche se-di-cen-te DIRIGENTE DI SOCIETA’ INFORMATICA e se-di-cen-te redattore di wikipedia : non è un offesa e se non ti piace non hai che da evitare di tentare di supportare la validità delle tue tesi con ipotetiche e non documentabili credenziali anzichè, come è buona norma -soprattutto ma non solo- su internet, con solidi argomenti dialettici.

    Seppur possibile in linea di pricipio, la tua teoria degli Ip -gli indirizzi Ip possono essere simili perchè provenienti da dipendenti della stessa azienda, che per un qualche imprecisato motivo abbiano deciso di commentare tutti lo stesso sito e lo stesso post nello stesso giorno ma senza sapere nulla ciascuno dell’altro- è una barzelletta probabilistica.

    E se messa assieme con le altre stranezze di cui parlavo nell’altro commento arriviamo a una probabilità congiunta forse infinitesimale che mi fa dubitare – niente di piu’ per carità- della genuinità del tutto. Poi tu puoi anche essere chi dici di essere ma la sostanza – ci sono stati diversi commenti artefatti in modo anche piuttosto ridicolo – quella non cambia. A meno, ovviamente, di credere anche a babbo natale alla mitica serie di scuse (le cavallette ecc.)di j.Belushi :-)

    Cordialmente.

  9. Sorry, è saltato l’inciso: il paragrafo centrale va letto cosi’:

    Seppur possibile in linea di pricipio, la tua teoria degli Ip – gli indirizzi Ip possono essere simili perchè provenienti da dipendenti della stessa azienda, che per un qualche imprecisato motivo abbiano deciso di commentare tutti lo stesso sito e lo stesso post nello stesso giorno ma senza sapere nulla ciascuno dell’altro – è una barzelletta probabilistica.

  10. Ciao LLOYD, fatta la tara sulla ridondanza di appellativi e concetrandomi sul solo paragrafo “inciso” (che peraltro apprezzo nei toni e condivido per i contenuti), non ho ben capito il senso della tua precisazione: è inoppugnabile che il mio intervento si basasse su una ipotesi paradossale fondata su impropabili coincidenze, ma sono incuriosito egualmente dalla accorata ed insolita discussione..

    Nel rispondere con toni forse troppo accesi, volevo esprimere quanto fossi rimasto dispiaciuto del fatto che mi si fosse inserito in un calderone (forse mi ci sono stupidamente inserito io) di giudizi per questioni che non mi appartenevano affatto.

    Porre un quesito e vedersi attaccato mi pare atteggiamento discutibile e di difficile comprensione.

    Se poi tutta la tua animosità era figlia del mio aver definito di discutibile gusto l’impostazione dell’articolo con quei messaggi di spamming preimpostati, che per linea di principio non posso condividere, spero l’intera dialettica possa trovare una logica conclusione.

    Il bello di tutto questo è che fondamentalmente ancora non ho capito cosa abbia dato origine all’articolo!

    Saluti

  11. ciao.. navigavo per caso su internet ed ho trovato questo sito.. la cosa strana qual’e’?
    ..mi chiamo Luca Galluzzo…

  12. …galluzzo( anche se secndo me non è il tuo cognome)perchè scrivi di amarla da morire?…se sei ancora vivo rispondimi!

1 Trackback / Pingback

  1. url

Rispondi