L’autorevolezza del Franti, l’arroganza del copione

Com’era esattamente quella storia dei blog che non avrebbero autorevolezza rispetto ai quotidiani? Ricordo discorsi tipo: “La professionalità di un giornalista garantisce che venga sempre citata la fonte; un blogger non può fare altrettanto”.
Ebbene, signori, come un qualsiasi arrogante Franti che pretende di copiare il compito in classe, gli autorevoli quotidiani – quelli di cui vi fidate, quelli che leggete ogni mattina -, gli autorevoli telegiornali, pur di non cedere all’umiliazione (presunta, e solo da loro) di citare un blog come fonte (e malgrado la notizia fosse in rete dalle 9 di questa mattina), han cincischiato, han fatto gli gnorri, han sostenuto di essersene accorti “per caso”.
Chapeu.


Corriere.it

Repubblica.it

Tgcom.it

Ansa.it

Epperò stamattina, quando al blogger sembrava persino brutto sprecare una notizia del genere pubblicandola solo sul proprio sito, quando il blogger li ha cercati – tutti – in redazione per condividerla, lorsignori – era il primo maggio – se la dormivano alla grande.

(Visited 26 times, 1 visits today)

34 Comments

  1. Neri, tu sei bravo sì, per non essere andato al mare e avere lavorato (si fa per dire, fra pipparoli lo si sa, girare per blog alle 9 del mattino del 1 maggio col caffè in mano, è un piacere, non un lavoro). Quindi adesso ammettilo: sei stato bravo tu, o sono fessi loro? :-) E piuttosto a me una domanda urge, da tempo, e a più riprese: ma quanto, quanto sono fessi? :-)

  2. Scusate se m’intrometto, ma mi offro volontaria per testimoniare che Neri non ha retrodatato la notizia: egli infatti, in un momento di scrupolo invero a lui poco calzante, non ha esitato a rompermi le palle per consulenza alle 8.45 di domenica mattina (2.45 a.m. ora di NYC). Il mio costoso palmare ne conserva la traccia, se servisse a stabilire un qualche primato e se la Corte Marziale dovesse decidere se prendersela con lui o col greco (i dettagli del cui operato ignoro perché sono troppo stanca per aprire il link: stamattina un rompicoglioni di blogger mi ha svegliata all’alba).

  3. Pochi cazzi: bel colpo (sia per come te lo sei cercato, sia per come l’hai impacchettato) e complimenti. Tutto il resto è conversazione (e rosicamento)

  4. Più puzzoni di quelli di Repubblica mi sembrano quelli di Indymedia che hanno spacciato uno stronzissimo copia-incolla per un lavoro di intelligence (sic!)

  5. x ushuaia:
    “quelli di indymedia” è una singola persona anonima. I contributi sul newswire sono spesso anonimi. Gli unici contributi “di Indymedia” sono quelli nella colonna centrale (features).
    E comunque quella frase è chiaramente ironica.
    Non so se Gianluca abbia “preso spunto da indymedia”. So solo che su indymedia quel rapporto “depurato dalle macchie nere” è stato postato (più volte) a partire dalla mezzanotte e 36 di ieri 30 aprile.

  6. nel frattempo la Procura di Roma ha richiesto il sequestro del sito internet Indymedia per vilipendio della figura del Papa

    http://www.reuters.com/locales/c_newsArticle.jsp;:427225b9:71d464ee257b76c1?type=internetNews&localeKey=it_IT&storyID=8345232

    nel frattempo si fa per dire, visto che la Reuters precede di circa 24 ore il post di Indymedia http://italy.indymedia.org/news/2005/04/783084.php che Neri ha letto, poi lui è stato bravo a fare il pdf, ma è stato meno bravo a non dire la sua fonte salvo offendersi che Corsera&Co non gli regalassero un link la mattina del primo di maggio

  7. abbi pazienza, Linda Lovelace, ma nun agg capit niente: macchianera non ha citato una fonte, una fonte (n’ata?) non ha citato macchianera? Ja spiegalo meglio, che magari è pure divertente, il fatto ;P

  8. dall’ansa delle 19.03.
    CALIPARI: ECCO COME PER CASO HO SCOPERTO GLI OMISSIS
    (ANSA) – ROMA, 1 MAG – Navigando nella notte sul sito internet di un quotidiano italiano ha trovato il rapporto Usa sulla morte di Nicola Calipari con gli omissis, lo ha evidenziato e copiato su un normale file di testo e, come per incanto, le frasi e le pagine censurate sono riapparse. E’ stato cosi’ che uno studente greco di medicina, da diversi anni a Bologna, ha svelato le frasi cancellate e rivelato la storia degli omissis virtuali.

    ….ECCETERA, ECCETERA..

    e poi, la parte interessante:

    All’1.25, fatta la scoperta, lo studente avverte tramite mail il quotidiano e l’Ansa della scoperta fatta. Per lui l’ora e’ importante perche’ certifica che e’ stato il primo ad accorgersi della gaffe telematica, ”visto che su diversi blog di internet in molti si attribuiscono il merito della scoperta”.

  9. Mi sembrate tutti schizzati. Esiste una casualità. Lasciatela libera d’esprimersi.

    Esiste il greco recuperato in corner dall’Ansa (mi sbellico dalle risate, visto che conosco tutti i retroscena). Nome e cognome, sito e ora in cui ha postato. Non esiste, chi se ne frega. Esiste e non si fa vivo da nessuna parte nella rete? Vedi sopra.

    I blogger si sono mossi alle 01 e 25….Capisco. Ora ottimale. Non per l’Ansa, nè, in generale, per l’informazione nazionale. Torniamo ai contenuti.
    Linda Lovelace…ma di che svanveri? Reuters (uh, ne avrei!!!!!!), Indymedia. Su quest’ultimo invocano traduzioni ben lungi da qualsivoglia testo…A Cesare quel che è di Cesare… e chi è blogger si svegli!

  10. Sentite, facciamo così: la notizia, in fondo, era che non era poi così difficile scoprire la notizia. La cosa più grave di tutta la questione (al di là delle rivelazioni del rapporto) mi sembra essere che le Forze Armate americane non sono in grado di utilizzare la tecnologia per mantenere un segreto e il Sismi italiano non è in grado di lasciarsi sfiorare dall’idea che un documento del genere, quando lo ricevi, va ribaltato.
    Dicevamo che la notizia era alla portata di tutti, e per questo, molto probabilmente, in tanti ci sono arrivati nel giorno in cui il rapporto ha avuto la sua diffusione. Questo credo vada bene a tutti, no?
    Poi, la gara al primo e al secondo, perdonatemi, ma mi sa di veramente triste (come teneri sono i commenti di chi rovescia qui – non si sa per quale motivo – litri di bile).
    Io direi, per finirla, che questo è un giorno di festa, e la festa è in onore dei blogger, dei forumisti, degli Indymediani e di quant’altro ci garbi: un giorno di festa per la stampa indipendente.
    E un giorno triste, molto triste, per quei media tradizionali che hanno volutamente ignorato *le* fonti.
    Ok così?

  11. Ma serio, macchianè. Il problema, abbi pazienza, è che il titolo del tuo post parla di copioni arroganti. Ti devo confessare una cosa (sono serio): io ho risposto solo perchè Franti m’è sempre stato simpatico. De Rossi è tutto scemo, macchianè. Buonanotte e complimenti per tutto il resto del tuo giornale on-line (blog a questo punto è riduttivo) lo sto leggendo piano piano tutto quanto.

  12. … io mi chiedo …ma davvero bobbiamo credere che gli “Esperti Americani” , abbiano fatto una cappella di questo genere…quando anche io misera lavoratrice del Web che uso il PDF… so una cosa del genere?… io non credo che sia stata una svista…io credo che ci sia sotto been altro… che non si vuole venga a galla… comunque bravissimo… chicca

  13. è invece è interessante capire come funziona l’onda delle notizie. secondo me (e da quanto capisco anche secondo la ragazza del bar) è andata più o meno così: macchianera ha messo la notizia in rete in mattinata, corriere e repubblica se ne sono accorti nella tarda mattinata e hanno cercato di rimediare. a quel punto anche all’ansa si è accesa la lampadina (siamo poco dopo le tredici), però pur di non far vedere che avevano preso il buco hanno pensato bene di andare a recuperare quella strana email (del greco) arrivata nella notte e che non si erano inculati per nulla.

    il complotto più divertente è sempre quello che nasce dal caso.

  14. concordo con il commento di gianluca. Tra l’altro una delle ipotesi in campo (forse credibile?) è che repubblica e/o corriere si fossero accorte della cosa già ieri sera/notte, ma non abbiano avuto il coraggio di pubblicarla, finché non è arrivata Macchianera.

  15. Sempre la solita sborona “de più” è RdB? Ti presenti in una serata di quelle al completo, in cui ognuno cerca di ricosruire i fatti dalla cronologia degli eventi, e in tuo perfetto stile spari “mi sbellico dalle risate, visto che conosco tutti i retroscena”. Quà c’è gente che smalizziata un pò lo è; o racconti o vai a fare la saputella su altri server

  16. mi sento citato e intervengo pur non dormendo ormai da piu’ di 36 ore…

    sono sempre il greco fantomatico.

    volevo dire che sono d’accordo con gianluca, non facciamo nessuna gara qui, e’ una giorno di vittoria dell’informazione alternativa e della stampa indipendente come lui dice! dico cio’ pur avendo dato la notizia all’ansa, forse per il semplice fatto che l’ho considerato piu’ efficace come cosa da fare.

    la “ragazza del bar” (che forse ho capito chi e’ :) o mi sbaglio?) sa bene e puo’ confermare che all’ansa ho chiamato alle 8:30 di mattina e che ci siamo sentiti altre 3 o 4 volte fino all’intervista e alla sua avvenuta pubblicazione.

    l’errore clamoroso l’avranno scoperto in tanti, non e’ importante chi per primo, percio’ se volete, occupiamoci, anzi, occupatevi di qualcos’altro, con piu’ “sostanza”. come e’ appunto il fatto se gli americani sapevano quello che facevano oppure no…

    vado a riposare che domani ho da studiare tanto.

    buon blogging a tutti.

    ps. ripetto che per il momento preferisco restare anonimo per una serie di fatti _puramente_personali_ ma “in alto” sanno tutto avendoli fornito i miei dati quando ho chiamato.

  17. Senti, Acerrimo, vaffanculo perchè la causa ecc. che s’è beccato il Barbiere sono a carico mio e non tuo…per cui se paghi almeno le spese dei viaggi Trieste Roma, te ne sarò grata (Figaro e il Conte rimborsano quando accade le anticipazioni per l’avvocato).

    Caro scemo- ti spetta- nessuno s’è sognato di riprendere nulla o sputare (okkekaso, collaboro con Apcom- ho siglato io, idiota!). Chiedi a Neri. Non solo, deficiente incallito, c’è pure un’Ansa che s’è mossa dalla periferia -e se non si fosse mossa non si sarebbero nemmeno ‘inventati’ il greco, sottolineo le virgolette, e …ma va bene, leggerai altrove. Guarda mi sta andando il sangue al cervello, vorrei urlare per l’imbecillità di coglioni come te. Ok, mi calmo. Però un vaffanculo urlato a un cretino no me lo risparmio….VAFFANCULO Acerrimo…e prova a vivere, scemo

  18. Bravo Gianluca Neri. Complimenti per il colpo che ha fatto fare una figura da deficienti ai militari americani. Ho appena avvertito un giornale di New York della cosa, visto che online non mi pare abbiano dato la notizia. Ovviamente il colpo non risolve il caso della responsabilità della morte di Calipari. Ma invece che discutere di questo, i commenti che ho appena finito di leggere dimostrano quanto sia orrido il tuo sito.

  19. Humm… me sà che t’ho beccato il punto g. Mi correggo: sei decisamete peggiorata. Alla tua solita spocchia hai aggiunto una volgarità (davvero sublime)che da la cifra del tuo decadimento.
    p.s. occhio cò tutto sto sangue al cervello, sai l’età non ti avvantaggia

  20. Caro el Greco: è impossibile ci si sia sentiti per innumerevoli motivi.

    Il primo è che io non solo non lavoro per l’Ansa , ma non lo farei nemmeno se mi puntassero un mitra contro. Vi ho fatto una sostituzione e la cosa migliore è stata liberarsi per sempre del glande chef triestino(fosse per sempre, sarebbe un sogno… ).

    La seconda è che sono incappata per caso (via Corriere) su Macchianera.

    La terza è che il numero di telefono di Gianluca me l’ha dato Sabelli Fioretti.

    La quarta è che ho seguito in diretta le vicende d’agenzia (Ansa), visto che convivo con un sopravvissuto (mica male, un anno fa ero in Slovenia con un ‘morto da agenzia’) e mi sto SBELLICANDO per il recupero della notizia a qualsivoglia livello

    La quinta è che lavoro per Apcom.

    Saluti

    la Ragazza del Bar

    Ps: piantatela. Avete affossato un sito. Volete fare il bis con un blog?

  21. Rocks, quindi il fatto che MN sia orrido dipende dai commenti, non dai post? Okay. E perche’ non metti i commenti a Camillo e poi ne riparliamo. Guardati anche quelli di Rolli per capire piu’ o meno quello che c’e’ in giro..

  22. La fine del giornalismo

    La vicenda del Rapporto USA sull’uccisione dell’agente Calipari (per un riepilogo di ciò che è avvenuto puoi leggere su Macchianera qui ) rappresenta, a mio modo di vedere, il “segno” della fine del giornalismo così come lo conosciamo; intendiamoci, no…

  23. Be’, si quello che dice Gianluca nel suo ultimo post mi pare che sia giusto ed equilibrato. Giorno di festa per i forumisti e i blogger. E soprattutto questo dimostra che i/le blogger invece di avere (spesso ma non sempre) il complesso di quelli piccoli/e, che nessuno se li/e fila, dovrebbero lavorare, bene, con intelligenza e furbizia (se ne hanno voglia). Viene fuori da questo 1 maggio dei blogger (spesso carrozzone di precari) che il fatto di venire pagati non è un merito, ma un’aggravante :-), quando non si sappia fare il proprio lavoro. E sul cartaceo è (spesso ma non sempre) la regola. Che lo sia sui blog poco male. Nessuno/a si sogna di spacciarla per “informazione”. Che sia invece, davvero, quella dei blogger una informazione altra :-)

  24. Il rapporto Calipari senza omissis

    Nel racconto di Gianluca neri di Macchianera, la “scoperta” del documento PDF scaricabile su vari siti. Il bello e’ che i giornali hanno ripreso la notizia senza citare la fonte…

  25. Omissisgate

    In sintesi ieri, sui blog e non solo, è successo questo, per chi non lo sapesse – e la questione merita di essere seguita da vicino, chè è tutt’altro che finita. Antefatto Il comando americano a Bagdad rende pubbliche le…

  26. Io avevo quindici anni quando c’è stata la strage di Bologna e ricordo tante e tante manifestazioni, dove l’allora presidente dell’Associazione Vittime della Strage; Torquato Secci, chiedeva l’abolizione del segreto di stato, degli omississi e di tutto quello che nascondeva le responsabilità sull’evento. E credo che questo sia applicabile a tutti i segreti, a tutta la strategia della tensione e ad altri orrori italiani di cui non conosciamo mandanti e responsabili.
    Quello che ha fatto Neri, lasciando perdere tutte le altre discussioni, ha per me e non solo, penso, un altissimo valore simbolico.
    Il gesto simbolico dello svelamento delle parti coperte di quel documento è qualcosa per cui gli sono intanto profondamente grata. E’ stato abilissimo e il sito, lo dico per Christian Rocca, e te lo dice una “insospettabile”, non è affatto orrido. Anzi. I commenti ne dimostrano la vitalità, non mettere commenti e poi parlare è un po’ troppo comodo. Te lo dice una che da Neri e da altri non è stata certo coccolata ma non me ne frega niente. Questo è uno spazio di libertà e di intelligenze. E davvero, il gesto oltre alla valenza oggettiva ne ha una simbolica che in qualche modo mi riscatta di un dolore antico. Di una parte del dolore antico subito ormai 25 anni fa dalla mia città. Da quella cosa minacciosa e misteriosa che era il segreto e che tutti i politici a turno promettevano di togliere. Grazie a Neri, sinceramente.

  27. che strano il destino.un muio amoco mi avevav consigliato di leggere il tuo blog qualche giorno fa, per trovare qualcuno che facesse della buona controinformazione…
    IL MIO AMICO E’ UIN MAGO!!!!!!!

  28. Chi ce l’ha più lungo (il link)

    Avete letto i giornali ieri? Io no, per motivi che non vado a spiegare. Ma li recupero presto. Qualcosa di particolarmente interessante da segnalare, intanto? Chiedo perchè mi serve. Come sempre grazie. Ultime cose sul caso degli omissis, e poi…

Rispondi