Coercizione sanitaria

Quel che accadde durante la liberazione di Giuliana Sgrena probabilmente non lo sapremo mai. C’è da farsene una ragione. Ciò che al contrario mi lascia un poco perplesso sono i tempi del secondo rilascio. Quello che la vedrebbe abbandonare, dimessa, il Poliniclinico militare del Celio. Proprio non ricordo si fosse fatta chiarezza sulle condizioni di salute della giornalista de Il Manifesto, non tanto sul come sia stata ferita ma sulla gravità della cosa. A me pare, per quel che ho letto, che le ferite riportate non destassero preoccupazione. E allora per quale motivo è da quattordici giorni nelle mani dei medici del Policlinico militare? Trasferirla in un ospedale civile? E perché i bollettini medici vengono letti dal Colonnello Massimo Nardi? Ma cos’è? La piantonano?

Che nel frattempo le acque si stiano particolarmente calmando mi sembra una certezza sotto gli occhi di tutti. Sarà che io non credo ad una sola parola venga pronunciata dalle istituzioni del caso, sarà che la questione di Nicola Calipari mi ha particolarmente colpito – e come nuovo eroe della sinistra proprio non ce lo vedo, ma neanche morto, per l’appunto – sarà, infine, che in tempo di guerra c’è poco da pretendere perché comunque sia te la girano come meglio credono: resta il fatto che o mi dite che la Sgrena è grave e allora mi spiegano pure il perché ed il percome, oppure sono persuaso si possa tranquillamente trasportarla in un banalissimo ospedale o clinica privata, che non preveda signorotti di mezza età in uniforme nel menu del giorno.

(Visited 11 times, 1 visits today)

18 Comments

  1. forse perchè civili coinvolti in operazioni militari rimangono sotto responsabilità militare in caso di ferite? soprattutto, ma che differenza fa che la trasportino in un ospedale civile, non penso che notte tempo le facciano il lavaggio del cervello o desuturino le ferite come dei novelli penelope tanto per tenerla un pò di più insieme a loro.
    p.s:i signorotti di mezza età in divisa si chiamano medici

  2. Io personalmente al Celio non mi ci farei curare.
    Ma mica perché abbia qualcosa contro i militari, solo che essendo un civile mi sembrerebbe naturale essere curato in un ospedale civile.
    E poi c’è anche un’altra cosa: preferisco i medici che hanno la libertà di dire quello che gli pare, piuttosto che quelli che possono dire solo ciò che gli ordinano di dire.

  3. Che ormai (ma io penso da sempre) non si debba credere ad una sola parola delle Istituzioni (e non solo le nostre) penso sia una certezza.
    Secondo me però la stanno tenendo tanto in ospedale perchè la stanno trasformando nella donna bionica, visti i soldi spesi per il riscatto ora la trasformeranno in un cyborg da guerra!

  4. La Sgrena ha ricevuto le prime cure in un Ospedale Militare Usa in Bagdad ed avvertendo la stima e considerazione implicite che trasudano dagli scritti di cui sopra,….mi stupisco che ne sia uscita viva.
    Al Celio è stata trasferita, signori miei,non solo perchè dal suo dissequestro è entrata, sino a vicenda conclusa, nella sfera delle Forze Armate, ma siccome è stata messa immediatamente a disposizione dell’AG inquirente, con tutti gli annessi e connessi conseguenti….Inoltre,evidentemente alla Sgrena,in conclusione, andava bene anche il Celio che come struttura è all’avanguardia.
    Saluti.
    barone rosso

  5. Forse sta “contrattando” con le autorità costituite cosa dire e cosa non dire???
    Forse attendono prima di vedere cosa diranno gli USA???
    Tipo un “vai avanti te che a me vien da ridere”???

  6. Chiudiamo la settimana con l’ultimo aggiornamento in tempo reale del greggio a 56,66 $

  7. Ritengo totalmente indifferente dove la Sgrena sia attualmente ricoverata.
    Secondo me non esistono complotti o piani segreti, solo la raffica facile di ragazzi ipervitaminizzati, pompati ideologicamente, spaventati a morte, che detesatno gli iracheni (che definiscono “SAND NIGGERS”)
    Voglio verità, ma sono consapevole che questa è una parola che fa a cazzotti con “militari” che come primo insegnamento ricevono quello di celare ad ogni costo le loro porcherie.
    Concludo con una citazione di Novatore relativa a Callipari e il militare che si è sparato da solo l’altro giorno:
    “L’individuo deve negare a se stesso la guerra dei padroni, disertando l’inutile tragedia che interessa solo costoro. Che cosa idiota morire senza sapere il perchè…”

    —-

    PATRIA: Ergastolo intellettuale per semi-intelligenti, stalla dell’imbecillità, Circe che tramuta in cani e porci i suoi adoratori. Bagascia dei suoi padroni e ruffiana dello straniero. Mangiatrice dei suoi figli, calunniatrice dei suoi padri e schermitrice dei suoi eroi.
    (Renzo Novatore,1920)

  8. Ritengo totalmente indifferente dove la Sgrena sia attualmente ricoverata.
    Secondo me non esistono complotti o piani segreti, solo la raffica facile di ragazzi ipervitaminizzati, pompati ideologicamente, spaventati a morte, che detesatno gli iracheni (che definiscono “SAND NIGGERS”)
    Voglio verità, ma sono consapevole che questa è una parola che fa a cazzotti con “militari” che come primo insegnamento ricevono quello di celare ad ogni costo le loro porcherie.
    Concludo con una citazione di Novatore relativa a Calipari e il militare che si è sparato da solo l’altro giorno:
    “L’individuo deve negare a se stesso la guerra dei padroni, disertando l’inutile tragedia che interessa solo costoro. Che cosa idiota morire senza sapere il perchè…”

    —-

    PATRIA: Ergastolo intellettuale per semi-intelligenti, stalla dell’imbecillità, Circe che tramuta in cani e porci i suoi adoratori. Bagascia dei suoi padroni e ruffiana dello straniero. Mangiatrice dei suoi figli, calunniatrice dei suoi padri e schermitrice dei suoi eroi.
    (Renzo Novatore,1920)

  9. Le stanno facendo il lavaggio del cervello!!!
    Ma è talmente incrostato delle super minchiate lette e scritte in anni e anni di Manifesto, che ci vorranno mesi,forse anni, per riportarlo anche solo ad una parvenza di normalità.

  10. Caro il mio Sasaki, sulla signora Sgrena: niente di buono all’orizzonte. Tutto insabbiato e dimenticato sarà e a breve. C’è da non dormire la notte a pensare a quanta merda ci sovrasti, ci attornii. Ca y est.

  11. 19 Marzo GIORNATA ANTIMILITARISTA INTERNAZIONALE

    CONTRO tutti gli eserciti / PER la diserzione
    CONTRO tutti i nazionalismi / PER la solidarietà tra gli oppressi
    CONTRO tutte le religioni / PER il libero pensiero

    Dedicato a:
    Ateqeh Sahaleh, di 16 anni, iraniana. Impiccata il 15 agosto 2004 a Neka. “Colpevole” di disobbedienza al regime e alla religione.
    Tutti disertori e tutti gli ex soldati americani “colpevoli” di aver rifiutato gli ordini e di negare le menzogne dei loro leaders.
    Chi nella vita ha negato con forza l’autorità del potere che lo aveva umiliato.

  12. Condivido i tuoi pensieri ma quello che non riesco a togliermi ancora dalla testa è:
    Meglio la Sgrena (che comuqnue sapeva di essere a rischio) o Calipari morto più feriti?
    Meglio come fanno gli altri stati che lasciano morire i loro civili nella mani dei rapitori?
    la prossima generazione leggerà di tutto questo su un libro di storia, e come lo chiameranno i storici sto dannato periodo? Il secondo medioevo?

  13. Tranquillo One Hour Photo, alla luce degli auspici di Giulio sarà improbabile che ci siano futuri libri di storia.
    In un prossimo futuro, allorchè l’antiamericanismo non ci sarà più.Allorchè Bush, Blair e Berlusconi saranno ricordati come i peggiori incubi…facciamo fra vent’anni o giù di là.
    In questo prossimo futuro dove la terra sarà comunque abitata sempre dall’uomo.Uomo con le sue cattiverie, debolezze,fragilità, arrivismo etc. chi difenderà il Paese X dalle prevaricazioni del Paese Y e dalle sue mire espansionistiche?
    Saranno i liberi di pensiero? I disertori ed i disubbidienti del Mondo?
    barone rosso

  14. One hour, Calipari non è morto in un conflitto a fuoco con i rapitori – meglio Soffiantini o meglio Donatoni
    ? – ma sotto i colpi di una pattuglia statunitense.
    Potrebbe risuccedere in qualsiasi momento con un altro cittadino italiano presente in Iraq, sequestro o meno.
    Mi sembra che manchi proprio la base logica per formulare una domanda come la tua.

    ciao

  15. X ULTIMO:
    Non so. Purtroppo, caua prematura morte di Renzo Novatore ad opera dei Regi Carabinieri, non fu possibile appurare se si trattasse di un errore. Certo è che i pochi scritti di R.N. arrivati sino a noi sono copie di copie e presentano errori ortografici. Però, visto che Novatore odiava ogni società e partito politico, è lecito affermare che vedesse male tutti gli eroi protetti (schermiti, appunto) ed esaltati in nome della patria.

  16. X BARONE ROSSO & friends:
    Sulla contrapposizione Cuba, Corea del Nord, Iran contro Stati Uniti e l’antiamericanismo in genere (Uff!)

    Premessa: sono un grande fruitore di cultura americana, accetto compagnia di americani se viaggiando mi capita, mangio hamburger.
    Però critico spesso e volentieri molti aspetti della società americana e certe azioni che ne conseguono.
    Per essere più chiaro farò una domanda:

    “Ci sarebbe da stupirsi di più se si scoprisse che Gianfranco Stevanin (efferato serial killer) fosse anche un pedofilo, oppure se si scoprisse che il presidente dell’Associazione Genitori Cattolici italiani è un pedofilo?”

    Per questo quando capita critico violentemente gli USA, nonostante siano i portavoci mondiali della libertà.

    PS: lascia stare i libri di storia, sono spesso pieni di menzogne. In giappone il massacro di Nanchino è ancora un tabù che è costato minacce di morte ad un professore che voleva inserirlo in un libro di storia.

Rispondi