Wash Your Tank!

L’inquinamento Usa? Colpa degli stranieri

E’ vero. Non avete idea di quanto fumo produca il corpo di un iracheno in fiamme.

Secondo Harvard e altri atenei, gli States sarebbero contaminati dallo smog messicano, dal mercurio cinese e dalla sabbia africana.

Fortunatamente, per la sabbia del Sahara esiste una soluzione praticabile: lavare bene i cingoli dei carri armati prima che rientrino in patria.

(Visited 10 times, 1 visits today)

35 Comments

  1. Ad Harvard l’inquinamento ha bruciato le cellule cerebrali dei ricercatori secondo me…..

  2. si son dimenticati dell’inquinamento da biossido d’aglio importato dall’alito dei turisti di ritorno dalla Francia

  3. Beh, se costruiscono 10.000 maquilladoras abusive proprio sul confine per aggirare le leggi antiinquinamento, prima o poi il vento (veramente antidemocratico) girerà anche verso nord…

  4. …ma un bel Vaffanculo col cuore non ce lo vogliamo mettere stavolta per gli States?….

  5. Ma d’altronde, per loro stessa ammissione, sono i migliori del mondo in tutto, quindi l’autocritica non è esattamente il loro forte.

    E poi si sa che il sogno americano è impedito dagli altri popoli!

  6. Piero fai attenzione che poi arrivano Feltri e Ferrara e ti denunciano alla CIA come terrorista

  7. Ma chi cacchio e’ sto petroleum che scrive le quotazioni del barile ovunque?
    Ban

  8. Ma il vento va solo in direzione degli USA? Voglio dire, dal loro paese non esce nulla?
    Ogni tanto ho davvero paura.

  9. Caro Noel, fa nulla, a volta un cuore libero da pesi vale più di quei tanti problemi che esso può causare…..

    p.s.
    Non ricordo dove l’ho letto(forse il corriere) ma loro bruciano il 25% del petrolio mondiale e non hanno firmato il trattato di kyoto quindi se sono causa del loro male piangano se stessi.

  10. …questo non lo penso, però per quanto riguarda l’inquinamento erano loro che sostenevano che il trattato di Kyoto impedisce ai sistemi economici di prosperare, che paghino le loro scelte allora e non trovino alibi anche se…senza gli Stati Uniti il trattato diciamo ha un’efficacia tecnica ridotta o nulla.

  11. Le dinamiche atmosferiche del pianeta Terra sono formalmente imputate di attività antiamericane.
    Si sta allestendo l’enorme camera a gas per l’esecuzione.

    “Latra pure contro di me e provocami senza tregua coi tuoi guaiti”
    (Marziale, Libro V, epigramma LX)

  12. Ragazzi, un po’ di dignità.
    Che senso ha postare commenti del tipo “mi sembra di avere letto da qualche parte”? Hai letto solo un giornale? Quale? Sei ragionevolmente sicuro delle fonti? Ne hai letti altri che la pensano diversamente? Da dove arriva il dato che citi?

    Se commentate tanto per sentirvi dare ragione da altri che condividono le vostre ideologie, lo capisco, però esporre a migliaia di lettori il vostro pressapochismo ideologizzato e completamente non informativo è molto desolante per chi legge.

  13. comunque il sahara e’ in africa e l’iraq in asia.

    e tu, l’ha mai tracciata una linea sulla sabbia?

  14. Adesso io ho un dubbio tremendo, volevo scrivere una cosa riguardo al trattato di Kyoto che però ho letto non ricordo dove ma Ultimo mi ha segato le gambine ancora prima di iniziare.
    E non è tanto per il pressapochismo ideologizzato che suona proprio bene e secondo me mi dona una cifra, ma è per non desolare chi legge.
    Su questo blog mi pare che ultimamente le donne ci passino solo nude sotto forma di post e non vorrei che adesso se io ci passo vestita da pressapochista ideologizzata, mi si desolano tutti i commentatori di questo post.
    Acc….devo ricordami dove ho letto quella cosa.

  15. Vedi Ultimo non sono assolutamente daccordo, il fatto di non ricordare esattamente la fonte non significa necessariamente che la notizia sia falsa, certo perde di forza un sentito dire questo si, inoltre non scrivo per bearmi di me stesso riconoscendomi nelle opinioni altrui, sei comunque libero di non crederci.

    ps.
    Comunque la fonte comunque era il sole 24 ore.

    p.p.s.
    Attraverso google si può accedere ad un’infinità di fonti che confermano la mia desolante disinformazione

  16. Bella questa! Ci mancava che anche da Harvard arrivassero ‘ste minchiate…Ma chi li ha pagati questo per non parlare del non ratificato trattato di kyoto e per accusare addirittura la sabbia del Sahara? e noi in Italia allora saremmo ricoperti di dune secondo loro…ma per cortesia!
    Cmq io la soluzione ce l’avrei, bombardare anche il messico e creare uno scudo spaziale contro la sabbia del Sahara…secondo me son cose degne di Bush…

    @Ultimo: concordo con Piero, non capisco questo fiscalismo sulla fonte, non siamo mica in una commissione d’inchiesta o in tribunale. E ormai lo abbiamo sentito dire tutti da cosi’ tante parti (Tv, giornali, blog, internet, documentari e dossier) che gli States sono produttori di circa un quarto dei ”gas serra” che e’ impossibile ricordare tutte le fonti.
    e scusami se il mio ”pressapochismo ideologizzato” ti lascia desolato…vai a leggere e commentare altrove allora, scusa.

    @vis: grande, mi hai fatto fare una bella risata!!

  17. Ieri sera al TG1 hanno fatto vedere che i capoccia del G8 (non i torturatori, i ministri dell’ambiente) si sono trovati ad una tavola rotonda per discutere delle problematiche legate all’effetto serra. La novità è che hanno partecipato anche India e Cina.
    A parte che ormai è già tardi, a parte che tanto i paesi in via di sviluppo non hanno i mezzi necessari per ridurre l’inquinamento atmosferico, a parte che la Cina non fa nessuno sforzo per spegnere i colossali incendi interni e permanenti (si protraggono per anni) nelle sue miniere di carbone.
    Ultimi appunti:
    per rinvigorire l’economia stanca del modenese la giunta DS ha ben pensato di construire un gigantesco autodromo per manifestazioni e corsi di guida sicura e mega centro commerciale annesso. Contro la tecnocrazia del motore a Modena la zona è già stata ribattezzata tristemente “Tumor Valley”.
    Parlando con uno dei maggiori esperti italiani di ceramica (prof. Manfredini, univ. di Modena) mi disse che in Brasile tutti i forni da ceramica vanno a carbone. Però si potrebbe benissimo usare il metano estratto in Colombia. Certo, si aspetta solo che gli USA dicano: “Ok, you can go!”…temo che questo segnale non arriverà mai. E’ così che va il mondo.

    —-

    “Latra pure contro di me e provocami senza tregua coi tuoi guaiti”
    (Marziale, Libro V, epigramma LX)

  18. Piero ha ragione, gli USA bruciano più del 25% di tutto il petrolio mondiale. Di più: il consumo pro capite di petrolio negli USA è più del doppio di quello in Italia. Per il sospettosissimo Ultimo: questi dati vengono pubblicati dall’ENI sulla loro rivista “World Oil and Gas Review” disponibile sul loro sito.

  19. E intanto si scopre l’acqua calda, pardon, la “Terra calda”…

    LONDRA – Il quotidiano britannico “The Independent” ha pubblicato in prima pagina i risultati di uno studio scientifico internazionale secondo cui “il surriscaldamento globale della Terra e’ un disastro causato dall’uomo”. L’equipe di esperti citata dal giornale ha annunciato che e’ stata raggiunta la prova “del collegamento fra l’aumento della temperatura degli oceani e l’inquinamento dell’atmosfera”. Nesso negato finora soprattutto dall’Amministrazione americana di George Bush: la Casa Bianca, sostenendo che i cambiamenti climatici sono un fenomeno naturale, non ha firmato il Protocollo di Kyoto. (Agr)

    —-

    “Latra pure contro di me e provocami senza tregua coi tuoi guaiti”
    (Marziale, Libro V, epigramma LX)

    “Cristo non era cristiano”

  20. Tony, se non disturbo farò di meglio, mi incatenerò ai cancelli virtuali di Macchianera e mi darò fuoco per protesta.
    Ovviamente nuda e ovviamente con l’olio di colza che costa meno.

    E comunque l’inquinamento americano non esiste, gli americano si sono solo accollati come sempre il compito di salvare il mondo.
    Il surriscaldamento della terra consente un maggiore sviluppo dell’agricoltura e quindi una soluzione per far fronte alla fame nel mondo.
    Questo hanno detto….

  21. Quello che trovo incredibile è che ci sono in giro un sacco di ciechi fanatici entusiasti filo ultras americani, che sarebbero disposti a farsi bombardare la casa dai marines yankee piuttosto che trombare la con la fidanzata. Se mai ne hanno una.

  22. Bravo Natalino!!!!!
    Complimenti vivissimi.
    Sono davvero contenta che tu sia riuscito a ottenere quello che volevi.

  23. Più i popoli tendono a fare gli anti – americani, più tendono a copiare dagli Usa. Letto da qualche parte. (Il sole 24 ore, probabilmente).
    hihihihihii

  24. Bravo Natalino

    Ora perà Enzo Coffani potrebbe gentilmente spiegarmi perché commenta ad capocchiam? Io non so che gli abbia fatto il sor GNeri, ma tutto quello che scrive nei commenti non c’entra una cippa col post, e io non sono il sor GNeri, quindi non capisco di che va blaterando…

  25. Leggetevi la didascalia e “godetevi” il video a questo indirizzo. Io NEGO la civiltà di questi individui come la NEGO di Al Zarqawi.
    Questo sito è per molti aspetti deprecabile per i suoi contenuti ma spesso mostra cose sulla guerra in Iraq che altri media non mostrano.

    http://www.ogrish.com/archives/dog_shooting_in_iraq_for_fun_Mar_16_2005.html

    —-

    “Latra pure contro di me e provocami senza tregua coi tuoi guaiti”
    (Marziale, Libro V, epigramma LX)

    “Cristo non era cristiano”

  26. @Gianfilippo, se per te criticare significa essere anti…, poco più su rispondevo che non considero gli Stati Uniti la causa di tutti i guai. Certo non sono stato gentile o caritatevole dicendo che essendo loro stessi causa dei guai di cui si lamentano, paghino sulla loro pelle. Ecco allora possiamo discutere civilmente sui dati che proponevo oppure potevo essere ripreso per l’atteggiamento di cui sopra ma…

  27. Poveri States e povero Bush.
    Non credo che ci possa essere un paragone ed una comparazione migliore con satana.
    Ogni cosa e tutto è meglio dell’America,persino le democraticissime Cina,Corea del Nord e Cuba.
    Strano però che ci mandiamo i nostri figli per i masters ed ogni tipo di specializzazione.
    Strano che in quello schifo soggiornano i migliori ricercatori anche nostrani della medicina,della fisica e quant’altro.
    Strano che ancora da satana ci sia Wall Street e che si dettino i tempi economici del mondo.
    Certamente, satana, sta guidando la schifosissima globalizzazione.
    Siamo certi di identificarci tutti quanti in tanti Robinson Crosue?
    Perchè tu e tu, questa settimana avete cambiato il cellulare?
    Perchè tu e tu state usando Windows e non Chinatrade o Cubarianinternet?
    Noi dall’abbeveratoio USA ci dissetiamo ogni giorno e dalla sua greppia mangiamo a sazietà,ma quando la pancia è piena è facile sputare sul piatto appena usato.
    …Ma forse dietro c’è il solito senso di colpa che serpeggia nel nostro subconscio, a partire dall’11 settembre in poi.
    Almeno, in fatto di chiacchiere, siamo tutti molto propositivi.
    barone rosso

  28. Essere clementi con chi sbraccia di fronte alla maestra per ripetere a memoria la poesiiola, è molto più difficile che esserlo per quel pidocchioso laggù in ultima fila che la poesia se l’è scritta tutta sul palmo della mano, ma se ne guarda bene dal chidere di ripeterla.

    Io se si potesse organizzarsi un piattino per mangiare senza l’aiuto di Bush sarei ben contenta, ma il nostro presidente pretenderebbe anche che quel piattino che ci costringe a frequentare, lo leccassimo accuratamente dopo aver consumato il frugale pasto.
    Perchè ultimamente non è che si mangi un granchè bene….

Rispondi