Poi uno dice: “i Talebani”

Camillo, com’è noto, non ha i permalink, indi per cui sono costretto a riportare il capture di un apparente innocuo post apparso qualche giorno fa:

camillo-tshirt.gif

Ora, siccome siete gente sveglia, vi starete certamente chiedendo chissà stavolta questo dove vuole andare a parare.
Non voglio che veniate tutti a Nisida, no. Vi chiedo solo di visitare i due link riportati da Cristian Rocca: conducono a pagine web nelle quali si vendono online le seguenti t-shirt “neocone”.


Primo link
   
Secondo link

E fin qui va bene, ché un po’ di ironia non fa mai male. Poi sta ad ognuno pesare l’ironia col proprio personale bilancino, ma questa è un’altra questione (perché, detto tra noi, uno può anche divertirsi in modo più che lecito leggendo frasi tipo: Ho castrato il mio gatto, ora è di sinistra” o Un piano realistico per la pace nel mondo: una bomba nucleare sulla luna”).
Il problema è che lo stesso sito indicato da Rocca, ThoseShirts.com, commercializza una terza maglietta che meglio delle altre manifesta il pensiero neocone e, soprattutto, un’inquietante mancanza di umorismo:

“We should invade their countries, kill their leaders and convert them to Christianity.”
(Ann Coulter – September 13, 2001)

Letteralmente:

“Dovremmo invadere i loro paesi, uccidere i loro capi e convertirli al Cristianesimo.”
(Ann Coulter – September 13, 2001)

Altre perle dal medesimo sito di e-commerce fonte di ispirazione e matte risate per Camillo: una serie di varie immagini di pistole e la scritta Celebrare la diversità”; lo U.S. Armed Force Freedom World Tour” (che, inspiegabilmente, salta il Vietnam); Gli Hippy puzzano”, La prima regola per la sicurezza nel possesso delle armi: non farmi incazzare”, l’immagine dello Zio Sam che stritola un islamico corredata dall’invito Mandane ancora, Allah!” e, infine, Friggete Mumia (con tanto di gagliardo gioco di parole tra “free” / liberare e “fry” / friggere).

Ladies and gentleman, abbiamo appena trasmesso La rivoluzione democratica dei neoconservatori.


La sitodotata Ann Coulter protagonista della t-shirt, per la cronaca, è autrice del libro “Come parlare a uno di sinistra (se proprio devi)”, ed è stata eletta “Giornalista Conservatrice dell’anno”, premio conferitole “per la sua infallibile dedizione alla verità, alla libertà e ai valori conservatori e per essere un esemplare, in parole ed atti, di quello ciò che dovrebbe essere un vero leader”.

Analizziamo allora nel dettaglio, queste parole e questi atti:

“[Clinton] si masturba nei lavandini.”
(Ann CoulterRivera Live, 2/8/99)
“Dio ci ha dato la terra. Noi abbiamo il dominio sulle piante, gli animali, gli alberi. Dio ha detto: «La Terra è vostra. Prendetela. Stupratela. E’ vostra.”
(Ann CoulterHannity & Colmes, 20/6/01)

Ad un paralitico, vittima della guerra nel Vietnam:

“Sono state persone come lei che ci hanno fatto perdere quella guerra.”
(Ann CoulterMSNBC)
“Donne come Pamela Harriman e Patricia Duff dalla vita in giù sono praticamente come Anna Nicole Smith. Chiamiamole per quello che sono: puttane”.
(Ann CoulterSalon.com, 16/11/00)

Dopo la morte della principessa Diana:

“I suoi bambini sapevano che dormiva con tutti quegli uomini. A me pare esattamente la definizione per descrivere una «pessima madre»… Qui si sta per caso dicendo che è corretto ostentare sesso prematrimoniale di fronte ai propri bambini?… [Diana era] una persona insipida e patetica: io non ho mai avuto la bulimia! Io non ho mai avuto una storia extraconiugale! Io non ho mai avuto un divorzio! Per questo io non penso che lei sia migliore di me.”
(Ann CoulterMSNBC, 12/9/97)
“Io credo che si debbano istituire una prova di alfabetismo e una tassa, per permettere alle persone di votare.”
(Ann CoulterHannity & Colmes, 17/8/99)
“Io penso che [le donne] debbano poter essere ammesse nell’esercito, ma allo stesso tempo credo che vada impedito che possano votare.”
(Ann CoulterPolitically Incorrect, 26/2/01)
(Visited 14 times, 1 visits today)

1 Trackback / Pingback

  1. www

Rispondi