Kawasaki, sei finito!

Assieme all’uscita del libro che ne racconta la prigionia, Salvatore Stefio, uno dei quattro ragazzi rapiti illo tempore in Iraq, ha da qualche giorno un suo weblog. Dal quale, aderendo ad una segnalazione di Lia, prendo un post sul concetto di neopat, uno scavalcamento a destra dell’ormai mitico ex-terzino della Roma:

La forza della Libertà
I pilastri della Libertà sono:
Fede e Patriottismo.
La Fede è una emanazione visibile della grandezza di Dio, dove gli Uomini, identificandosi nel Cristo, si verticalizzano nella comprensione di Dio.
Il Patriottismo è l’emanazione visibile della grandezza della Nazione, dove gli Uomini, identificandosi nella Bandiera, si verticalizzano nella comprensione del Mondo.
Queste due verticalizzazioni, assumono l’immagine di due pilastri che supportano il peso della Libertà.
La Fede ed il Patriottismo sostengono la Libertà, ne sono elementi fondanti e necessari.
Vi invito a commentare questo mio pensiero, ritenendolo utile alla crescita culturale di una visione neocon per l’Italia, o meglio neopat (neopatriottica).
(Visited 16 times, 1 visits today)

36 Comments

  1. E’ fin troppo facile riportare su questo sito i pensieri di Salvatore Stefio e poi ridicolizzarli. Anca crede che tutto sommato il pensiero di questo ragazzo non faccia una piega. Poi che lui sia un esaltato non mi interessa. Infatti lo hanno rapito. Come tutti gli esaltati. A casa, tutti.

  2. Lungi da me ridicolizzarlo. Io l’ho segnalato. E mi leggero’ pure il libro. Pero’ ho delle idee diverse dalle sue. Molto.
    A me piacciono da morire le foto della terra vista dall’alto: quelle in cui non si vedono i confini tra le diverse partie..

  3. Dottori, se facciamo un giro per i 100000 e piu’ blog di splinder o di qualunque altra piattaforma troviamo ben di peggio. Non farei di questo qui un maitre a penser (o come diavolo si scrive). E’ solo un esaltato che, per le sue idee deviate, e’ andato in Iraq a menar le mani. E poi ha passato tot giorni nelle mani di gente esaltata come lui ma piu’ in gamba di lui che l’ha pure graziato (cosa che penso l’abbia un pochino turbato). E adesso, ha pensato, come tutti noi d’altronde, che scrivere cazzate su un blog e’ molto meno pericoloso che metterle in pratica.

  4. A muso duro: perchè non se lo sono tenuto? Stava benissimo dov’era: di Fede e Patriottismo non c’è penuria in Irak. Mancano ragione e umanità, e infatti ci hanno tolto Baldoni.

  5. A queste parole io rispondo con quelle di Renzo Novatore:
    DIO: Parto di fantasie malate. Abitatore di cervelli senili e impotenti. Compagno e confortatore di spiriti rancidi nati alla schiavitù. Cocaina per isterici. Pillola per menti stitiche chiuse al sapere. Marxismo per cuori rammolliti.
    PATRIA: Ergastolo intellettuale per semi-intelligenti, stalla dell’imbecillità, Circe che tramuta in cani e porci i suoi adoratori. Bagascia dei suoi padroni e ruffiana dello straniero. Mangiatrice dei suoi figli, calunniatrice dei suoi padri e schermitrice dei suoi eroi.

    In più aggiungo una pisciata (purtroppo simbolica) sulla tomba di Andrea Arrigoni (il reazionario uccisore di Galyna Shafranek e di 2 sbirri)

  6. A margine (il blog di Stefio non lo conoscevo; leggerò): Zuck, visto che erano così in gamba potevano anche graziarli tutti, già che c’erano.

  7. “E adesso, ha pensato, come tutti noi d’altronde, che scrivere cazzate su un blog e’ molto meno pericoloso che metterle in pratica”. Questa frase merita un applauso. Senza ironia.

  8. Ragazzi, basta con questa stronzata del potevano tenerselo. La prigionia non si augura a nessuna.
    Sulle idee politiche e di vita si puo’ e si deve discutere. E se tanti nei commenti al suo blog sono d’accordo con quella visione, magari e’ il caso di domandarsi perche’ si e’ tornati a questo patriottismo e che fare per allontanarsene…

  9. Non ho letto il blog di Stefio, nè lo leggerò. Le frasi qui sopra riportate sono banalità prive di significato, che possono attecchire e suscitare entusiasmo solo in minus habentes privi di qualsiasi cognizione storica, filosofica, politica. Uno stato evolutivo disgraziato.
    Si obietterà: ma sono proprio tanti, sono sempre di più, e bisogna averne paura.
    E se, invece, si cominciasse a riderne? Prenderli sul serio, dare loro visibilità e peso è la maniera migliore per convincerli che stanno facendo “la cosa giusta”…

  10. Sono andato a visionare il blog di Stefio (di cui non sospettavo l’esistenza (ahimé, avrei dovuto immaginarlo): mi si sono verticalizzati i capelli! Concordo, tuttavia, con slowhand…

  11. Anche la frase di David merita un applauso, senza ironia.
    Ironia che è di sicuro l'”arma” (termine insieme infelice ed azzeccato) per difendere noi ed il futuro da questi pensieri-brodo che ormai dilagano.
    Subito dopo le battute, però, analizziamoci per capire il perchè, dilaghino.

  12. Non gli ho augurato la prigionia. Dico solo che c’è una paurosa affinità tra lui e chi lo teneva, dico che Fede e Patria sono ciò che lo ha imprigionato.

  13. Bravo Fenchurch.
    L’eroe italiano è come i suoi sequestratori.
    Credono nelle stesse cose, ognuno a modo suo.
    Io non sono nessuno per giudicare quale dei due modi sia quello giusto.
    Vertical limit.

  14. Tra l’altro è pure vagamente blasfemo. “gli uomini, identificandosi nel Cristo”. Mi sa che ha esagerato con la verticalizzazione.

  15. Sono d’accordo che questo tipo di retorica faccia ridere: Stefio utilizza termini di cui, peraltro, dimostra di ignorare il vero significato. Ma volerlo equiparare a chi lo rapì mi pare abbastanza ignobile, anche se, purtroppo, non mi stupisce affatto.

  16. Più che la verticalizzazione valori così descritti portano l’orizzontalizzazione. Ma in fondo alla fine c’è proprio questo, il senso di morte, la celebrazione dell’eroismo della morte. C’è il trionfo della morte sulla vita. Classico di ogni metanarrazione su nazione-stato-Dio.

  17. Fabrizio, la migliore cura per i pericoli del patriottismo nazionalista è l’Europa.
    Lo ha ben capito Ciampi, che ha ritirato fuori gli ideali patrii per tenere insieme L’Italia scossa dalle tensioni delle piccole nazioni che non vedono di buon occhio l’ingresso in Europa. E’ un pattriottismo di pace, una rivendicazione delle cose buone che abbiamo fatto per metterle in comune con gli altri in una competizione al meglio. E’ inclusivo.

  18. E’ ignobile dire che è stato vittima delle stesse ideologie in cui dice di credere? Da un giordanobruno mi aspettavo di meglio.

  19. E’ ignobile dire che è stato vittima delle stesse ideologie in cui dice di credere?

    Direi di si, visto che proverà anche a fare il pensatore, ma lì ci stava, molto meno prosaicamente, per lavoro. Se poi vogliamo disquisire sul suo lavoro, sulle sue scelte, sulle sue idee, temo che il discorso vada bene anche per altri rapiti.

    E comunque, io da te mi aspettavo, invece, nè più nè meno di quello che hai scritto.

  20. Povero Coffani, è una settimana che segnala ovunque su questo sito il blog di Stefio e ora che finalmente qualcuno ci fa un bel post, la citazione è per Lia.
    ah! le solite discriminazioni sessuali :-)

  21. ma stefio è quello col padre esaltato ex carabiniere che è andato a prenderlo con la bandiera?
    ora capisco

  22. Una domanda da fesso, e che forse c’entra poco, ma mi sento di farla lo stesso: esiste la sicurezza che quello che scrive sia davvero Stefio, oppure potrebbe trattarsi di qualcuno che ne utilizza il nome?

Rispondi