Tre G di Piero e tre T di Sergio

Senza Cuore - di Gianluca Neri: Clicca qui per leggere l'articolo in formato PDFSenza Cuore - di Gianluca Neriil RiformistaNel giorno del trionfo di Massimo D’Alema, il cui discorso si è concluso con un’ovazione, il Palalottomatica era vuoto per metà. La scusa addotta dalle centinaia di delegati assenti ha causato l’imbarazzo degli organizzatori per gran parte della giornata: tutti sostenevano di essersi impegnati come padrini a un battesimo. La situazione si è risolta in serata, quando si è riusciti a chiarire che non si trattava di una falsa giustificazione: Sergio Cofferati ha ringraziato quanti hanno rinunciato al congresso per partecipare al battesimo degli ultimi arrivati tra i suoi futuri eredi.
Era purtroppo assente per il secondo giorno consecutivo anche Piero Fassino. Allarmati per non averlo visto presentarsi alla colazione in albergo, gli organizzatori hanno poi chiarito il motivo della reiterata mancata partecipazione: al segretario era stato suggerito di «rispondere a coloro che non si sono sperticati in lodi». Piero Fassino ha tranquillizzato tutti in serata e garantito la propria presenza per la giornata seguente, annunciando di aver prenotato un posto di seconda classe sul rapido Lodi-Roma.
Alla dichiarazione di Romano Prodi, secondo il quale «questo governo non ce la farà perché non ha grana fina», dal vicino Palazzo dei Congressi dell’Eur Silvio Berlusconi ha ribattuto che basta averla, la grana.
Il segretario Fassino, rintracciato via cellulare dai giornalisti appena passata la stazione di Piacenza, parlando del moderno welfare ha sostenuto che è venuto «il tempo delle tre “G”: Generazioni, Generi e Genti», che subentra all’era delle tre “I” di Berlusconi: “Inglese, Internet e Impresa” e ha avuto la meglio sulla proposta del sindaco di Bologna, inevitabilmente basata sulle tre “T”: “Torri, Tortellini e Tette”. La mozione di Sergio Cofferati è stata bocciata dai delegati presenti, che lo hanno ritenuto poco ferrato soprattutto su torri e tortellini.
È stata invece accolta con entusiasmo l’apertura di Fassino a Marco Pannella. Il segretario radicale si trova così tra due fuochi, avendo contemporaneamente ricevuto un’offerta da parte di Silvio Berlusconi. Marco Pannella ha dichiarato che si riserva di prendere una decisione solo dopo aver sentito la proposta di Sky.
Massimo D’Alema nel corso del proprio intervento incentrato sulla “nascita di una nuova sinistra” ha ringraziato i 1576 delegati: «perché siete stati voi, uno per uno, a concepirla». Tra i commenti a fine giornata, quello di Sergio Cofferati: «Almeno stavolta non sono l’unico sospettato».

(Gianluca Neriil Riformista, 5/2/2005)
(Visited 5 times, 1 visits today)

5 Comments

  1. Pippo: Cremona un par di balle, fesso. Cerca “tre T” e “Bologna” su Google.
    Poi, ecco, faccio ammenda: non conosco – colpevolmente – le famose tre T di Cremona. Ah! Cremona Caput Mundi!

Rispondi