…I’m standing here in the pouring rain, where the fuck’s my fucking train?

Da qualche giorno gira su internet (*) la canzuncella della metropolitana di Londra, che, come ormai sanno tutti, è una, ehm, cover/parodia di Going underground dei The Jam.

Comunque, la notizia è questa: la sopramenzionata canzuncella fa parte di un album, Fitness to practice, scritto, suonato e cantato da due studenti di medicina dell’Imperial College di Londra, Adam Kay e Suman Biswas. L’album è in vendita a 5 sterline e mezza e il ricavato della vendita andrà in beneficenza (al Macmillan Cancer Relief).

(Rimango dell’idea che qualcuno dovrebbe scrivere una cosa simile in onore della metro di Roma…)

(*) Ne ha parlato anche Simona su Euston Station, ma non funzionano i permalink…comunque è il post del 14 gennaio.

(Visited 8 times, 1 visits today)

24 Comments

  1. Dipende, gli spunti non mancano, alcuni sono già pronti:
    Classico:
    “Binaaarioo / triste e solitariooo / tu che portasti via / insieme con quel treno / la giovinezza miaaaa”
    Cantautorale:
    “Ma quando arrivi treno / portami lontano…”
    o, per i più arrabbiati:
    “sembrava un giovane puledro / che appena liberato il freno / mordesse la rotaia / con muscoli d’acciaio / con forza cieca di baleno”
    Pop:
    “Com’è bello andare in giro / con le ali sotto i piedi…”
    Dance:
    “Treno / comunque vadano le cose lui passa / e non gli importa se qualcuno è in ritardo / puoi chiamarlo bastardo / ma intanto è già andato”

  2. Non prendo la metro da un po’ di tempo. Ma se non ricordo male le cose, la conzone potrebbe essere quel vecchio motivetto che fa “stretti, strettiiii…”

  3. … che ha lasciato il tag corsivo aperto, che poi si allaga il blog?

    (Sentita, la canzone. Ho riso tantissimo!)

  4. i’m standing here in the pouring rain, where the f

    da qualche giorno gira su internet (*) la canzuncella della metropolitana di londra, che, come ormai sanno tutti, è una, ehm, cover/parodia di going underground dei the jam.

    comunque, la notizia è questa: la sopramenzionata canzuncella fa parte di…

  5. Intellettualistico:
    “E per un istante ritorna / la voglia di vivere / a un’altra velocità / passano ancora lenti i treni verso l’EUR”

  6. Esistenzialista:
    “Fai un salto alla stazione, per cercare il tuo treno, / troverai disperazione, che per venire qui lascia il sereno. / Fai un salto alla partita, troverai mille persone, / che si calciano la vita, fissi dietro un unico pallone. /
    E la voce che mi esce, si disperde tra le case, /
    sempre più lontana, se non la conosci, è l’angoscia metropolitana”

  7. = F. Battiato, “I treni di Tozeur”. Cfr. sopra alla voce “intellettualistico”.
    Scelta felice.
    Chi procede alla stesura del testo? Si fa un lavoro collettivo?

  8. paolo – non credere che “London Underground” sia meno volgare…:

    «some people might like to get a train to work, or drive in, in a beemer or a merc
    some guys like to travel in a bus, but I can’t be bothered with the fuss
    today I’ve got to take my bike, cos once again the tube’s on strike
    the greedy bastards want extra pay, for sitting on their arse all day
    even though they earn 30k
    so I’m standing here in the pouring rain, where the fuck’s my fucking train?

    london underground (london underground)
    they’re all lazy fucking useless cunts
    london underground (london underground)
    they’re all greedy cunts, I want to shoot them all with a rifle

    all they say is please mind the doors, and they learnt that on the 2 day course
    this job could be done by a four year old, they just leave us freezing in the cold
    so what you smell is what you get, burger king and piss and sweat
    you roast to death in the boiling heat, with tourists treading on your feet
    and chewing gum on every seat
    so don’t tell me to mind the gap, I want my fucking money back

    london underground (london underground)
    they’re all lazy fucking useless cunts
    london underground (london underground)
    they’re all greedy cunts, I want to shoot them all with a rifle

    lalalala lalalala

    the floors are sticky and the seats are damp, every platform has a fucking tramp
    but the drivers get the day off when, we’re all late for work again

    london underground (london underground)
    wa-wa-wankers, they’re all wankers
    london underground (london underground)
    take your oyster card and shove it up your arsehole.»

  9. Per carità l’avevo pure capita, sarà che è in inglese ma come dire, mi sembra un pochino (poco) più soft. Ai posters l’ardua sentenza.

  10. Originale:
    Nei villaggi di frontiera guardano passare i treni
    le strade deserte di Tozeur
    Da una casa lontana tua madre mi vede
    si ricorda di me delle mie abitudini
    E per un istante ritorna la voglia di vivere
    a un’altra velocità
    Passano ancora lenti i treni per Tozeur

    Remix:
    Nelle stazioni di frontiera guardano passare le metro
    le strade deserte di Anagnina
    Da un maccarello lontano tua madre mi vede
    si ricorda di me delle mie abitudini
    E per un istante ritorna la voglia di arrivare a un’altra velocità
    Passano ancora lenti i treni per Tozeur

  11. Che poi mi chiedo, se i londinesi si lamentano così dei loro mezzi, noi romani altro che parodie di canzoni, dovremmo passare direttamente a rivoluzioni che al confronto quella francese e russa sembrano parodie…

  12. withnail – bada, da fuori sembra tutto rose e fiori, ma effettivamente la metro a londra ultimamente sciopera a giorni alterni…

  13. Basically nothing worth genttig excited about. New models come in 8 32 and 64gig. The 32 and 64gig ipods have a little faster processor. I have a second gen and was very excited for a long time about the third gen; especially with all the rumors. If you are really interested watch the apple kenote on there website. It details everthing not so new and different. I am going to stick with my second gen for now. You should check out the touch screen Zune coming out on 9/15. Look up some previews on youtube.

Rispondi