Aderenza parziale

Quando i tiggì di tutte le reti vi mostreranno lo straordinario successo del blocco totale dei veicoli a motore(*) nella città di Roma, mostrando solo immagini del centro, pensateci su.
Quelle che potete vedere nel video sono immagini girate oggi, fra le ore 11 e le 11:15, ai margini della fascia verde, sulla Nomentana, e in via Ugo Ojetti. E fra le strade che separano queste due vie, che invece nella fascia verde ci sono eccome.
Sono assolutamente certo che tutte le auto perimetrali che vedete non avranno superato il perimetro, e che tutti gli altri erano tifosi (di calcio, non di basket o pallavolo) diretti allo stadio, religiosi pronti a officiare un rito, lavoratori con dichiarazione del datore di lavoro, pompieri, poliziotti impegnati in indagini, medici, farmacisti, sorelle e cugini, nipoti di una sposa, padri di un bambino cresimato, zii d’America di un nipote da battezzare, giornalisti, nipoti di anziani improvvisamente defunti da seppellire.
E splendidi esempi di aderenze ai blocchi totali all’italiana. In perfetta linea con la notizia che a Roma il blocco termina alle 15. Grazie per averlo detto soltanto oggi.

WindowsMediaPlayerPer scaricare Blocco Totale clicca qui o sull’immagine. Dimensioni: 2,96 Mb Durata:56″


(*)Totale, tranne che per:
* Autoveicoli elettrici e a trazione ibrida
* Autoveicoli alimentati a metano o a Gpl
* Autoveicoli euro 4
* Autoveicoli adibiti a servizio di Polizia, Emergenza anche sociale, Soccorso e Pronto Intervento per acqua, luce, gas, telefono e impianti di regolazione del traffico, ascensori e impianti di riscaldamento.
* Autoveicoli adibiti al trasporto di persone sottoposte a misure di sicurezza
* Autoveicoli adibiti al trasporto e smaltimento dei rifiuti, e tutela igienico ambientale, alla gestione emergenziale del verde ed alla Protezione Civile.
* Autoveicoli per il trasporto collettivo pubblico e privato
* Car sharing, car pooling, servizi Piano di spostamento casa-lavoro attivati sulla base dei provvedimenti del Ministero dell’ambiente o dal Comune di Roma
* Taxi e vetture di noleggio con conducente provvisti di concessione comunale
* Autoveicoli con targa C.D. e S.C.V.
* Autoveicoli muniti di contrassegno per minorati fisici (dpr 503 24 luglio 1996)
* Autoveicoli impiegati dai medici in visita domiciliare urgente, muniti di contrassegno rilasciato dall’Ordine; autoveicoli impiegati da paramedici in servizio di assistenza domiciliare con attestazione rilasciata dalla struttura pubblica o privata di appartenenza.
* Autoveicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili ed indifferibili o trattamenti sanitari per la cura di malattie gravi, in grado di esibire la relativa certificazione medica.
* Autoveicoli adibiti al trasporto di generi alimentari deperibili, di giornali e di invii postali
* Cortei funebri e matrimoniali
* Autoveicoli, purchè inferiori a 3,5 tonnellate, adibiti al trasporto di medicinali e di valori
* Autoveicoli adibiti al trasporto di materiali a supporto delle riprese televisive relative ai telegiornali

* E, aggiungiamo: i diretti all’Olimpico muniti di biglietto

(Visited 13 times, 1 visits today)

7 Comments

  1. Una volta ti facevi la tessera del partito per ottenere qualche privilegio, adesso devi farti l’abbonamento allo stadio.

  2. “Una volta ti facevi la tessera del partito per ottenere qualche privilegio, adesso devi farti l’abbonamento allo stadio.”

    Normale, quando il presidente del consiglio l’hai scelto in base ai successi della sua squadra di calcio.

  3. Questa cosa dello stadio è scandalosa, ovviamente. Ma ancor peggio è credere che queste misure servano a qualcosa. Mi si dimostri che il giorno dopo il blocco del traffico l’inquinamento dell’aria non è tornato ai livelli di prima! Forse un tossico tenuto in astinenza da un giorno smette di essere un tossico? O forse diventa solo un tossico con le balle girate?

    E poi con questa idiozia di targhe alterne… io non posso essere prigioniero di casa mia una volta la settimana, diavolo. Se lo mettano in testa i sindaci, quando aderiscono a simili iniziative.

  4. E pensare che il motivo per cui hanno ridotto lo stop a Roma è, ufficialmente, il rientro nei valori consentiti fin dal primo pomeriggio.
    Cose da pazzi.
    Poi uno dovrebbe anche crederci. E domani, come sarà?

  5. La gestione dell'”inquinamento da traffico” è una delle cose più ridicole di questa epoca.
    Se il blocco del traffico (o le targhe alterne) fossero misure temporanee (cioè: adottate in attesa che entri in vigore un altro rimedio, cui si sta lavorando) tutti quanti le subiremmo con maggiore spirito di collaborazione. Così, sappiamo che non servirà a nulla, petrchè nulla si sta facendo (progettando) per migliorare la situazione nel suo insieme.
    A Roma, poi, Di Carlo (e il suo illustre predecessore Tocci) è semplicemente un arrogante incompetente, che sfrutta il privilegio del suo rango per poter sfuggire a tutte le nefandezze che impone agli automobilisti; il tutto, nel totale dissesto del trasporto pubblico.
    Ah, per quanto riguarda lo stadio: a Milano non saprei, ma a Roma, la domenica, gli autobus cambiano percorso, le corse sono ridotte, la metro all’Olimpico non arriva. Cosa sarebbe successo, quando, alla fine della partita, 50.000 spettatori si sarebbero riversati, tutti insieme, alla fermata del bus?
    Trovo molto più ridicolo anticipare la fine del blocco. Sarebbe a dire che 5-ore-5 di mancato traffico domenicale (e ben ha notato Puliafito la differenza tra il centro e le periferie) hanno cancellato il pericolo di smog, che il giorno prima era così elevato da costrigere al blocco.
    Patetico.

  6. Sì, è una storia patetica.
    Qualcuno mi spiega (nessuno l’ha mai fatto) perché in Agosto, mese di traffico zero, a Roma le polveri sottili erano al solito livello d’allarme (vedi http://www.adnkronos.com/SpecialiIGN2.0/DieciMaggio/Articoli/Rubrica/notizie_050804.html
    se non ci credi)?
    Mi spiega qualcuno come fa un 14% di traffico in meno legato alle targhe alterne a Roma risolvere il problema?
    Mi spiegano perché a Roma il sabato il “pericolo” era passato ma per sicurezza s’era deciso di mantenere il blocco la domenica, salvo interromperlo 3 ore prima?
    Forse per fare multe!!! e sti cazzi dell’inquinimento….

  7. Corro a vedere il tuo video. Anche io ieri ero piuttosto schifato dalle solite immagini bucoliche del cebntro di Roma mentre nella mia zona (Portuense) tutti scorrazzavano come in un giorno qualunque. Tra l’altro vorrei capire come fa uno che abita, per dire, a Corviale, ad arrivare in centro con i mezzi pubblici. ‘sta storia dei blocchi del traffico finisce col privilegiare i soliti noti per relegare gli altri nelle loro galere, impossibilitati a muoversi. Fortunatamente nelle periferie i cittadini se ne fregano di chi vorrebbe togliergli il diritto di muoversi.

Rispondi