Questa volta almeno a 50 metri

Michele Mirabella - Loredana LipperiniRiprendo da “Lipperatura“, il blog di Loredana Lipperini:

Sapete cos’è Sumo? Se no, è facile da spiegare: è un programma che va in onda su Radio Due il sabato dalle 10 alle 11.30: lo conduce una giornalista e voce radiofonica di rango come Giovanna Zucconi. Come da titolo, Sumo è un incontro di lotta: un unico argomento, due sfidanti, uno a favore e uno contro.
Ora, oggi pomeriggio (mercoledì 12 gennaio alle 18, alla Feltrinelli di piazza Piemonte, a Milano), la sottoscritta va a scontrarsi su un argomento prevedibilissimo (i blog, che altro?). Lo sfidante, che si professa contrario ai medesimi, è Michele Mirabella. Se siete a Milano, venite pure. Altrimenti, se vi va, potete ascoltare il match via radio sabato mattina.

Sì, avete capito bene: Michele Mirabella. Quello che a Proserpina, ospite di Selvaggia, chiese “Ma non sarebbe meglio uscire, respirare un po’ di aria pulita o incontrare gente in un bar, invece che fare un blog?” senza considerare che il consiglio poteva benissimo valere per tutti quelli che stavano guardando la trasmissione in quel momento.
Michele Mirabella, avete capito? No? Ora ve la metto in modo che non possiate non capire: quello che in “Fantozzi subisce ancora” fu oggetto dell’indimenticabile lancio dello stronzo.
Ecco, lui.

(Visited 6 times, 1 visits today)

10 Comments

  1. Mirabella è un giornalista. Quindi, come tutti i giornalisti si scaglia contro i blog.
    Ma aldilà di queste sparate, mi sembra che le sue trasmissioni siano tra le più sensate ed educate che esistano in circolazione. Poi, ognuno la pensa come vuole, no?

  2. Sono d’accordo con darkcloud circa Mirabella. E poi chi ha avuto occasione di ascoltare Sumo (io mi vanto d’avere assistito perfino alle registrazioni delle prime puntate in quel di S.Arcangelo di Romagna) sa che non si tratta di “scontri” veri e propri, anzi spesso il fair play delle parti opposte si spinge al punto che i “contendenti” si danno reciprocamente ragione. Peraltro è un bel programmino radiofonico che vale la pena di ascoltare mentre si fanno le faccende domestiche o il bagno al sabato mattina. Approposito: la Zucconi è la mogliettina di Michele Serra, vero?

  3. Ehm, per gli eventuali astanti milanesi c’e’ un aggiornamento: alle 17.30 e non alle 18…
    Darkcloud, il sillogismo non sia applica necessariamente e sempre a tutti i giornalisti, eh.

  4. Non mi toccate Michele Mirabella, che insieme a Toni Garrani ha fatto grandissima radio (Tra Scilla e Cariddi, nello spazio ora degnamente occupato dal Ruggito del coniglio).
    Un avanzo di galena, diciamo.

    P.S. ci si creda o no, a Los Angeles accompagnai Mirabella alla ricerca di un cesso nei meandri del Westin Bonaventure. Nulla di losco, eh.

  5. francamente, a me non sembra che la zucconi (parente?) sia una brava conduttrice: il ritmo e la qualita’ del programma dipendono unicamente dai due contendenti

  6. Tempo fa Mirabella disse che gli italiani hanno la televisione che chiedono, invece la subiscono e viene loro inculcato che il merdaio in cui sguazzano catodicamente è ciò che li rappresenta, dai e ridai uno se ne convince. A forza di randellate si arriva all’appiattimento e l’appiattimento fa comodo. Oltre a cotante tesi, c’è la sua boria che è di quella pesa forte. Quindi a pezzi.

  7. Ciao Enzo Coffani, mi ricordi un personaggio di “Compagni di scuola” di Carlo Verdone.
    “Seguitemi perché questo è interessante”. Con simpatia.

Rispondi