A voi romani /2

ico-wikiguida.gifIn certi casi si è tanto riconoscenti da non sapere che dire.
Tipo ora, pensando ai 41 commenti (dato provvisorio) che ha ricevuto questo post e alle numerose e-mail piene zeppe di ristoranti consigliati, alberghi recensiti e posti da andare assolutamente a vedere.

Ringrazio tutti, di cuore. Anche da queste cose si nota la differenza di cultura culinaria tra Milano e Roma.
Per dire: se voi mi chiedeste un consiglio su dove andare a mangiare a Milano, saprei elencarvi credo soltanto quattro o cinque posti. La maggior parte frequentati da fighetti. Tutti comunque molto costosi.

Sfortunatamente trascorrerò a Roma solo quattro giorni e non quel mese e mezzo che sarebbe necessario per provare tutti i locali segnalati.

Però poi mi sono detto: tutti questi suggerimenti (alcuni dei quali curati ed onesti più di quelli che si trovano guida ufficiale) potrebbero servire a qualcun altro.
Ho cercato di raccoglierli tutti sotto un unico indice ma, davvero, era troppo per un uomo solo.

Allora mi sono ingegnato: apriamo un Wiki in modo che chiunque possa dare il proprio suggerimento su un ristorante, una trattoria, un albergo, persino un Autogrill.
Iniziamo con Roma, magari, e vediamo come va.
Se va male, pace, lo si cancella.
Ma se va bene, avremo a disposizione una delle guide più oneste, chiare, dirette e non prezzolate che siano mai state prodotte.

E’ così che è nata la WikiGuida (prossimamente su www.wikiguida.it). Remember: il tutto è ancora molto rudimentale e parecchio lontano anche solo dall’essere rodato.
Seguendo questo link si va direttamente alla pagina dedicata a Roma.

Provare ad esserne uno dei redattori è un modo per conoscere lo strumento dei Wiki. Per dire: la pagina dedicata allo tsunami su Wikipedia e gestita unicamente da appassionati e lettori si è dimostrata quanto di più completo si potesse trovare su internet nei giorni della sciagura, e anche dopo. Il medium fatto in casa che molla quattro pezze a quello professionale.

Per partecipare non è nemmeno necessario registrarsi, basta cliccare in alto su “edit”, munirsi di onestà intellettuale e dell’idea di contribuire a costruire una cosa bella, invece che di rovinarla (tanto più che la caratteristica principale del Wiki in quanto strumento è che dà la possibilità di editare e modificare anche testi non propri.

Qui di seguito, per chi volesse cimentarsi, alcuni rudimenti per aggiungere le proprie segnalazioni sul Wiki.
Chi, invece, volesse prodigarsi in ulteriori suggerimenti ma non ha voglia di imparare ad usare un nuovo mezzo, può continuare a farlo nei commenti a questo post.

RUDIMENTALI ISTRUZIONI PER CREARE PAGINE O ARTICOLI SU WIKI
(maggiori e più documentate informazioni possono essere trovate cliccando qui)
  • Per creare un nuovo articolo, digitare la url della WikiGuida (http://macchianera.net/wikiguida/index.php/) seguita dal nome del ristorante che si desidera segnalare (utilizzando senza problemi maiuscole o minuscole, ma posponendo gli articoli).
    Esempio: se voglio creare il mio suggerimento per la trattoria “Da Giggi” di Roma, scriverò “http://macchianera.net/wikiguida/index.php/Da Giggi”. Nel caso in cui, invece, il ristorante si chiami “Il Tucano“, la url dovrà essere “http://macchianera.net/wikiguida/index.php/Tucano (Il)”
  • A questo punto, se nessuno ha recensito prima di me il ristorante in questione, si aprirà una pagina vuota che mi invita a riempirla. Per farlo, clicco in alto, su “edit”.
  • Nella prima riga dell’articolo devo inserire un semplice comando, per fare capire al Wiki che l’articolo che inserirò fa parte di una categoria già esistente.
    Esempio: Se il locale in questione è sempre “Da Giggi”
  • , mi porto alla pagina “http://macchianera.net/wikiguida/index.php/Da Giggi” clicco su “edit” e inserisco nella prima riga il comando “[[category:Ristoranti (Roma)]]” (senza le virgolette, ma con le parentesi quadre). Tutto ciò fa capire al Wiki che quella pagina fa parte degli articoli della categoria “Ristoranti (Roma)”. Poi, dopo ogni singola modifica, è necessaroi premere il pulsante “Save”.

  • Il resto della pagina è a questo punto pronto per essere editato a vostro piacimento. Nelle poche pagine di base già prodotte ci si è limitati ad esaminare il ristorante secondo questo schema: Indirizzo, Recensione, Prezzo medio, Piatti consigliati, Sito Internet. Ma non tarpiamo le ali alla fantasia.
  • Inserire un link è molto semplice e NON lo si fa in html. Se, ad esempio, volessi aggiungere un link a Macchianera, dovrei aprire una parentesi quadra, aggiungere la url completa, lasciare uno spazio e farlo seguire dal resto descrittivo e, infine, dalla parentesi quadra di chiusura.
    Esempio: [http://www.macchianera.net Macchianera]
    Tutto qui.
(Visited 10 times, 1 visits today)

29 Comments

  1. Gianluca, lo so che a te piace fare le cose a modo tuo, però c’è già un software e una comunità che hanno affrontato il problema: OpenGuides – http://openguides.org – è un network di Wiki dedicati alle città. Oltre ad essere già in sviluppo ed in uso da un po’ (in particolare per Londra) ha alcuni vantaggi tecnici con cui non vi voglio tediare, ma interessanti.

    La guida di Bologna – http://bologna.openguides.org/ – è un mio esperimento a cui non ho potuto dedicare molto tempo e va sistemato, vedi ad esempio http://bologna.openguides.org/wiki.cgi?Trattoria_Del_Rosso

  2. Uh-oh. Suggerimento splendido, con istruzioni comprensibili, che finalmente mi vedrà collaborare alla Wiki su temi tra quelli che più mi piacciono: mangiare e Roma come incanto e magia. Visto che oggi mangio fuori, comincierò oggi. Ma potevi indicare più o meno – vabbé, capisco – su quale rione venivi a posarti, le indicazioni sarebbero state ben più ricche e mirate…

  3. ho rischiato di fare un mezzo casino.. ma ce l’ho fatta a inserire qualcosa!
    oggi pomeriggio do un po’ di aggiunte :)

  4. Ottimi suggerimenti da parte di tutti, del resto a Roma si mangia bene spendendo ragionevolmente in parecchi posti, basta evitare quelli che si trovano sul Messaggero nella pagina dei pettegolezzi, i “pranzifici” da impiegati e le truffe da fighetti.
    Comunque, il posto migliore è e resta casa mia.
    Per me sarà un piacere, se ti va scrivimi e ci accordiamo.

  5. Il vero dramma a Roma è il pesce.
    Io non ho ancora trovato un posto dove si possa mangiare davvero fresco e cucinato ad hoc. E vivo qui da sempre, da più di trent’anni! Suggerimenti?
    Comunque il pesce più buono della mia vita l’ho mangiato a Bergamo, ma non ricordo esattamente dove.
    A Milano non l’ho ancora provato, ma ci tornerò fra una ventina di giorni.
    Mi suggerite un posto dove lo facciano buono ma che non costi una cifra?

  6. ottima idea, finalmente potro’ buttare le inutili guide. Appena trovo il tempo segnalo Torino e dintorni, piu’ qualche oasi felice milanese. A presto

  7. all’interno del progetto wikipedia esiste già un progetto per le “guide”, si chiama wikitravel ed è ancora un embrione. il fatto che gianluca neri e il suo scatenante entusiasmo possa portarlo a una nuova dimensione mi fa pensare che: a. non rischiamo una duplicazione di software e di informazioni b. sarebbe una cosa bella.
    e comunque – eventualmente – perché non sfruttare wikipedia per questo? ha già una struttura e potrebbe essere una reale rete di informazioni. se qualcuno ha voglia di approfondire mi mandi una mail. baci, Auro

  8. Che a Milano ci siano solo posti per fighetti mi sembra un filo esagerato… Io segnalo la Crota Piemuntesa in Via G.G.Mora.
    Il tatuatissimo gestore tiene sempre in menu almeno un primo e un secondo per vegetariani, cosa che non fa il 90% dei ristoranti blasonati.
    Cucina casalinga, 3-4 primi e altrettanti secondi, porzioni abbondanti, discreta scelta di vini, trattamento “rustico”, primo-secondo-caffè-ammazzacaffè sui 15-20 euri, vino a parte.

  9. Confermo i bacibici di Auro…
    Wikipedia esiste già, ed in effetti ricordavo pure il progetto fratello, wikitravel (senza ricordarne il nome, naturalmente… dannata memoria sdrucciola), per cui ci si potrebbe organizzare per trasportare tutto il lavoro di là, magari…

  10. Per Milano, mi sono arrivati questi suggerimenti:
    Hosteria de Binari, la Briciola, Panino Giusto (?) un giapponese intraducibile, e uno che già conosco in Corso Como.
    Ma, escluso il giapponese, non mi dite dove fra questi si mangia buon pesce !
    E poi, la Briciola la conosco, è da fighetti, ergo non fa pe’ me (che so de ceto medio-basso-trasteverino) a meno che io non sia ospite,cioè a scrocco!

  11. Laura 2: a Milano il pesce è invece fantastico. Ti consiglio “‘A Riccione”, Via Taramelli 70 Tel. 02683807. La nuvola di fritto misto è ormai famosissima e da non perdere. Prezzi non altissimi, considerando che si tratta di pesce. Pieno di gente Mediaset, ma fa niente.

  12. ha ragione Gianluca, Milano, a parte i prezzi, è una delle migliori piazze del pesce d’Italia

  13. Neri, l’unica cosa che non puoi perderti dal 5 all’8 gennaio a Roma si svolge la sera del 6 allo Stadio Olimpico e si chiama Derby.

  14. Salgalaluna: non è un difetto di WikiMedia… Tu, tra “Betto e Mery” hai usato la “e” commerciale, chi l’aveva recensito prima la “e” normale.
    Ora ho unito le due recensioni.

  15. La Cena romana (con alcuni romani)

    Ho incontrato oggi questi due loschi figuri che vedete qui affianco. Essi si trovano a Roma (uno per vacanza, l’altro perché vi si è trasferito qui da Genova!) e paiono soddisfatti! Pare che domani ci sia la Grande cena dei…

  16. Dunque, un po’ di quei ristoranti che conosco ho provato a metterli sulla Wiki e spero vi/ti verrà l’acquolina. Buoni pranzi e buon soggiorno romano!

  17. Detto senza alcun tono polemico, ma siamo già a due: quelli di http://openguides.org che dicono “avevamo in mente di farlo noi”, e quelli di http://www.wikitravel.org che sostengono: “non è vero, abbiamo avuto noi l’idea per primi”.

    Ora, la prima riflessione che mi viene in mente da fare è riguardo al tono delle bacchettate sulle mani ricevute: una sorta di “Ehi! Perché ti sei messo a fare questa cosa da solo invece di farla PER noi?”.
    E allora mi chiedo: se nessuno dei due sapeva dell’altro, perché avrei dovuto esserne a conoscenza io?

    Detto questo, mi sembra di averlo spiegato abbastanza chiaramente: WikiGuida è solo un tentativo. Bene se va bene, pace se va male.
    Spiace se – posto, peraltro, che non ho tutto questo tempo libero da dedicare al progetto – l’entusiamo nell’aprire una cosa nuova in una notte è stato interpretato come irruenza o individualismo. Non era nelle intenzioni.
    Su Clarence ci abbiamo campato anni uscendo da riunioni di mesi e mesi per studiare un prodotto, e quelli che hanno avuto più successo sono nati in una notte, utilizzando un software open source.

    Ciò non vuol dire che WikiGuida se ne starà per i cavoli suoi: non avendo scopo di lucro ed essendo fatto per diletto può essere aggregato a qualsiasi progetto (anche se con un solo interlocutore che si diceva “istituzionale” era più facile: ora sono due, e lo è meno).

    Per finire: un grazie a tutti quelli che sono già diventati redattori della WikiGuida. Nel frattempo sono state messe online tutte le province d’Italia.

  18. bucatini cacio e pepe via Galvani.
    cioccolato con panna bar della Pace (dietro piazza Navona).
    Tor Tre Teste contro piazza Euclide: per vedere un po’ di Roma vera, agli eccessi.
    Ciao e divertiti

  19. Laura 2: Fino a poco tempo fa esisteva un locale particolare, in zona Stazione Centrale (via Ferrante Aporti). Mi sembra di ricordare si chiamasse “La pescheria” ed era, a tutti gli effetti, una rivendita di pesce negli orari “normali”: dopo le 19 si trasformava in un ristorante con la comparsa di tavoli tra i banconi di pesce fresco (e non c’era nemmeno odore sgradevole). La cosa bella era proprio che se volevi potevi scegliere tu direttamente cosa mangiare dai banchi. I prezzi erano davvero interessanti, ma ti sto’ parlando di qualche anno fa….

  20. Se invece non siete interessati al pesce questo può essere un indirizzo interessante: “Trattoria del Nuovo Macello” Via Lombroso 20 (zona Milano Est, vicino all’ortomercato). Cucina raffinata senza essere pretenziosa, anche qui fino a qualche anno fa i prezzi erano davvero interessanti. E se della Capitale avete nostalgia… “da Giulio pane e ojo” grande come rapporto qualità/prezzo e ambiente simpatico. Unici nei, sia nel primo che nel secondo: se non prenotate con almeno 4 giorni d’anticipo non avete speranza!

1 Trackback / Pingback

  1. New York for dummies - Macchianera

Rispondi