…ma altrove sono purtroppo tutti padani

Vergogna equa e solidale. Sottotitolo: “Dividiamo tra tutti quella di uno che da solo dovrebbe provarne troppa”.

“Finalmente una buona notizia: secondo l’ambasciatore italiano nell’ex Birmania non ci sono vittime italiane”.
(Sky TG 24, ore 20:27)


(Visited 7 times, 1 visits today)

18 Comments

  1. Sì, fa un po’ tristezza la frasetta di rito. Certo, meno tristezza di chi ad ogni tragedia si piazza come un avvoltoio in attesa che qualcuno la dica, per poi fare queste piazzate di finta “indignazione”…

  2. Si, ora è aperta la caccia al video amatoriale. Geologi che vedranno le immagini compiaciuti “OOOO che bello, finalmente vediamo uno tsunami in carne ed ossa”. C’è una cosa però! Perchè lo stato mi ruba l’iva anche sulle donazioni sms?
    Ma non capiscono nemmeno questo?
    Questo il mio pensiero.
    Damiano.

  3. senza polemica: ma mettere il logo di macchianera sulle immagini dello tsunami (per farsi pubblicita’(?))non e’ la stessa cosa?

  4. Io, da geologo, non mi sono compiaciuto alla vista dello tsunami. Mi sono indignato per la DABBENAGGINE dei governanti di quei luoghi, notoriamente a rischio, che non hanno mai messo su un piano di evacuazione rapida delle coste. Non sarebbe costato troppo, l’equivalente di 2-3 alberghi.
    Quanto alla pessima abitudine di “per fortuna non ci sono italiani tra le vittime”, concordo col disgusto. Un saluto

  5. Sui vari siti giornalistici italiani viene dedicato ampio spazio all’aggiornamento del numero delle vittime ed alle notizie riguardanti i connazionali:una gara al sensazionalismo numerico, alla speranza finto-patriottica ed al miglior book devastazioneAsia .
    All’estero (le figaro, le monde solo per fare degli esempi)ci si preoccupa molto di piu’, ed attivamente, dei senzatetto, degli aiuti umanitari e del rischio epidemie.
    Sì, quello che dico è banale. Scusate. Ma la rabbia aumenta di questi tempi.

  6. Ed io sono disgustato di chi in certi momenti riesce solo a disgustarsi e non riesce ad esimersi da un atteggiamento ipercritico verso una catastrofe.
    A cercare colpe, cazzi e mazzi e le cazzate che scrivono e fanno i giornalisti.
    Cui prodest???
    Su questo blog è almeno il quarto se non quinto intervento critico che leggo, soprattutto Tuo, Neri, allorquando, trattandosi di un blog abbastanza seguito meglio sarebbe stato fare appelli ad utilizzare il banner in alto, soprattutto quello della CRI o a mandare un banalissimo SMS (che, cazzo, quanti ne avete mandati di inutili sms durante le feste, massa di imbelli criticoni???) al 48580 per aiutare in concreto chi ha più bisogno di noi e delle critiche se ne sbatte il cazzo.
    Purtroppo, al di là del messaggio iniziale di Biani (molto seguito, non c’è che dire ed oramai in seconda pagina), mi pare che l’unico spunto resti la critica.
    Complimenti vivissimi; così, giusto a proposito di vergogna equa e solidale.
    Pensaci Neri, pensa a quanto hai azzeccato il titolo.
    E pensa a che culo hai avuto a nascere in Italia, piuttosto che in una capanna dello Sri Lanka.
    Invito tutti quelli che leggeranno questo cazzo di post a mandare un SMS al 48580 (o a fare un versamento alla Croce Rossa Italiana sul conto corrente postale n. 300004), che un euro fuori dalle tasche non costa a nessun possessore di cellulare.
    A Neri, invece, per vergogna equa e solidale, suggerisco di fare un post critico sulla fine che faranno tutti questi soldi spesi per aiuti umanitari e quanto arricchiranno le casse dei vari operatori telefonici, banche e quant’altro!!!

  7. Vorrei capire chi ha ragione:

    “Sms senza Iva
    Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge che contiene una specifica disposizione per sterilizzare gli effetti dell’Iva sulle donazioni in denaro ai paesi coinvolti dal maremoto effettuate tramite sms. Il decreto e’ stato approvato dopo che il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e il ministro degli Esteri, Gianfranco Fini, hanno fatto un’ampia relazione sulla situazione nelle aree asiatiche colpite dal recente maremoto in apertura dei lavori del Consiglio dei ministri. In particolare e’ stato fatto il punto sulle operazioni di rientro dei nostri connazionali, sulla ricerca dei dispersi e sul lavori che la nostra Protezione civile sta svolgendo nelle zone disastrate. Berlusconi e Fini, informa un comunicato di Palazzo Chigi, hanno chiesto al ministro dell’Economia Siniscalco, di studiare ipotesi di cancellazione di crediti di aiuto per i paesi colpiti dal maremoto.”
    Fonte Tgcom.it

    “L’onda benevola della solidarietà rischia però di arenarsi nelle pigrizie della burocrazia: la burocrazia chiamata a decidere come organizzare e raccogliere donazioni spontanee e fondi pubblici e come impiegarli. Per maggiori informazioni passare all’ufficio delle imposte e chiedere come mai nessuno abbia ancora pensato di devolvere in beneficenza anche l’Iva pagata sui milioni di sms inviati al numero al numero 48580. L’Iva è di 17 centesimi per ogni euro: su 9.296.968 euro raccolti alle 18 di mercoledì non sono quattro soldi.”
    Fonte http://www.unita.it

  8. (ANSA) – ROMA, 29 DIC – Il CdM ha varato un decreto che sterilizza gli effetti dell’Iva sulle donazioni in denaro via sms ai Paesi colpiti dal maremoto…
    http://www.rai.it/news -Inviando un sms al numero unico si possono raccogliere le donazioni che saranno devolute alle popolazioni colpite, con la collaborazione del dipartimento della Protezione civile. In questo modo gli oltre 50 milioni di clienti dei servizi cellulari potranno donare 1 euro, senza costi aggiuntivi e senza alcun ricavo per gli operatori telefonici. Il Governo ha, inoltre, comunicato che non incasserà l’iva sulle donazioni.

    Credo che sia molto semplice inviare Sms, che per noi italiani i cellulari sono una protesi a differenza delle carte di credito e gli sportelli postali, però va bene tutto, basta non essere tirchi.

  9. Il discorso non è donare o meno, che si paghi l’iva o no sono comunque soldi che arriveranno a chi ne ha bisogno (o almeno si spera).
    Ma voglio capire se è il governo che ci racconta baggianate o se è l’opposizione che ci specula sopra a fini lettorali.

  10. http://www.unita.it 29.12.2004 …Ma non è il momento delle recriminazioni. Se nessuno ci ha ancora pensato, è sempre possibile rimediare. Decidendo da subito di devolvere alle popolazioni del sud est asiatico anche le trattenute Iva. È la proposta che i Ds fanno al governo. «Questa decisione – osservano Vannino Chiti e Mauro Agostini – consentirebbe all’Italia di essere ancor più presente, incrementando le risorse già messe a disposizione dell’aiuto internazionale, e risulterebbe di stimolo all’assunzione di responsabilità di ogni cittadino»…

    Scritto il 28, esaudito il 29 dicembre

  11. Dr. McCoy, c’è poco da speculare, sono stati in tanti a chiedere quanto dell’importo devoluto tramite sms sarebbe stato trattentudo da tutti coloro che guadagnano con l’invio dei messaggini. Ovvero compagnie telefoniche e Stato.
    A domanda le prime hanno risposto “niente” e il governo ha risposto “l’IVA”.
    Ad ognuno le sue considerazioni, ma intravedere una speculazione dell’opposizione a fini elettorali, mi pare davvero degno di una malignità senza confini!

    Comunque è bene tutto quel che finisce bene.

  12. Segnalo per lo spazio Vergogna Equa e Solidale le dichiarazioni di Costanzo sulle trasmissioni Rai per il capodanno. Polemica del tutto gratuita, mi sembra. E’ arteriosclerotico o sono io prevenuto nei confronti del baffo?

Rispondi