Siamo tutti mercenari

Vabbé, tocca anche dire scusa, ormai, se uno invece che postare tutti i giorni va in giro per l’Italia a discettar di amenità, come nel mio caso. Quindi: scusa, scusate, scusatemi. Anche perché vedo che il biondino nel frattempo vi ha storditi di fumo e per giunta s’è incazzato Max Pezzali, che solo con la sua mamma dovrebbe veramente avercela.
Comunque.
Con colpevole ritardo, e con una mano sola causa croccantite urgens, eccomi a dire quello che forse qualcuno ha già bofonchiato. Ovvero: ma quanto è bischero Romano Prodi?
Sia chiaro: pur di archiviare tra i cupi faldoni di un polveroso archivio la facciazza wonderful del cavalier scaligero, anche quella zoccolina di vostra sorella voterei. Figurarsi il raviolato Romano e la sua corte di vecchie bagasce boiardate. Però così non si fa, Romy. Passi cippalippa lilli e pierpiero marrazzo strappati alla sala trucco per far cassetta alle elezioni (il copyright del giochetto ce l’aveva il Cav., ma pazienza). Quello che non va bene, ma proprio per niente, è ‘sta trucida storia dei mercenari forzaioli, figli del dio denaro e per esso disposti ad offrire il petto. Un conto è lottare per mandarli a casa, per sconfiggere il loro babbo, per fare in modo che una fotocopia di dignità torni a trionfar, ma perché mercenari? Basta con questo aggettivo, fascista, più l’aggettivo delle persone, affibbiato con leggerezza anche a quell’altro povero che hanno ammazzato in Iraq.
Io li difendo, questi mercenari. Non li amo, ma proprio zero, non li voglio tra i coglioni e se ci inciampo li scalcio: ma li difendo. Evitando di regalare loro un bell’insulto di gruppo di cui vantarsi con gli amici all’happy hour.

(Visited 14 times, 1 visits today)

23 Comments

  1. Chissà perchè continuate a pensare che mercenario sia un insulto. Se silvio mi pagasse lautamente farei anche io il deficiente di forza italia…ops…è un insulto?
    E poi zoccolina sarà tua sorella!!

  2. vocabolario alla mano, posso dire che in accezione dispregiativa il termine vuol dire “chi agisce solo per denaro o si dimostra prevalentemente ispirato da motivi d’interesse economico”, dunque letteralmente il termine è pertinente (offrono un servizio dietro pagamento, forse non muoverebbero un dito se non ci fosse questo spostamento di danaro..chissà)
    solo che, in questi anni e soprattutto recentemente, il termine è stato usato a sproposito o senza cognizione di causa, spesso usato con l’intenzione di offendere.
    personalmente non mi sentirei offesa se appellata con questo termine, il tuo titolo è illuminante: siamo tutti mercenari!
    sindrome da Rottermeyer a parte,
    io li avrei chiamati LECCHINI a pagamento, più inciso, non lascia dubbi

  3. brontolo parla per te. se ti senti mercenario, cazzi tuoi.
    chi fa politica come se fosse un agente di publitalia è un mercenario. stop.

  4. Cazzo Brontolo, gia mì tocca trombarti la moglie tutti i santi giorni, adesso ti devo anche dare ragione.
    Che ti devo dire?
    Quando hai ragione, hai ragione.
    E cippalippa lilli io ancora non l’ho digerita, sarà colpa di tutto quel cazzo di fard.

  5. Un post alla Giuliano Ferrara. “Siamo tutti…” e poi qualcosa di immorale. Mercenario è chi dice e pensa che siamo tutti mercenari.

  6. mercenari è la parola esatta: quando ero studente sempre in cerca di lavoro, mi offrirono (io, apertamente e dichiaratamente di sinistra) cinquecentomilalire per quattro notti di lavoro ad attaccar manifesti di forza italia, perché i figli dei loro iscritti erano a impasticcarsi a qualche festina snob. ovviamente rifiutai (preferendo fare il grano come pr che vende inviti per feste snob). mercenari, è la parola giusta.

  7. Senza parlar di dove si trovano tutti quei soldi. 1000×2 (anni)*35000 (l’anno) = 75 milioni di euro=150 miliardi. Come un’azienda medio grande, ma senza ricavi.

    Tempo fa Berlusconi pagò 42 miliardi Lentini (quello per il quale fu prosciolto per prescrizione dei termini per l’accusa di falso in bilancio) e da allora il calcio è andato sempre più in picchiata, fino alla rovina di oggi dei mille miliardi di debiti di oggi.

    Iniziare con tutti questi soldi buttati a fiume, che tra l’altro può permettersi solo lui in Italia, oltre a falsare la competizione politica, a ridurre il confronto a mero interesse commerciale, non finirà per creare una spirale di spesa, una corsa all’indebitamento anche nella politica? Un conto è il fallimento della Fiorentina o dell Napoli, un conto è quello di un grande partito popolare. No?

  8. Brontolo, meno male che sei tornato. Non ci lasciare più in balia di questa banda di segaioli che si menano il croccantino esattamente come te, ma lo fanno passare per genio. Ah, a proposito: Prodi ha fatto bene a dire quello che ha detto e gli doveva pure bestemmiare i morti.

  9. Che poi bisognerebbe fare una distinzione sull’essere mercenari in qualcosa o in qualcos altro. Mettiamo per esempio che la moglie di Brontolo (dico per dire) concedesse le proprie grazie (?) al pubblico per soldi, sarebbe una mercenaria in quest’ambito. Ma mettiamo che facesse qualcos altro, che so, cucinare, per il puro piacere di farlo, in quest’altro ambito non sarebbe una mercenaria. Allora come la chiamiamo?

    Io un’idea ce l’avrei..

  10. io non sopporto neanche gli ipocriti, non li voglio tra i coglioni e se ci inciampo li scalcio.
    Come dite?! quali ipocriti? ne esisterà pure qualcuno.
    Anzi, dica pio chi si sente ipocrita.

  11. coi mercenari ha vinto scudetti e coppe dei campioni. fa bene a provarci anche in politica. i mercenari del calcio o quelli della politica, che differenza fanno per un imprenditore?

  12. merito o non merito, mercenari o meno, un’uscita tristissima, hai ragione Brontolo.
    voteremo uno che parla come Schifani..

  13. di tabucchi

    L’Italia è un paese di anime belle. Prodi chiama con la parola più appropriata di cui dispone la lingua italiana uno stuolo di ragazzotti che Berlusconi riceve alla Camera (non ad Arcore, alla Camera) e che faranno servizio di propaganda a pagamento porta a porta, e il tenero Follini sviene. Come si devono chiamare delle Camicie Azzurre che fanno un lavoro di propaganda a pagamento, se non mercenari? Forse Follini preferiva «volontari retribuiti», o ancor meglio «eroi», come chi fa questo mestiere in Iraq, e riceverli sulla soglia del Parlamento con il tricolore e la banda delle Forze Armate che suonava l’inno nazionale? Quando l’opposizione chiama le cose con il loro nome, la maggioranza protesta che «la si delegittima». Il lapsus linguistico di Follini è sintomatico della mentalità in cui si è adagiata la destra in questi anni, una mentalità che la sinistra le ha offerto su un piatto d’argento. Tale mentalità consiste in questo: una politica che sfascia l’Italia deve essere «legittimata». Se la sinistra non approva la terra bruciata dell’armata di Berlusconi, la destra se ne ha a male. Piange.

    http://www.documenti.blogspot.com/2004_12_01_documenti_archive.html#110269353100904643

  14. È dai tempi di Quattrocchi e Co. Che la sinistra usa con una certa disinvoltura il termine “mercenario” e guai a prendersela.
    Se provi a ribattere c’è sempre l’utile idiota che ti dice che sei ignorante, che mercenario è colui che percepisce una mercede e quindi il buon Mortadella, a norma di vocabolario, è in regola, omettendo ovviamente di evidenziare che l’infelice battuta aveva una valenza dispregiativa (chi è a corto di idee ricorre agli insulti!!).
    E va bene allora. Mercenario è colui che percepisce una mercede (anche le due Simone quindi).
    Ma allora viene da chiedersi: “da che pulpito viene la predica?!!”
    Eh si perché il prevosto superpagato (un milione di euro l’anno) per guidare la sinistra a sicura sconfitta, predica bene ma razzola male. Detesta che qualcuno che non sia della sua coalizione, sia pure col brutto vizio di mangiare due volte al giorno, possa legittimamente aspirare a mettere qualche banconota nel portafoglio.
    Il fatto che il suo sia mensilmente abbondantemente rimpinguato ovviamente non conta.
    Ma scava …scava…conti alla mano, si viene a scoprire che l’Ulivo in un recente passato, ha speso quasi il doppio della Casa delle Libertà per pagare i suoi mercenari, che guidassero pullman, che distribuissero volantini o altro.
    Ahi ahi ahi…..che autogol !!!
    Prodi, sei un mito, continua così, sei quasi meglio di Flavia Vento !!

Rispondi