Breaking news, terremoto blog

Ecco il bello dei blog. Ecco il fascino del poter dare la notizia.
Un terremoto coinvolge tutto il centro-nord dell’Italia.
Primo organo d’informazione del paese è Radionation, che dà la notizia in diretta, durante la trasmissione Deviazioni, alle 23.55 circa per voce del DJ QuattroPassi. (Update: le stazioni dell’Istituto nazionale di geofisca lo danno alle 23.59, ma, testimoni anche in radio, QP annunciava i primi sobbalzi della sedia già qualche minuto dopo le 23.50, con controllo sugli orari delle canzoni su Sam e orologi dei pc di quelli in chat. Son cose, ma anche no).
I post iniziano a fioccare. Ancor prima di Repubblica e co.
Brescia, Milano, Genova, Viareggio, Torino, Brianza, Ferrara (e due), Faenza e Bologna.

(Visited 16 times, 1 visits today)

32 Comments

  1. Qp è di Brescia, l’epicentro. L’ha detto in radio, ed erano le 23.50. (Update: abbiamo verificato con la registrazione della trasmissione, è stato alle 23.57)

  2. Ppros, l’Ansa dice 23h 59′ 49”. Però è possibilissimo che per arrivare da Brescia a Milano ci abbia messo nove minuti. Sai, il traffico.

  3. Tutti che scherzano, tutti che ridono. Ah, il terremoto, che figata. Il mio moroso l’ha preannunciato nove minuti prima che accadesse! Eh, il traffico.
    A questo punto credo di essere l’unico, in tutto in nord Italia, che si è quasi letteralmente cagato in mano.

  4. no MB, i peggiori siamo e i miei amici che stavamo per incazzarci con quelli dietro al cinema perchè pensavamo stessero muovendo le sedie. In ogni caso il cinema è il posto migliore dove subire un terremoto: te lo dicono solo all’uscita

  5. Che bello!! Bravissimi! Aspetto con ansia il momento in cui potremo vantarci di essere stati i primi a comunicare la bomba atomica su New York e, perchè no, di un bel genocidio in Uganda. Si, si dai, urliamolo al mondo, che siamo stati i primi, noi blogger, a dare la notizia di un massacro, di un uragano, di un terremoto, di una guerra. Son soddisfazioni, cazzo.

  6. Anche la mia ragazza mi ha chiamato spaventata prima degli organi di informazione ufficiali, però non c’è poi mica da bullarsene. :D

  7. Al di là dell’opportunità o meno di stabilire il primato della notizia, ho come l’impressione che in parecchi non siano a conoscenza del fatto che le onde si propagano a partire dall’epicentro e, per farlo, impiegano i loro tempo. Per questo motivo alcuni blogger sostengono di aver sentito parlare della scossa prima alla radio, e poi di averla avvertita. Idem per gli istituti che rilevano i movimenti tellurici, che non si trovano a Salò e che, difatti, se guardate bene, rilevano il sisma con scarti di tempo diversi.

  8. Da noi, per una volta, non si è sentito niente. Voglio dire: a Trieste non si sente MAI niente (unico vantaggio di vivere in una città che poggia su terreo traforato come un Emmenthal), però non si è sentito proprio niente-niente. Tanto più che a quell’ora ero sveglia e guardavo una puntata particolarmente drammatica di Nip/Tuck.

    Mi sa che ne ho avuto abbastanza nel ’76, comunque.

  9. Giulia anche qui non è arrivato niente.
    A firenze non arriva mai niente, si ferma tutto prima o dopo.
    Nip/Tuck, ero in loro compagnia tra le braccia di Anselmo il divano.

  10. In diretta, scricchiolio generico di infrastruttura e pendaglietto metallico (di quelli che si mettono sulle porte dei negozi) che suona …
    A Torino alle 00:00… credo un pò dopo che McNamara sapesse che suo figlio non è suo ma di Christian…….

  11. certo mettere in programma una puntata così avvincente di Nip e Tuck e un terremoto in nord italia, è stata una scelta assolutamente sbagliata.
    Scriverò a Pier Silvio perchè la prossima volta si metta d’accordo con suo Padre.
    Farsi concorenza in famiglia è controproducente.

  12. Oddio, per la verità io ho detto:”Ecco il brutto dei blog”, nel momento stesso in cui BA3 (c’ero andato apposta per verificare il fenomeno) si riempiva di post del tipo titolo:terremoto! testo:minchiaccheppauuura!
    OT: non sarebbe meglio togliere l’autostart da Radionation, così da lasciare libero il lettore di scegliere se ascoltarla o meno?

  13. da una ANSA di un infausto giorno del primo decennio del terzo millenio, somewhere in Italy:

    La scossa di terremoto dell’ottavo grado della scala Mercalli avvenuta questa notte ha causato ingenti danni alle cose e numerose vittime. L’80 per cento di queste sono blogger (proprietari di un weblog), che si sono attardati nelle proprie abitazioni rifiutandosi di scendere in strada nel tentativo di essere i primi a dare in diretta la notizia dell’evento, rimanendo così vittime dei crolli.

  14. kekule l’autostar lo fa solo con explorer, passa ad un browser serio (firefox) e vedrai che potrai scegliere.

  15. Giorigo, che scelta sarebbe quella di obbligare a cambiare browser? E anche ammesso che il tuo discorso avesse un senso, e non lo ha, se uno avesse scelto di usare Explorer?
    Comunque, vedo che ormai la questione riguarda il passato. Meglio così.

  16. jeo tempesta qui si scherzava: ho preso una scusa qualsiasi per provare a convincere un utente explorer ad usare firefox (che, sia detto per inciso, se si è cosi desiderosi di scegliere, rimane la soluzione migliore)

  17. Caro Neri, credo sia tu a non essere a conoscenza del fatto che le onde sismiche superficiali (le cosiddette onde lunghe) si muovono dall’epicentro con una velocità di circa 3,5 Km/s. Se lo scarto temporale tra la percezione del sisma a Brescia e la percezione a Milano fosse stato di 10 minuti, ciò vorrebbe dire che le due località sono distanti 2100 kilometri! Con l’update di Proserpina, che ha rettificato l’orario nelle 23.57, invece, i conti tornano già meglio. Non alla perfezione, ma già meglio.

    Che poi noi si voleva solo prendere in giro bonariamente l’orgoglio di Proserpina per il “record” del suo fidanzato, e nient’altro.

  18. Eh, Giorgio, per ora Firefox ha ancora qualche problema a risistemare i siti dove bazzico abitualmente, sebbene la superiorità sull’altro coso (chiamiamolo così) sia oramai conclamata.

  19. Io ero in trasferta milanese ed ero in macchina con un mio amico che si andava ad una festa. Decisamente non eravamo ancora ubriachi dunque presumo che il suo sbandare guidando fosse dovuto a questo. Era l’ora giusta. Ma secondo voi è possibile che si avverta anche guidando? Poverino l’ho pure cazziato.

  20. L’Unione Consumatori sollecita una interpellanza parlamentare sulla presunta ricostruzione a rischio denunciata dall’architetto Guido Pelliccioni e dall’ordine degli architetti ed ingegneri di Macerata, nelle Marche ed in particolare per quanto concerne il Castello di Alfi di Fiordimonte , dopo che i VVFF, a fronte di dichiarazioni di stabilita’ e sicurezza del Com e della regione Marche, hanno emanato un decreto di totale pericolosita’.Maria Conti , ex consigliera della minoranza di Fiordimonte denuncia una presunata associazione a delinquere finalizzata alla truffa.

  21. E’ vero che il metodo Giuliani non è molto preciso nel senso che non si puo’ prevedere il giorno e l’ora precisa , ma da indicazioni precise delle tensioni presenti nel sottosuolo e questo è importantissimo, se gia giorno 1(aprile ), invece di denunziarlo si montavano le tende e si aspettava una settimana in tenda, non ci sarebbe stato nessun morto, ma i palazzi sarebbero crollati lo stesso , ma almeno non ci sarebbero stati morti .Forse è sbagliato il nostro modo di vivere ,anche le costruzioni antisismiche hanno un limite che puo essere un 5 o 6 grado ma se il terremoto va oltre ?? anche la roccia piu dura del terreno si spacca o si solleva , se fatta bene forse la casa non si spacca ma potrebbe rimanere sollevata dal terreno e rimanere come la torre di Pisa pendente cosi si andrebbe dalla cucina al bagno in salita. Forse è sbagliato il nostro
    modo di vivere la casa in zona sismica , si dovrebbe ripensare a modo di riparanci dal freddo facendo solo delle case basse solo pianterreno con il giardinetto-orto dove all’oggiare la tenda in caso di preallarme Giuliani non sarebbe male l’idea , basta palazzoni indecenti ed invivibili.

  22. a pochissime persone interessa prevenire seriamente i terremoti , infatti la riprova e che Giuliani è stato denunciato e screditato ed ancora ha tantissime persone contro ( come le aveva il dott.Di Bella vi ricordate ) il terremoto è l’occasione di far soldi a palate , lo stato esce i soldi conservati in cassetto , aiuti e soldi europei a palate , ma si sa gia a chi andranno quei soldi , abbiamo visto tanti e tanti terremoti ed ancora oggi stanno nelle baracche dal Belice a l’Aquila
    le cose non sono cambiate ancora stanno nelle baracche costate un occhio e vendute a peso d’oro . Vogliono fare a tutti i costi il ponte in sicilia che non serve a nessuno , ma che succede se a Messina c’è il terremoto ???? crolla tutto . La societa dei traghetti da da mangiare a 980 persone che fine faranno ?
    Credete a me faranno di tutto per distruggere la valida teoria di Giuliani

1 Trackback / Pingback

  1. my url

Rispondi