Gallup anche tu

Facciamogliela vedere noi a tutti i sondaggisti ammmericani. Sotto con le cifre del confronto Bush-Kerry. Pregasi dare la vostra stima in questo ordine: nome vincitore-percentuale del vincitore.
Comincio io, e nello scrivere muovo le mani nei sottofondi: KERRY-51

(Visited 2 times, 1 visits today)

47 Comments

  1. Lo sapete come si vota in America e che “51” non significa nulla, sì? Io potrei dire allora “42”.

    Per me, Kerry 279.
    Per electoral-vote.com, Kerry 288.

  2. Scusate, io che sono disinformato avrei bisogno di un ragguaglio. Non esiste un terzo candidato, un outsider, un indipendente, un miliardario che si è finanziato da solo la sua mini-campagna elettorale, come Perot qualche anno fa? Insomma, un rompicoglioni? Mi pare ci fosse un tale Nader. Si è ritirato o che?

  3. Nader è presente in non tutti gli stati, prenderà circa l’1%. Altri candidati, assommati, pure l’1% circa. Nessun terzo candidato “forte”, insomma.

  4. ah ah, l’associazione 69 e Clinton è un lapsus freudiano!!
    kerry-bush eliminati, Brontolo 99% (elezioni bulgare!)

  5. Bush perde le elezioni, ma viene rieletto grazie a una riconta dei voti in Florida, dove risultano decisivi i voti dei non vedenti, degli analfabeti, dei militari per posta, nonché i clamorosi malfunzionamenti del sistema informatico e il fratello governatore.

    … ah… ma… è già successo?

  6. Ma Kerry si chiama John F.? È il suo vero nome o è una citazione, una trovata pubblicitaria? O forse si chiama solo John Florida, e quindi si oppone giustamente a George Washington.

  7. Però le iniziali sono quelle. Solo quello, però. Non penso che fra trent’anni i mezzi dollari d’argneto con l’effigie di kerry varranno qualcosa.

  8. Kerry 48
    Ma se i voti degli stati finiscono 269 pari cosa succede? Birra e Salsicce?
    Propongo un emendamento: indovinare anche il numeri dei voti degli stati.
    Se accolta il mio pronostico muta in
    Kerry 48 Bush 274 (sgrat…)

  9. Basta con sta cacchiata di “Kerry 49, Bush 64”. Faceva sorridere la prima volta, ora è banale.

Rispondi