Feltrini

Tanto per abbaiare“Nexsus il profeta del nulla” wrote:

Utilità delle 2 Simone stipendiate 8.000 (ottomila) euro al mese per far le volontarie (mentre i nostri feroci soldati percepiscono meno della metà)? Dal Corriere della Sera, la loro giornata tipo prima di farsi rapire: la Simona Torretta studiava per un esame all’università, la Pari insegnava la raccolta differenziata ai bambini iracheni. Costo delle Simone al Governo Italiano: ottomila euro al mese di stipendio (sì, sono i nostri cretini governativi che finanziano le associazioni, almeno in parte) + 1.000.000 di euro di riscatto. Utilità zero…
Tornano indietro e ringraziano il governo? No. Ringraziano Scelli? No. Ringraziano la resistenza irachena ed elucubrano di ritiri delle truppe. Vogliono tornare in Iraq. (Tanto se si fanno rapire di nuovo paghiamo noi). Domanda di Cossiga: ma non è che si sono rapite da sole? Domanda di altri: e non è che il milione di euro se lo sono intascate loro con qualche complice terrorista? Carriera di una Simona: dipendente del Ministero della Difesa regnante D’Alema; pubblicista dell’Unità; ottomila euro al mese per fare la volontaria e la “resistente”. Un domani (ci sono già state proposte) deputate? Facciamo una colletta di 50 centesimi a testa da dare alla resistenza irachena perchè si riprendano le due Simone. A patto che stavolta se le tengano.

Visto? Ci sono anche italiani così. In questo caso – a differenza di Ferrara, Cossiga, Feltri, ecc. – gratis. Lo stipendio dei volontari di Un Ponte Per a Bagdad è di 1368,60 euri (lordi) al mese, spese di viaggio incluse.

(Visited 4 times, 1 visits today)

24 Comments

  1. Ma chi ha messo in giro la voce degli 8mila € di stipendio ??
    Poi comunque, fosse per me, rispiarmerei anche i 4mila € riservati ai nostri soldati.
    Non sono noccioline, in questo periodo poi….

  2. e a mio avviso l’aver inventato di sana pianta la faccenda degli 8000 euro non e’ neanche la cosa peggiore di questo testo…
    trasuda qualunquismo. sembra di sentire quelli che deridono gli attivisti animalisti dicendo “con tutte le persone che stanno male, perdere tempo con gli animali”…

  3. non sapevo che i volontari percepissero uno stipendio, cioè praticamente è un lavoro.

  4. a proposito di volontariato, sbirciate dal parrucchiere l’ultimo numero di “Gente”: le simone sono immortalate in costume da bagno. Bei due pezzi.

  5. 8000 euro?
    Sarà vero? Non sarà vero?
    E se per deprecabile malaugurata ipotesi si scoprisse che è vero ???
    Che ne sarebbe di tutta la retorica sulle due vispe terese, attualmente vispe fotomodelle e prossimamente vispe europarlamentari?
    Quasi quasi è meglio Flavia Vento.

  6. Va bene tutto,non mi interessa lo stipendio…netto o lordo che sia, se cambiano il mondo o fanno solo la raccolta differenziata….ma a questo punto non chiamiamole volontarie…!!!

  7. a nibbio
    ma come cacchio si fa a scrivere “attualmente vispe fotomodelle e prossimamente vispe europarlamentari?” non sono fotomodelle, in quanto le foto scattate sono state fatte da un cavolo di paparazzo. per quanto riguarda gli europarlamentari, facendo un rapido calcolo di quando ci saranno le prossime elezioni, (tra 4-5 anni, mi pare) tutti si saranno dimenticati di loro… per cui, quando sparate qualche cavolata fate girare il cervellino…
    e sugli 8000 euro chiedetevi quanti soldi riceve la croce rossa, per qualsiasi lavoro faccia…. e pensereste che anche fossero 8000 euro sarebbero comunque pochi… (e comunque difendo strenuamente la croce rossa, meglio spendere 100 in attività che non uccidono che 1 in armi e proiettili)
    Alessandro
    ciau..

  8. La Croce Rossa prende 1 milione di Euro al mese dal ministero degli esteri per stare a Bagdad. Fonte: dichiarazione di Scelli, ripresa da Ansa e tutti i giiornali. Per chi se lo fosse dimenticato, questo signore è uno dei tanti non eletti alle elezioni nelle liste di Forza Italia.

    Chi continua ad alimentare questa campagna vile, rancorosa e rosicante sullo stipendio delle due Simone è espressione della peggiore spazzatura civile e democratica che ingombra le fogne di questo paese.
    Anzi peggio: è il meglio di forzaitalia.

  9. ma che bello!!!
    Prima erano volontarie…ora si scopre che sono “volotarie mercenarie” !!
    E con che mercede !!
    ALESSANDRO: la notorietà bisogna farla fruttare. Che c’è di meglio che vendere una bella esclusiva ad un settimanale borghese che più borghese non si può?? Quanto alla candidatura hanno già ricevuto inviti da più parti (della sinistra ovviamente) a candidarsi. Tranquillo, un collegio sicuro non si nega mai a chi lo merita (??!).
    In un mio post precedente su questo blog (il 30 settembre) avevo già profetizzato tutto ciò. Avevo solo sbagliato settimanale (OGGI invece che GENTE).
    LOWRESOLUTION: la verità, ancorchè scomoda, viene sempre a galla, e quando viene a galla qualcuno la chiama spazzatura.
    Oh come mi piace !

  10. nibbio, se ti piace tanto ho capito perchè voti il berlusca (vediamo se la capisci, è una battuta sesso-omofoba)

  11. NIBBIO: “la verità, ancorchè scomoda, viene sempre a galla [ecc..]”

    ahahhahahahahhahahahahhahahahahahahhahahahahahahhahahahaha! rotolo dalle risate! ma ci credi davvero???

    forse “la verità, ancorchè chiacchierata, interpretata, distorta, sbeffeggiata, triturata, travisata…”. basta leggere i commenti di un articolo a caso di questo blog per rendersene conto.

  12. Si dice eurI, non eurO.
    Così come si diceva lirE, non lirA. Così come in inglese si dice euros. Eccetera eccetera.

  13. Gra, il tuo è il primo caso in cui sento giustificare una regola grammaticale italiana sulla base di una regola grammaticale… straniera! Un po’ come essere favorevoli al nucleare perchè sul sole di reazioni nucleari ce n’è a bizzeffe.

  14. a nibbio… ma non ti viene in mente che magari le possono aver seguite e fotografate senza dover vendere un esclusiva?
    secondo punto: chi lo dice delle candidature? giuro che se ci saranno mi impegno a pagarti una cena… anche perchè non mi sembrano persone del genere… se lo fanno giuro che dopo la cena che ti offrirò e a cui parteciperò anche io vado a vomitargli tutto ciò che ho mangiato davanti al portone della loro casa (e di spazio nel mio stomaco c’è n’è parecchio). ciao
    p.s. ovviamente la cena si terrebbe a torino…
    ciau

  15. NIBBIO ha scritto:

    “fatelo tacere il Feltri per piacere!”
    Che dici, gli tagliamo la testa??

    Ma perchè le buone idee vengono sempre a quelli di destra?

  16. ALESSANDRO
    potendo scegliere preferirei una cena nelle Langhe, ristorante “La Morra”…con tartufo ovviamente. Prepara la carta di credito

    GIANLUCA
    “Ma perchè le buone idee vengono sempre a quelli di destra?”

    Forse perchè quelli di sinistra hanno già un’altra esclusiva prerogativa: quella delle idee imbecilli.

  17. Secondo quanto riportato dall’Ansa, Jean-Dominique Bunel, coordinatore delle Ong internazionali in Iraq, si e’ dimesso questa mattina per protesta contro il suo trasferimento da Baghdad ad Amman e poi a Parigi e per quella che definisce ”la prolungata menzogna di Un Ponte Per… sulle vere circostanze del rapimento” delle due Simone.
    Bunel inoltre, parlando con giornalisti, ha affermato che ci furono comportamenti imprudenti: ”le due ragazze organizzavano di frequente feste fino a tarda notte nel giardino dell’Ong italiana”. Certi atteggiamenti, secondo Bunel, ”erano pericolosi vista la situazione. Tanto che – aggiunge – la sera prima del rapimento volli parlare con Simona Torretta proprio di questo problema”.
    Nella lettera di dimissioni, Bunel parla anche di ”condotta scandalosa del servizio di sicurezza dell’NCCI (comitato coordinamento Ong in Iraq), che avrebbe invece dovuto prodigare consigli di prudenza, durante quelle serate. Posso darne testimonianza”. Bunel – nella lettera – sottolinea che Un Ponte Per…gli ha ”chiesto di tenere riservate queste informazioni” durante il rapimento, per non compromettere la liberazione delle due Simone. L’immagine delle due Simone, per Brunel, resta comunque quella di ”donne generose, devote ed efficaci nel loro lavoro”.

  18. Caro M.B.,
    Il mio era un intervento sintetico, ma se mi chiami in causa mi spiego.
    Euro è una parola creata ad hoc per la moneta europea. La questione del plurale è dibattuta, mica si può risolvere in poche righe. Questo il parere dell’Accademia della Crusca (http://forum.accademiadellacrusca.it/forum_8/interventi/3237.shtml), ma c’è anche chi sostiene il contrario (cfr. prof. Tullio De Mauro, uno dei massimi linguisti italiani). L’Europa, comunque, ha deciso che si dice euro.
    Ma io sto con De Mauro, perché ok all’Europa unita, ma ad ognuno la sua lingua. Per dirla col Manzoni, un conto è dover sciacquare i panni in Arno, un altro è doverlo fare nei lavandini di Bruxelles. Tu dirai: che c’entrano gli inglesi? C’entrano, perché a discapito di quanto deciso dai tecnocrati europei, nei paesi anglofoni (quindi anche nella europeissima Irlanda) la gente ha cominciato, e continua imperterrita, a dire “ten iùrous”, infischiandosene delle disposizioni europee. Esattamente come il popolo italiano ha interiorizzato il termine dicendo “dieci euri”, salvo poi essere bacchetta dal primo saccente intellettuale qualunque. Ogni lingua ha le sue regole grammaticali, frutto del comune patrimonio linguistico che si è creato in una nazione. Per cui, in Irlanda come in Italia euri (o euros).

  19. NOOOO!!! Ormai è “interiorizzato”! è pure brutto da dire “euri”! Cmq, se, come dici tu stesso, è una parola creata ad hoc, lasciamo che chi l’ha creata decida come declinarla.
    Se è per quello, ormai molti hanno interiorizzato pure il fantozziano “vadi pure”, ma non per questo è italiano forbito.
    Stupisce anche me sta cosa che i volontari sono pagati. Però la raccolta differenziata è utile, cazzo!

Rispondi