6 Comments

  1. questo calendario non si può vedere: va quasi dietro le proto lesbiche della bassa padana! ah ah ah…Aida uber alles!!

  2. Nelle statue equestri il cavallo è sempre volutamente sottodimensionato rispetto alla realtà, altrimenti il cavaliere sembra ridicolmente piccolo.
    Così nella foto di febbraio: certo che, vecchia o no, photoshop o non photoshop, io questa me la farei di più del Marco Aurelio.

    Altra domanda: ma dietro quella coperta, lì a Marzo, c’ha tre ginocchia per gamba?

  3. Che palle il patinato, ritoccato…….
    datemi panettiere, cassiere e fioraie (le commesse se la tirano già troppo)!!

  4. Samantha De Grenet: la sòla dei famosi.
    Due cose buone le ha: non è rifatta, ed è laziale.
    Sul resto, pietoso silenzio.
    Al momento, per Aida, è marcia trionfale.

Rispondi