Luzi in the sky with diamonds: nominato senatore a findivita

Lia CeliSorpresa reazione del poeta fiorentino: “E chi se ne frega, madonna buhaiola, io m’aspettavo il premio Nobel”. Ripresosi, ha inviato un telegramma di ringraziamento al presidente Gronchi. Dietro la nomina, una frattura fra il Capo dello Stato e Berlusconi, che aveva promesso quel seggio al suo menestrello di corte, Mariano Apicella. Mirko Tremaglia contesta la decisione di Ciampi: “E’ la lobby dei toscani, sono la maggioranza in Italia ”. Dalle colonne di Libero, Vittorio Feltri incita gli italiani alla rivolta : “Poeta dei miei stivali, non si capisce niente”. Più ragionata la critica del Giornale: “Non è una figura abbastanza bipartisan: ormai è più di là che di qua”. Meriti artistici a parte, Luzi sarà l’unica persona onesta fra i senatori a vita: gli altri sono un presunto mafioso, un agente della Cia, un cocainomane confesso e un trombone bigotto.

(Visited 4 times, 1 visits today)

9 Comments

  1. La cosa agghiacciante è che Berlusconi l’aveva promessa al suo piazzista preferito, la nomina. Chissà come l’ha presa il vecchio Mike.
    Sono d’accordo con Lia, comunque: tolto il povero Marione Luzi (tenuto in vita, ormai, solo dall’attesa di questo stramaledetto Nobel che non arriva mai) e tolta la Levi Montalcini (che sarà anche un po’ spessa, come persona, però almeno è una che la testa l’ha saputa usare), gli altri senatori a vita sono impresentabili

  2. MARIANO Apicella, non Michele.
    Non che cambi la sostanza del soggetto…giusto per correggere Lia :P

  3. Luzi chi? il perenne candidato ufficiale dell’Accademia dei Lincei al Nobel? quello che non smette di rosicare quando di anno in anno il premio viene assegnato ad un altro?

  4. Si, G, quello. Che considerato a chi l’hanno dato, il Nobel, negli ultimi dieci anni (e non andiamo oltre) ha tutte le ragioni di incazzarsi.

  5. Beh, Slowhand, se si tratta soltanto di continuare la pessima tradizione potrebbero effettivamente darlo anche a Luzi.

Rispondi