19 Comments

  1. Una rifatta come tante altre. Ormai per distinguersi bisogna avere almeno tre tette.

  2. scusa ginetta, a me non mi paiono rifatte x nulla, anzi, son proprio 2 belle tette! Mettiamola così, noi “normali” ci distinguiamo per brillante intelligenza ed interessi, ma diamo a Cesare quel che è di Cesare: io ci metterei la firma!! E pure una micro maglietta, così mi risolvo il problema di pagare quando esco per l’aperitivo ;-)

  3. Valentina, che sia rifatta pare anche a me. Di suo non c’è niente di male, dopotutto lei vende quello che ha. La cosa un po’ triste è che ci sia non solo chi è disposto a comprarsela, ma che anche le donne che sanno fare “altro” sentano che esibendo le tette le cose sono più facili.

    Sia chiaro che so che la tua, nella fattispecie, era una battuta. Però purtroppo là fuori è pieno di pulzelle che si fanno largo, anche nel mondo del lavoro, a botte di scollature e minigonne. Non l’avessi visto con questi occhioni, non ci crederei… perfette incapaci a cui venivano affidati incarichi delicatissimi solo perché al capo piacevano le tettone.

  4. problema 1 (futile): ma davvero anche a te sembrano rifatte? Boh, di solito sono più statiche e tonde tipo palloncino, non così morbide, ma magari ha trovato un buon chirurgo! Cmq io ho una passione per le tette, e le sue son belle…

    problema 2 (serio):in effetti la mia era una battuta ma mica tanto. Quello che scrivi è verissimo e quotidiano. Col piffero che essere di bell’aspetto non aiuta, anche solo se devi comprare il giornale, mica necessariamente x fare carriera in tv o nei vertici aziendali.
    Si tratta di come le persone si pongono nei tuoi confronti dal primo momento che ti squadrano. Certo poi arriva la conoscenza, la professionalità e bla bla bla… Ma quella prima occhiata, delle volte può indirizzare le cose in un modo o in un altro, e non è poco. E se sei figa e brava, aiuta, oh come aiuta!
    NB: se la tettona incapace riceve il posto invece, è perchè fa dei fantastici blow job oppure il servizio a domicilio completo, perchè non credo che i capetti si accontentino di una sbirciatina alle tette col caffè del mattino…
    Cara Giulia, il mondo è una giungla. Io ultimamente sto facendo un master da stronza cinica: forse mi piaceva di più la Vale di prima, ma mi sto prendendo delle gran soddisfazioni…

  5. Valentì, che siano belle tette non lo discuto, se ti piace il genere “zinna strabica”. Però insisto che non sono sue. Potrei dirti che si vede fin troppo bene, soprattutto se osservi con occhio attento e invidioso i mesi di aprile e luglio. Ok, dirò la verità: Carolina Marconi ha ammesso di aver ritoccato la carrozzeria. Una mica segue il Grande Fratello per niente. :o)
    Comunque il calendario aiuta, come no. Altrimenti mica ti chiamano a fare i balletti con i ragazzi di Amici.

  6. che dire, un gran bel lavoro!! certo che avercele di natura, dev’essere tutt’un’altra (ma si scrive così?) soddisfazione. Per quello non le rifarei, saprei che c’è il trucco…;-)

  7. Essere belle aiuta?
    Ma voi bambine care, quando andavate a scuola, a chi lo passavate più volentieri il compito? Al figaccione della classe o al ciccione lentigginoso?
    Sinceramente…

  8. io il compito lo passavo a chi mi pareva meritorio del mio aiuto.
    a volte capita di fare qualcosa di buono e ti va di condividerlo con chi ritieni “amico”.
    ora che ci penso, anche il resto l’ho sempre condiviso più volentieri con gli amici anzichè con gli altri.
    però io c’ho le zinne strabiche di natura per cui non faccio testo.

  9. io non lo passavo a nessuno: ero già una carognetta a 7 anni! immagino che tu fossi un ciccione brufoloso vista la valutazione. Io invece ero carina come adesso, con in più dalla mia parte il fatto che avevamo tutte le stesse tette a 7 anni:non pervenute. Poi arriva la pubertà, e son dolori…;-)

  10. Seee, io ero il figaccione della classe, come avrei potuto diplomarmi altrimenti?
    (a garantire sul mio aspetto ho diverse testimoni oculari che girano da queste parti)

  11. Marzullianamente:
    “Carolina, di cosa sono fatti, i sogni?”
    “Beh, diciamo che sono il risultato di un lavoro di equipe tra la mamma, il chirurgo e il photoshop”
    Però sono d’accordo con Pros, Aida è ancora la migliore. Nun c’è gnente da fa’, è più intelliggente, se vede. Se vede a occhio.

  12. -“perchè io non sono come le mie amiche che pensano solo a rifarsi le tette e non sanno neanche cosa sono le primarie”.
    e il perfido gongolante:
    -“lei lo sa cosa sono le primarie?”
    -“certo, le primarie saranno tra il nostro leader Prodi e la destra”.
    il bastardo godeva come uno snob alla sagra della luganiga in Val Brembana.
    Chi sarà?
    Ecco, lei neanche se si fa la quinta con la trazione posteriore ce la può fare…ah ah ah

  13. Essere belle serve. Essere belli serve solo se si vuole fare quello che fa Costantino Vitagliano. Ma che tu sia brutta o bella, quando realizzi qualcosa di importante, ti diranno che per ottenerlo hai fatto bocchini o marchette.

    Questo è il sottoprodotto di un certo genere di prostituzione, avallata dalle donne, difesa a spada tratta dagli uomini che ne traggono vantaggio.

    Le tette comunque sono finte, fatte bene ma finte. MA che c’è di nuovo: l’unica delle calendarizzate con le tette vere, secondo me, è Jane Alexander.

  14. Giulia, anche degli uomini belli se fanno (non dico strada) soldi dicono che è perchè l’hanno preso nel culo. L’ho sentito dire di tutti quando bazzicavo nel cinema, possibile che tutti lo prendessero nel cacapranzi? Quel Costantino lì, secondo me, sì.

    PS: Non dite a Fabrizio che ho detto delle parolacce, per favore.

  15. infatti quella specie di pupattolo marchiato Dutch è gay, lo sanno tutti, no? (con tutti i cinici&disincantati che girano da queste parti dovrebbe essere cultura generale).
    e questo conferma tristemente la regola di quanto detto da giulia prima e vlad poi. esempio proprio sbagliato, giulia…

  16. Arianeve, ti assicuro che l’esempio NON era preso a caso. Te l’assicuro. E che il tuo commento proverebbe casomai la mia tesi.

  17. Ma come fate adire che sono rifatte:Da esperto del settore vi confermo che sono naturalissime.
    In giro ci sono delle foto di qualche anno fa e queste confermano la mia tesi, ed a meno che non se le sia rifate a 13 anni dico:

    Tettis autenticissime sunt

    Poi aggiungo anche che l’ho vista live in una discoteca ed è davvero una FIGA da paura !

  18. Carolina e una ragazza troppo bella , miace tantissimo di fisico e tutto ed e tutta naturale ,non è rifatta , e bona

Rispondi