L’eroe di Alleanza Nazionale

Tanto per abbaiareNon si ribellò a Dell’Utri, non combattè la mafia, non mise a posto Berlusconi… Però volò dalla Francia a Roma per buttar giù volantini con scritto “Libertà”. Non si chiamava Gianfranco e non faceva il gradasso. Ed era il segretario di An.

Alleanza Nazionale. Il partito di Alleanza Nazionale celebra il 3 ottobre la sua maggiore gloria. Fu in quel giorno che il fondatore del partito – il giornalista antifascista Lauro De Bosis – realizzò un’impresa quasi impossibile: partendo da una base clandestina in Francia, superò con un piccolo monomotore le munitissime difese antiaeree di Roma e lanciò su piazza Venezia nubi di volantini che invitavano gli italiani a ribellarsi all’oppressivo governo di una sola persona. De Bosis non ritornò mai dalla sua impresa – abbattuto dalla caccia fascista o precipitato in mare – ma il suo appello contribuì a dar fiducia, in un momento buio della nazione, a coloro che ancora credevano nella libertà. Lo riproponiamo di seguito, certi di far cosa gradita agli attuali coraggiosi dirigenti di Alleanza Nazionale.

Roma, 3 ottobre 1931, Anno VIII dal delitto Matteotti. Chiunque tu sia, tu certo imprechi contro il regime e ne senti tutta la servile vergogna. Ma anche tu ne sei responsabile con la tua inerzia. Non cercarti un’illusoria giustificazione col dirti che non c’è nulla da fare. Non è vero. Tutti gli uomini di coraggio e d’onore lavorano in silenzio per preparare un’Italia libera. Anche se non vuoi esser dei nostri, vi son sempre dieci cose che tu puoi fare da solo. Puoi, dunque devi.
1. Non assistere a nessuna cerimonia del regime.
2. Non guardare nessuna tv (nell’originale: “nessun giornale” – ndt). Son tutte bugie.
3. Non fumare. (Il fumo rende al regime oltre 3 milardi l’anno, tanto di che pagare tutti i suoi sbirri. Fa contro il nuovo Radetzky quel che fecero i milanesi contro l’antico).
4. Non far nessun atto né dir nessuna parola che suoni ossequio al regime.
5. Boicotta nei rapporti personali e d’affari i servitori del regime. Sono i tuoi sfruttatori.
6. Boicotta o intralcia con l’ostruzionismo tutte le iniziative fasciste. Anche le migliori servono a ribadirti addosso le catene.
7. Non accettare nulla dal regime. Qualsiasi cosa ti dia è il prezzo della tua prostituzione.
8. Diffondi le circolari dell’Alleanza. Diffondi ogni notizia vera che puoi ghermire. La verità è sempre antifascista.
9. Forma una catena di amici fidati su cui contare per ogni evenienza.
10. Abbi fede nell’Italia e nella Libertà. Il disfattismo degli italiani è la vera base del regime. Comunica agli altri la tua fede ed il tuo fervore. Siamo in pieno Risorgimento. I nuovi oppressori son più corruttori e più selvaggi di quelli antichi, ma cadranno egualmente.


Forze Armate. Quelle della Regione Siciliana, come di altre regioni devoluscionate, consistono in un Corpo Forestate che veglia sulla sicurezza delle patrie foreste contro qualunque nemico. Purtroppo, nonostante gli sguardi avidi che da ogni parte si tendono sulle nostre Patrie (siciliana, padana, ecc.) i responsabili del Corpo non hanno ancora provveduto a dotare le loro truppe nè d’artiglieria pesante nè di cacciabombardieri. Con quali risultati, in caso d’invasione svizzera o tripolina, è facile prevedere.

In Sicilia, i fondi stanziati per la difesa sono stati invece investiti nell’istituzione di un apposito Ufficio del Cerimoniale del Corpo delle Guardie Forestali. Esso è preposto all’organizzazione delle parate, allo scambio di ricevimenti con le Ambasciate delle altre regioni, all’esecuzione solenne dell’Inno Siciliano, all’addobbo degli alberi di natale, alla celebrazione delle Festività Civili e Militari dell’isola e in genere a tutte le forme di rappresentanza di cui una Regione così importante non può fare a meno. Responsabile dell’Ufficio è stata nominata la N.D. Colonnella Maria Cristina Speziale, già assessoressa all’agricoltura del governo Cuffaro e consorte del capogruppo Ds al Parlamento Siciliano don Calogero Speziale. Nessuna divisione di partito di fronte all’onore di servire le gloriose Forze Armate Siciliane.

Donne. Le violenze domestiche sono la prima causa di morte delle donne fra i 16 e i 44 anni in Europa, più degli incidenti stradali e dei tumori. La percentuale di donne seviziate in famiglia oscilla, a seconda dei paesi, fra il venticinque e il cinquanta per cento. Record in Portogallo, dove il cinquantadue per cento delle donne dichiara di aver subito violenze dal marito. In Germania i casi di donne assassinate dai conviventi sono circa trecento l’anno, quasi una al giorno. Una ogni tre giorni in Inghilterra, una ogni quattro giorni in Spagna, una ogni sei giorni in Francia. Delle vittime, circa due terzi vengono uccise con armi da taglio o da fuoco, le altre pestate a morte.

Politici. Rinvenuta in Finlandia una rara registrazione “familiare” di Adolf Hitler. Ci erano finora pervenute solo quelle dei discorsi ufficiali, dal timbro veramente hitleriano, al confine fra il capopopolo e il pazzo furioso. In questa invece Hitler parla a voce normale, come un qualsiasi politico che prometta riforme e smentisca stangate.

Come ti erudisco il pupo.

“Gli uomini della Destra erano aristocratici e grandi proprietari terrieri. Essi facevano politica al solo scopo di servire lo Stato e non per elevarsi socialmente o arricchirsi; inoltre amministravano le finanze statali con la stessa attenzione con cui curavano i propri patrimoni. Gli uomini della Sinistra, invece, sono professionisti, imprenditori e avvocati disposti a fare carriera in qualunque modo, talvolta sacrificando perfino il bene della nazione ai propri interessi. La grande differenza tra i governi della Destra e quelli della Sinistra consiste soprattutto nella diversità del loro atteggiamento morale e politico”.

(“I nuovi sentieri della Storia. Il Novecento”, De Agostini 2003,
libro di testo per le scuole medie ai tempi della riforma Moratti)

• Cronaca. Messina. Migliora il cane – un bastardino di tre anni – cosparso di catrame rovente e abbandonato per la strada da ignoti.

Luigi B. wrote:

Qualche giorno fa mentre mi accingevo ad entrare in autostrada al casello di Maccarese (Roma), un cartellone informava la gentile clientela che “superare i limiti di velocita è un crimine”. Ritengo utile (ma non tanto) che il pannello ricordi le penalita di una guida scorretta, ma correre un po’ di più per raggiungere il posto di lavoro magari dopo un rallentamento causato dai lavori di manutenzione autostrale, non mi sembra un crimine. E’ sicuramente un crimine rubare o uccidere, ma non superare il limite di velocità. Dovrebbe essere un crimine anche parcheggiare in doppia o tripla fila per salire in ufficio dopo aver posto un foglietto sul cruscotto con il numero di telefono, mentre tu cerchi disperatamente di uscire dal parcheggio, ma i vigili spesso lo tollerano. Dovrebbe essere un crimine parcheggiare davanti al rampa inclinata dei marciapiedi per i portatori di handicap ma a volte si chiude un occhio alla faccia di chi deve salire sul marciapiede, oppure nascondersi dietro un cespuglio, una rientranza o altra copertura per installare un autovelox la cui vista innesca una frenata mostruosa tale da mettere in repentaglio la vita di chi ci sta dietro. Viviamo purtroppo una vita frenetica dove ti senti soddisfatto se nell’arco della giornata sei riuscito a fare due o tre appuntamenti in città ma ti senti deluso o amareggiato quando un imbecille fa scrivere a caratteri cubitali che sei un criminale se superi il limite di velocita anche di un solo Km/h. Scrivo qui questa email solo perche non so a chi comunicare il mio senso di rabbia. Cordiali saluti.

amicidiradio3@amicidiradio3.it wrote:

Dal 15 maggio la Rai ha smesso di trasmettere Radio 2 e Radio 3 dalle onde medie e molti ascoltatori sono stati privati di questo servizio. Quanti sono? L’Audiradio non ha ancora pubblicato i dati, ma sembrano in molti, secondo le testimonianze sul nostro sito. Vittorio Bongiorno ha messo a disposizione un contatore/sondaggio che ci consentirà di segnalare il livello di ricezione di Radio 3 in modulazione di frequenza e di tracciare una mappa della ricezione di Radiotre in tutta Italia. Per partecipare al sondaggio clicca su http://www.socialcounter.it/.

Claudio wrote:

“Le streghe hanno smesso di esistere quando abbiamo smesso di bruciarle”. Anche Karl Marx ha qualcosa da dire in proposito: “In Inghilterra hanno smesso di bruciare le streghe quando hanno cominciato a impiccare i falsari”.

AntonellaConsoli wrote:
La torpedine

Se fossi una torpedine ocellata
vedrei le cose come elettrizzata
Se fossi un fungo porcino
mi coprirei di foglie come un baldacchino
Se fossi innamorata
si aprirebbero cancelli insospettati
non rimano perché non son baciati.

Satisfation

Cosa ci fa sentire soddisfatti?
è un mistero che fa diventare matti
Sembrano nostri desideri
ma sono sociali fattucchieri.

Preghiera

Solo tu ci puoi guidare
in questo variegato mare
tu che ci hai fatti
amati e custoditi
e ancora oggi
proteggi i nostri nidi.
(Visited 4 times, 1 visits today)

4 Comments

  1. Buying Soma Online is Fast, Easy, and Confidential. We have searched the internet to bring to you the highest quality online pharmacies that offer Soma. We have made sure that these online pharmacies are the most reliable to purchase Soma and many other prescription medications.

Rispondi