Sulla notizia

E’ l’1:28. Secondo la Reuters Simona Torretta e Simona Pari sono state uccise. Il primo lancio 82 minuti fa: la notizia è apparsa su un forum ad accesso pubblico (ora messo offline dal provider che lo ospitava) considerato non particolarmente attendibile (fortunatamente anche gli organi di informazione tradizionali hanno imparato a specificare preventivamente questa quisquilia). La Repubblica online riprende. Il Corriere online segue, con un discreto ritardo.
Su RaiUno un Vespa registrato ieri ha nuovamente cazzeggiato su Cogne con la solita compagnia, così, tanto per fare dispetto a Gad Lerner. Ora c’è il Tg1 in onda, e non se ne sono accorti. Parlano di musei.
Su RaiDue c’è il TG Parlamento in onda: non se ne sono accorti nemmeno loro.
Su RaiTre stanno intervistando Zucchero.
Su ReteQuattro c’è un film con Christophe Lambert.
Il Tg5 (in edizione non straordinaria) ne ha accennato.
Italia 1 manda in onda il giornaliero di “Campioni“.
Su La7 c’è un film italiano girato con la videocamera di un telefonino.

(Visited 6 times, 1 visits today)

12 Comments

  1. Io sto incollata alla pagina della diretta di repubblica, non riesco ad andare a dormire fino a che non si sa niente di certo :(

  2. Spero con tutto il cuore che non sia vero, mi sembra di essere ripiombata nell’incubo di poco meno di un mese fa… :-(
    Quanto all’attendibilità delle notizie pubblicate nei siti web, sono lieta che la stampa stia imparando a prenderle con le molle.
    Durante il sequestro Baldoni (diomio, è già passato quasi un mese…), specie nei primi due-tre giorni, TUTTA la stampa italiana ha bivaccato costantemente su Bloghdad pubblicando qualunque cosa uscisse su quelle pagine: notizie, voci, ipotesi…
    La cosa ridicola è che noi (gestori di Bloghdad e amici di Enzo in generale) stavamo attaccati ai lanci delle ultim’ora per avere notizie, e nello stesso tempo quelli delle agenzie stavano attaccati a noi per lo stesso motivo O__o

  3. Ma io non capisco questa atmosfera da “meno male che i giornalisti cominciano a capire”.
    Quante energie, quanto tempo, quanti soldi, quanta carta, quanto inchiostro e quanti bit si sono spesi per dare fiato ad una notizia tratta da un forum pubblico? Dico, un forum ad accesso pubblico!
    Dare una notizia shock accompagnata da un “ma non e’ attendibile” non ha senso. Ma ci pensate a cosa stanno passando le famiglie di queste due ragazze ora piu’ che nei giorni scorsi?
    Non ne avrebbero neanche dovuto fare ancun cenno. Quante notizie non attendibili si trovano su Internet? Se uno ha voglia di cercare, ne trova quante ne vuole. Questa non sara’ certo ne la prima ne’ l’ultima.
    Ma non ha ancora insegnato nessuno ai giornalisti come si fanno ricerche su Internet?
    Non gliel’ha ancora detto nessuno che il difficile non e’ tanto il trovare cio’ che si cerca, ma il filtrare cio’ che e’ spazzatura?
    Bah…

  4. io direi che stanno cercando di prepararci al peggio, che qualcuno, servizi o altro, abbia, lanciato il boccone avvelenato in rete, consapevole (speriamo di sbagliare), che per le due ragazze non c’è più nulla da fare.

    Viva l’Iraq liberato, viva la democrazia impiantata, viva la tv e Internet che stanno trasformando quattro macellai cialtroni nei portabandiera di una pseudorivoluzione islamica

  5. In diciotto giorni non abbiamo ricevuto una sola notizia attendibile sul rapimento delle due Simone.
    sono convinta che non sia attendibile neanche questa.

  6. Iraq. Nuovo comunicato sul web: le ragazze italiane uccise, presto video sulla loro fine

    Baghdad, 23 settembre 2004

    Questa volta il messaggio web, oltre a confermare l’uccisione delle due ragazze ostaggio delle italiane, annuncia che nelle prossime ore verrà pubblicato in rete il video della loro uccisione.

    http://www.rainews24.rai.it/

  7. Nuovo drammatico messaggio internet in un sito
    «Italiane uccise: faremo vedere il video»
    «L’organizzazione della jihad» afferma di aver «ucciso le due agenti criminali dello spionaggio senza pietà o compassione»
    DUBAI – «Le due donne italiane sono state uccise. Faremo vedere il video». Questa nuova drammatica dichiarazione è contenuta in un messaggio su un sito internet, diverso da quello della scorsa notte, che annuncia l’uccisione di Simona Pari e Simona Torretta. Il gruppo, che si definisce «organizzazione della jihad», afferma di aver ucciso «le due donne italiane» dopo che l’Italia non ha accolto la richiesta di ritirare le truppe dall’Iraq. Il messaggio con la seconda rivendicazione dell’esecuzione delle due operatrici italiane è stato diffuso da Ansar al Zawahiri.
    «Le teste delle due agenti criminali dello spionaggio italiano, Simona Pari e Simona Toretta, sono state tagliate con un coltello senza pietà o compassione», dice il delirante messaggio. «Il video della decapitazione sarà emesso quanto prima», riportano i Sostenitori di Al Zawahiri.

    FARNESINA: VERIFICA NUOVO MESSAGGIO – «Non abbiamo conferme, stiamo verificando l’attendibilità della nuova rivendicazione», ha commentato l’unità di crisi del ministero degli Esteri.
    «Il governo giudica inattendibili le rivendicazioni», ha comunicato alla Camera il presidente Pier Ferdinando Casini riferendo il giudizio dell’esecutivo comunicatogli dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta
    23 settembre 2004 – Corriere.it

  8. non ho mai creduto alla loro liberazione, questi non sono terroristi, sono banditi che hanno trovato il modo di garantirsi visibilita’ e che sta volta hanno sbagliato ostaggio.
    sono la rovina del loro stesso popolo, sono l’ignoranza e la disperazione.

    mi dispiace per due italiane che lavoravano e vivevano nella speranza e nella positivita’ ,due persine che meriterebbero un ricordo ed un pensiero tutte le notti prima di dormire.
    non solo un mio pensiero, ma un pensiero di tutti, forte abbastanza per farlo arrivare fino a loro.

  9. Pare che la conclusione sia che i telegiornali si siano comportati in maniera professionale, evitando di creare la sensazione su una notizia inattendibile. Probabilmente, avessero fatto edizioni straordinarie sul non evento, su queste pagine si sarebbero rimpoverati i TG per avere seguito fonti inattendibili.

Rispondi