6 Comments

  1. grazie spirito.
    se un giorno avrai voglia di parlare con un vecchio che ti stima la mia mail è quella.
    ti seguiro’ con affetto comunque.
    ciao.

  2. Non si finisce mai di imparare !
    Pensate cosa ho scoperto…..che qui tutti parlano male sempre e solo degli americani, qualunque cosa facciano ma nessuno è antiamericano. Anzi…guai a sospettarlo. Noi antiamerikani?? Ma se l’amerikano è il miglior amico dell’uomo ! Noi siamo solo “critici” verso gli USA.
    Mannaggia ! In Iraq c’è il petrolio purtroppo, ma se c’erano le barbabietole invece del petrolio state certi che la guerra sarebbe stata fatta per avere il controllo sulle barbabietole che, si sa, adeguatamente lavorate possono produrre alcool e sostituire il petrolio nelle auto. E in Somalia? Ma c’erano le banane no?
    In Kosovo? Nessuno lo ammette ma pare ci fossero i mirtilli.
    Orbene, io non voglio dire nemmeno il contrario e cioè che gli USA le facciano sempre e solo tutte giuste ma osservo che da qualche centinaio di anni esiste una guerra fra l’occidente di radici cristiane e l’oriente di matrice islamica, guerra che ha subito, nei vari momenti della storia, periodi di stasi e periodi di recrudescenza.
    Non si chiama guerra di civiltà?
    E se si, quale è la civiltà superiore?
    Potrei dire, ai posteri l’ardua sentenza ma ho un tarlo che mi rode.
    Se una civiltà è disposta al dialogo e l’altra no, se una civiltà accetta a casa propria milioni di mussulmani concedendo spazi per moschee, piscine riservate alle amanti del burqa e altre amenità di questo genere e l’altra proibisce la libertà di culto, o addirittura, come il “moderato” Egitto, proibisce le conversioni al cristianesimo…..quale sarà la civiltà superiore?
    Se una civiltà parla di integrazione e l’altra, anche nell’ala più moderata, ha comunque come obiettivo, sia pure nel lungo termine, l’annientamento degli infedeli, quale sarà la civiltà superiore?
    Quello che nessuno vuole ammettere è che è in corso una guerra che non riguarda solo l’Iraq e gli USA, ma che riguarda Oriente ed Occidente. Una guerra che andrà combattuta fino in fondo, piaccia o non piaccia, perché le torri gemelle, le discoteche di Bali, gli albergi in Indonesia, il treno di Madrid e, in ultimo ma non ultimo, la scuola di Beslan, sono solo i primi di una serie di attentati che sconvolgeranno il mondo.E’ una guerra che non ha cominciato l’Occidente, mi pare! O no?
    Voi siete pacifisti, io no, io sono pacifico ma non pacifista.
    Voi siete contro la guerra, io non auspico la guerra, ma se la guerra deve servire a difendere la mia libertà, i miei valori, la vita dei miei cari….ben venga la guerra.
    Amen.

  3. Un’altra cosa. Se la guerra in Iraq è una guerra per il petrolio, come mai questi cazzoni di amerikani non ci hanno pensato prima? Come mai, per esempio non lo hanno fatto durante la guerra del Kuwait dove avrebbero avuto più consensi internazionali visto che Saddam era nella posizione di aggressore? Come sono contorti questi amerikani !!

  4. Signor Codice: uno che ha neuroni da scialare su macchianera, vecchio non può essere.
    Comunque, è lo spirito che conta.
    Appunto.
    Grazie per la stima e …. si sa mai.
    P.S. scusino lor signori l’OT, ma la buona educazione viene al primo posto

  5. Che coglione, non ti avevo riconosciuto!
    Ti ho anche mandato un’email. Guarda che dove sai c’è gente che ti vuole bene. Torna.

    Mi scusino l’OT i gentili clienti del sito, non è certo mio costume, ma quando si ritrova un vecchio amico…

  6. solitamente resto in modalità solo lettura. Ma stavolta, quando un cantastorie con tono straffottente ha superato i limiti della decenza inventandosi la storia, mi par giusto mettere qualche puntino sulle i.

    Il cantastorie vocifera : “2. Caro professorino, ti credi il depositario della verità sugli Usa che ti metti a fare tutte quelle domande? Non so di dove tu sia, dalle mie parti si dice: “Chi ti credi? Giù dalla pianta, mio caro”.
    E poi se rispondo che fai, mi dai il voto di fedeltà agli Usa o di fedeltà a Bush? La differenza fra me e te è che sulle guerre ho citato fatti, tu esprimi giudizi (e non sai che i Talebani furono a suo tempo l’arma usata dagli Usa contro la Russia). ”

    I talebani furono l’arma usata dagli usa contro la russia ? Dalle mie parti si dice che te la fai e te la racconti….
    brevemente
    16 settembre 1979, l’urss decide di invadere l’afghanistan
    27-28 settembre 1979 truppe dell’armata rossa entrano in afghanistan
    25 maggio 1988 inizia ufficialmente il ritiro dell’armata rossa
    15 febbraio 1989 definitivo ritiro dei russi

    intermezzo: la prima cosa che legge uno che si interessa di afghanistan è che l’afghanistan è un paese con molte etnie perennemente in lotta tra di loro. L’unica eccezzione è un invasione straniera, allora si uniscono con una determinazione incredibile. Sono conosciuti come i mujaheddin afghani

    aprile giugno 1992 i mujaheddin riprendono kabul ( l’armata rossa se ne era andata ma rimaneva un governo fantoccio con esercito guidato da consigliari russi )
    1993 aspri combattimenti tra truppe fedeli a rabbani e milizie di hekmatjar
    1994 hekmatjar si allea col generale dostum, leader dell’etnia uzbeka e suo nemico storico, contro rabbani e Massoud, leader dei tagiki, e lo attaccano
    4 novembre 1994 un gruppo di guerriglieri assalta presso kandahar un convoglio di 30 camion pakistani. E’ l’ingresso in scena dei talebani, da talib, letteralmente “studenti di teologia coranica”. Vengono dalle madrasa pakistane, scuole di teologia coraniche “leggermente” integraliste in parte finanziate dall’isi, i servizi segreti pakistani. Quelli che nemmeno musharraf sa bene quello che fanno.
    25 novembre 1994 i talebani prendono il controllo di due province del sud, lashkargarh e helmand.

    Conclusione: i talebani sono nati dopo 5 anni che l’armata rossa se ne era andata, e sono stati sempre combattuti da parecchie altre etnie. I tagiki di Massuod sopra tutti.

    fonti
    ettore mo kabul rizzoli
    ettore mo sporche guerre rizzoli
    giulietto chiesa afghanista anno zero guerini ed associati
    ahmed rashid talebani feltrinelli
    internet

    ohi giordanobruno, con chi ti metti a discutere? non ne vale proprio la pena. Un piatto di pasta dello chef vlad c’è per te, per me ed anche per alakaluf orobico.

1 Trackback / Pingback

  1. cigarette electronique

Rispondi