Traffico d’agosto: mega-tamponamenti sulla 194

Un deputato forzista in testacoda dopo un’uscita pericolosa tampona un ministro della Sanità accecato dai pregiudizi e si scontra con un centrosinistra fermo in corsia di emergenza: ancora una volta la legge sull’aborto resta miracolosamente incolume, ma per quanto ancora? Bei tempi quando i pretesti per i giochetti politici da ombrellone erano il ritorno dei Savoia e la riapertura dei casini: oggi che i Savoia sono tornati e Casini è presidente della Camera, i parlamentari rimbambiti dal caldo straparlano su questioni di vita e di morte. L’onorevole Gentile precisa la sua idea sul ticket per il secondo aborto: “Se sono gemelli, prezzo speciale. E le pensionate avranno l’esenzione”. Crisi di coscienza fra gli abortisti: “In effetti, rispetto a Girolamo Sirchia, anche un embrione di una settimana sembra un essere umano”. Invece della 194, sarebbe ora di rivedere la legge 180, così gente come Calderoli starebbe in una camicia di forza invece che al governo. Domandine finali: perché se Osama Bin Laden dirama una lettera in cui sostiene che la donna non è uguale all’uomo, è un fanatico, mentre se lo fa il cardinale Ratzinger, è un rispettabile teologo? E perché per lo Stato italiano vale di più il diritto alla vita di un ovulo concepito da due giorni che quello di un clandestino liberiano concepito vent’anni fa?

(Visited 4 times, 1 visits today)

10 Comments

  1. Sorry, ma dove e quando il Cardinale Ratzinger avrebbe detto o scritto una stronzata simile?
    E perchè chiamare “Stato Italiano” un frullato di rutti forzaleghisti?

  2. immagino che una seconda “postatura” richieda un intervento immediato.
    Ho elaborato un’altra teoria, una tessera sanitaria a punti, finiti i punti bisogna ridare l’esame di “prevenzione” presso il corso “sesso sicuro” della Asl.
    Prova orale e pratica per tutte.

  3. Ehm, ho una domanda stupida da fare che non so a chi girare. Ho appena letto, e sto usando, questa cosa del TypeKey. Sai per caso come posso fare in modo che l’identificazione TypeKey venga richiesta anche sul mio blog, da poco creato su “splinder.com”, così come è richiesto presso il tuo?
    Lo chiedo proprio a te perchè, seguendo una lunga traccia, pare che tu sia un iniziato al corrente di questi arcani.

    Mi scuso con tutti per la domanda fuori luogo e fuori tema.
    Saluti

  4. Slowhand, credo che Lia si riferisca a questo recente scritto di Ratzinger: “Lettera ai vescovi della Chiesa cattolica sulla collaborazione dell’uomo e della donna nella Chiesa e nel mondo”. Dalle critiche che ha suscitato qui in Germania pare essere una delle cose più schifosamente sessiste degli ultimi trent’anni.

  5. Sarà. Io la lettera non l’ho letta (non sono ancora Vescovo…), ma credo che non abbia fatto altro che scrivere un’altra volta quello che ripete da anni: ovvero, che la donna e l’uomo, nella comune dignità di esseri umani, hanno caratteristiche diverse, e compiti diversi.
    E io non ci trovo niente di scandaloso, figuriamoci di talebano.
    Se poi vogliamo fare finta che le differenze non esistano…

  6. Brani di quella lettera li puoi trovare, forse più su siti esteri che su siti italiani. E io onestamente ci arrivo a coloro che sostengono i compiti diversi nella comune dignità di essere umani, ma se la comune dignità di essere umano per la donna significa “accudire l’altro per cui sono state create” o “lavare i piatti quando non asciugano il moccio al bambino” questo mi suona male; non talebano o nemmeno retrogrado, proprio irreale.

  7. Brani di quella lettera li puoi trovare, forse più su siti esteri che su siti italiani. E io onestamente ci arrivo a coloro che sostengono i compiti diversi nella comune dignità di essere umani, ma se la comune dignità di essere umano per la donna significa “accudire l’altro per cui sono state create” o “lavare i piatti quando non asciugano il moccio al bambino” questo mi suona male; non talebano o nemmeno retrogrado, proprio irreale.

  8. Brani di quella lettera li puoi trovare, forse più su siti esteri che su siti italiani. E io onestamente ci arrivo a coloro che sostengono i compiti diversi nella comune dignità di essere umani, ma se la comune dignità di essere umano per la donna significa “accudire l’altro per cui sono state create” o “lavare i piatti quando non asciugano il moccio al bambino” questo mi suona male; non talebano o nemmeno retrogrado, proprio irreale.

Rispondi