La mattina dei commenti scomparsi

Giusto per la cronaca: il blog funziona, anche se per alcuni post (come gli ultimi di Brontolo, ad esempio) non appare la pagina nella quale vengono registrati i commenti. Ciò può accadere per due motivi: il primo è inserendo il proprio intervento nelle ore più “trafficate” (generalmente: entrata in ufficio – pausa – uscita dall’ufficio), il server può impiegare parecchio tempo prima di completare l’aggiornamento delle varie pagine (per ogni singolo post, il programma deve modificare per lo meno 5 pagine diverse: quella del post, quella dei post per data, quella delle categorie, quella del mese e gli indici) e, a volte, si può bloggare. In questo caso è sufficiente premere il tasto “Indietro” o “Back” sul proprio browser perché la procedura vada a buon fine. Il secondo motivo può essere rappresentato dall’interruzione della procedura da parte dell’autore prima che tutte le pagine siano pubblicate. Dovesse succedere, sappiate che è sufficiente tornare nel menu di amministrazione, cliccare sul titolo del proprio post e premere nuovamente “Save”.

Una veloce risposta, poi, a tutti quelli che chiedono il motivo per cui alcuni post scompaiono. Non scompaiono: molto più semplicemente appartengono ad autori che non gradiscono restino in linea per troppo tempo. E siccome si scrive qui per quell’effimera gloria blogghereccia, ma non per soldi, poter gestire a piacimento i propri scritti è un’opzione alla quale sono giustamente abilitati.

(Visited 14 times, 1 visits today)

9 Comments

  1. Si può fare (essere?) i finti (?) tonti, ma interpretare un “succede che questo blog non funziona” in un modo strettamente tecnico, mi sembra che limiti il pensiero di Brontolo. Lui, con la sua nota proprietà linguistica, avrebbe scritto “i commenti di questo blog non funzionano”, se avesse voluto esprimere tale concetto.

  2. si potrebbe sapere (se interessa) la verita’ con un’interpretazione autentica del brontolo, ma dubito che l’affabilita’ del post di rina sia uno sprone sufficiente.

  3. Ragazzo t’ho conosciuto ch’eri in fasce, e già cementicavi Clarence con le prime fondamenta e anche allora, ostendando le tue origini nationalpopolari, ci tenevi a far sapere, a noi compagni non tua, che l’era tutto per la nostra godiura e non per tuoi peccaminosi invenstimenti. Ci mettesti mica tanto a smentirti incassando una barrocciata di miliardi.
    Ora ‘un s’abbocca più, Berlusconi docet! per te però!
    Mica ci puoi far passare ancora che Macchianera l’è solo un tu’ passatempo, costoso fra l’altro, invece che un perseguire con forza, ma senz’Italia, l’orme del tu’, nano, vate mediatico?

  4. azulejo, ti si potra’ capire quando ti periterai d’imparare a esprimerti in italiano. besos.

  5. Alpe, vorrei che fosse chiaro che il mio “tonto” non era indirizzato a Brontolo, che è l’autore che io stimo di più fra quelli di Macchia, ma a chi dà interpretazioni forse riduttive delle sue decisioni.

  6. Alpe…
    ma cosa vi sta succedendo qui a i’Maccartneristi? te che ‘un mi capisci, nonostante t’affascini a mandammi appassionati besos, sintomo di pendenze strane? quell’altro PosteTelegrafico che di sopra si mette ad amare i cazzi dell’altri…
    maschietti, ma vi siete mai accorti che la vita l’è più bella con le mimme?

  7. azulejo, per quel che ti conosco potevi benissimo avere la fregna. gia’ che ci sei, comunque, continua a succhiare.

  8. Lascio i’commento serio a i’ragazzo succhiando le rote di Alpe, ma non è un aquila come Bartali, quindi l’è molto da ritardati…

    Brontolo non ha bisogno di commenti, anzi per non inquinare la su’ filosofia andrebbero vietati.

    Scusate, l’è robetta, ma l’avevo premesso, Alpe è uno sparring partner troppo leggerino.

Rispondi