46 Comments

  1. L’articolo è ridicolo, ma non mi sembra oltrepassi la soglia dell’assurdo parlando di “tragiche morti”.
    Invito a riflettere invece sulle conseguenze logiche e pratiche del tipo di disinformazione contenuta nel rapporto, nella domanda implicita che i signori del Emcdda fanno alle forze dell’ordine: perchè non andate un po’ in giro per le case a stanare i “drogati”?
    Ma anche tu Livefast, che hai usato il termine “tragiche morti”, come disinformatore hai poco da invidiargli ;).

  2. Anche se gli effetti della marijuana super-potente non sono ancora stati studiati, secondo l’Emcdda “è plausible che alcuni problemi di salute, e in particolare quelli più acuti, quali attacchi di panico e problemi psicologici, possano diventare più comuni tra i consumatori di cannabis ad alta concentratazione di Thc”. Cioè, per gli esperti, i già provati legami tra l’uso di cannabis e i seri problemi di salute a lungo termine potrebbero essere rafforzati dalla marijuana fai-da-te.

    Chiederei a Miccichè cosa ne pensa lui.

  3. Ma questa maria così potente dove stà?
    Nelle case di quelli dell’Emcdda, eh?? >DD

    Io non mi fumo canne…già con l’alcol mi riesco a ridurre in condizioni tali da spaventare chi mi vede sbronzo…però stè stronzate della super-maria mi risulta che siano anni che cercano di spacciarla…

    Ci sono tutti stì super-esperti sempre pronti lì “Hey? PSST…PSSSST??…SUPER-MARIA??”…a spacciare storie tipo quella che la marijuana attuale sia “decine” di volte più potente di quella di 30-40 anni fa inventate da esperti bushiti…

    Per me sono solo cazzate per terrorizzare la gente e continuare con persecuzioni “ridicole”…
    Ciao

  4. Questa storia ricorda quella degli sciami di api killer che prima o poi verranno ad invaderci.

    Fumare erba non ha mai fatto schiattare nessuno, se non di risate. E’ dagli anni ’20 che i regimi cercano di riproporre sta storia del fumo che uccide e forse non c’è altra cosa più analizzata della Maria da fior di dottoroni e senza alcun esito, se non quello di aver scoperto che può esserne addirittura fatto un uso terapeutico. E’ sempre la solita storia: se devo proprio combattere una guerra, niente di meglio che farlo contro un nemico fittizio. E’ più comodo, e meno rischioso.
    Cosa vi aspettate, che i governi dichiarino guerra al traffico di droghe pesanti? Ma così fallirebbero in molti dei loro sostenitori, no?

  5. vabbè dai, forse l’articolo non parla di tragiche morti – sono pronto a concederlo – ma vorrebbe tanto farlo. no? :-)

  6. Queste sono notizie semplicemente false.
    Trovare in giro della sana Maria è praticamente impossibile (almeno dove abito io). Si trova solo un po’ di fumo e anche di pessima qualità.
    Ah la Svizzera !!!

  7. Vlad, io fossi in te starei solo che zitto: hai scritto il post più brutto della storia di Macchianera e GNUEconomy messi insieme, come hanno detto in molti si salva solo il fotomontaggio. Guardatelo tu vacanze sul Nilo, magari i Fichi d’India ti insegnano un po’ d’italiano.

  8. che fico essere stato imposto dall’alto come autore del Vostro blog. era una vita che speravo di poter dire un giorno: dio me l’ha data (la password) e guai a chi me la tocca. posso chiamarvi sudditi? o preferire paria?

  9. Leggo:

    in media il contenuto di tetracannabinolo (Thc, la sostanza attiva della cannabis) si riduce del 17% ogni anno e sparisce completamente dopo due.

    Dev’essere roba davvero buona, per modificare così la matematica.

  10. Erbaaa di casaa miaaaaa…
    Sarà l’estate, sarà che le minchiate del nano non divertono più ma la Repubblica spacciando certe notizie fa più danno dell’erba super coltivata nelle case di tutti i giovini europei! Scusa, che c’hai un po’ di fertilizzante ?

  11. Ha ragione Davide. Se anche una sola persona su quelle che hanno letto il post non avesse seguito il link, avrebbe frainteso l’articolo senza leggerlo. E’ vero che non ha toni proprio riflessivi, ma da qui a mistificarlo con le parole “tragiche morti” ce ne corre! Impariamo a non seguire l’esempio dei feltri e dei ferrara anche in queste piccole cose: vi dico che ci guadagneremo un po’ tutti

  12. Sai, non appena ho letto il tuo post ho pensato “ecco una motivo per non comprare più Repubblica (ché visitare il sito è gratis)”.
    Poi ho seguito il link.

  13. Rina, il defunto, più che vecchio, Sigismondo Freud ancorchè padre della (sic) “moderna psicanalisi” (che tuttora non ha dignità di scienza nel significato galileiano del termine, ma è tuttalpiù una “disciplina”) ne azzeccò ben poche, compreso il fatto che esista realmente il comodo dualismo tra mente conscia e il cosiddetto subcosciente.

    La cosa divertente, nell’articolo linkato da Simone, a parte la foto-stereotipo del giamaicano fumante e le evidenti stronzate, è che la legge distingue espressamente tra la coltivazione di “Cannabis Indica”, espressamente vietata, e quella di “Cannabis Sativa”, consentita in quanto un tempo coltivata per fare cordame.

    Qualunque botanico competente potrà dirvi che si tratta di due fenotipi della stessa identica specie :o)

  14. Beh, però è vero quello che dice GePs: il contenuto dell’articolo dirà anche delle cazzate, ma quello che hai espresso nel tuo post, caro Livefast, è una vera e propria mistificazione alla Feltri.
    Sarebbe come scrivere un post dicendo che il giornale “xyz” promuove l’impiccagione di Berlusconi perchè ha pubblicato un articolo che chiede le elezioni anticipate.

  15. qualcuno di voi ha idea di che cosa sia il SARCASMO? dicono si tratti della forma più bassa di umorismo e di una tra le più alte di intelligenza. ed io lo ammetto: oltre che mistificatorio il mio era anche un post sarcastico. i commenti sul mio ipotetico feltrismo, invece, olte che assolutamente corretti sono anche piuttosto stupidi.

  16. io ho dato il “la” con un commento scherzoso. Altri hanno usato lo spunto per uno scambio di battute non tanto sul tuo post in particolare, quanto sull’informazione in generale. Non ci ho visto tutta questa polemica. Poi torni tu giusto in tempo per dare dello stupido in giro…mah, a volte bisognerebbe pensarci due volte prima di premere INVIO

  17. Al limite l’unica cosa sarcastica del tuo post era il titolo. Mi sa che devi esercitarti un po’ di più in sarcasmo e meno in umorismo. Che poi tu sia intelligente l’ho sempre pensato (captatio benevolentiae :)).
    PS: I commenti che ti danno del feltrista sono stupidi? Ehi, era scarcasmo!

  18. Non per fare il tossico difensore a tutti i costi ma la parola morte dove l’hai letta? Casomai si può desumere l’aumento di rischi sull’uso prolungato (i seri problemi di salute a lungo termine potrebbero essere rafforzati dalla marijuana fai-da-te). Già viviamo con un governo di estrema destra, ribadisco estrema destra, con l’incubo che venga approvata la legge Fini che fisserà una quantità ridotta, il proibizionismo cresce, la gente a furia di cirrosi si rovina in casa propria col barbera e tu parli di morti linkando una fonte quale repubblica dove la parola morte non è menzionata. Disinformante!

  19. Mi sono sempre chiesto, è l’ironia che è una forma attenuata di sarcasmo, o il sarcasmo che è un’esasperazione della stessa? O l’apparentamento è solo apparente? (scusate l’enallaghe)

    Su, su, non te la prendere, nessuno oserebbe dire seriamente che ti sei inFeltrito ;o)

  20. lagalizeit: mi stai seriamente chiedendo dove ho letto la parola “morte”? l’ho letta sulla copertina di un libro di Thomas Mann. “Morte a Vicenza” mi pare si chiamasse, ma forse era “Morte a Verona”, non ricordo.

    davide: un po’ feltriana la tua interpretazione. io ho detto che i commenti sono stupidi, non che lo sono gli autori dei medesimi. non chiamo stupido nessuno con cui non abbia almeno bevuto una birra. anzi, fumato una canna :-)

  21. Nota come io abbia afferrato la pur sottile differenza. Non per niente sono un campione di sarcasmo, io , ehe ehe ehe… :D

  22. geps, se non ci fossi tu mi sentirei davvero un incompreso. anzi, per sicurezza mi ci sento lo stesso e crepi l’avarizia :-)

  23. Direi che stiamo lasciando le placide lande del sarcascmo per le inospitali terre del non-sense. Bah, purché non si arrivi all’avanspettacolo va bene tutto…

  24. sto cercando disperatamente una battuta a tono che includa una a scelta tra “cazzo”, “figa” e “par condicio” ma non la trovo. temo l’avanspettacolo mi sia precluso. ah.

  25. Cari signori,
    l’ironia era più che evidente. Feltri avrebbe fatto il titolo ma poi non avrebbe inserito il rimando all’articolo e dunque si sarebbe potuto parlare di mistificazione. In questo caso, vista la possibilità di risalire alla fonte, il titolo non è altro che una forzatura sarcastica…
    e comunque, Feltri ne prende atto felicemente, la diffamazione a mezzo stampa non è più punita col carcere !

  26. Maddai, una volta che si parla di maria l’argomento vira subito sul sarcasmo, l’ironia, Feltri e compagnia bella. Parliamo del post: trattasi di grande cazzata quella riferita da Rep, a dir poco enorme. Farsi l’erba in casa e fumarla da cima a cima, è molto più sano che comprare un tocchetto di fumo per strada. Un esempio (del cazzo): meglio le tagliatelle di nonna o i quattro salti in padella?
    Tra una pianta con il thc “più sviluppato” e un concentrato di estratto d’erba scadente mixato a spostanze a dir poco nocive, non c’è confronto: tra l’altro, per evitare di stordirsi come Bondi, basta fare le canne più piccole. Prendete l’alcool: non è che se vi fate tre bicchieri di vino, quando attaccate con la grappa siete costretti a fare altrettanto. Esistono i bicchierini. A proposito: Ciao Vlad, deh.

  27. Sacrosanto. Però prima o poi il vento proibizionista doveva toccare anche chi se la produce in casa, solo per il proprio sollazzo. Mi stupisce solo che Rapubblica… no, di Repubblica non mi stupisco più da almeno un anno.

  28. [OT, non siete costretti a rispondere, sono molto serio e preoccupato]

    Non centra assolutamente niente ma colgo l’occasione dell’argomento x chiedere (ho già cercato ovunque, mi resta solo il dottore da cui andrò nei prossimi giorni).
    Settimana scorsa mi sono fatto una tranquilla cannetta della buonanotte con mia moglie.
    Dopo 1/2 ora ho iniziato a sentire formicollii alle mani che presto si sono espansi a tutto il corpo, vampate di caldo, dopo poco senso di soffocamento (fortissimo!!).
    Dopo aver passato 2 ore da incubo coricato x terra, ansimante, concentrato nello sforzo di non “lasciarmi andare” la cosa e’ passata.
    Mia moglie niente.
    La mia spiegazione e’ che mi fossi fatto prendere da una crisi di panico anche se mi sembra strano, ero tranquillo solo che il mio corpo era comletamente ko, la senzazione era di essere stato “avvelenato”…
    Passa qualche giorno e ho riprovato (principalemnte per capire).
    Stessa cosa, anzi, peggio.
    Tremori da non poter stare in piedi. Gola stretta al punto di non riuscire a bere, a parlare, battito a manetta (paura?).
    Ho cercato dappertutto ma non trovo spiegazione.
    Se e’ suggestione non capisco xche solo se fumo, se e’ “avvelenamento” non capisco xche solo io.
    A parte che mo’ eliminerò il simpatico trastullo la cosa mi preoccupa tantissimo…
    Lo so che commenterete le peggio cose ma vorrei capire…
    P.S. Dai, ditemi cose attinenti, sono veramente preoccupato!

  29. Se è per questo neanch’io, GePs, mi stupisco più di Rep, pur continuando a comprarla (ormai solo per gli articoli di Maestro Merlo). La questione è: se mi coltivo l’erba in terrazzo, nella mia proprietà privata, la cresco con cura, la secco con altrettanta attenzione e l’arrotolo, solo soletto, dentro una rizla al metraggio gigante, rimanendo sempre, solo ed esclusivamente chiuso in casa, a chi faccio danno (oltre che, eventualmente, a me stesso)? Perchè qualcuno dovrebbe (o potrebbe) denunciarmi? Io non la vendo, non la passo, non inoculo fumo passivo a eventuali passanti, non mi infilo in macchina per correre sull’autostrada, insomma, non rompo le balle a nessuno. E il reato dov’è (a parte nel codice penale)?

  30. Giorgino, ma che te sei spippettato? Inizia a dirci se era maria o fumo, nonchè la provenienza (che non vuol dire mandare bevuto il tuo pusher, ma se la sostanza era casalinga oppure no). Intanto posso dirti che sono cose che capitano e che ogni fisico reagisce diversamente dall’altro: come quello che beve due bicchieri ed è sbronzo, e l’altro che dopo una boccia intera si regge ancora in piedi.

  31. Giorgino,
    magari devi considerare anche il caldo, l’aria pesante di questi giorni, l’età che non è più quella di un tempo, lo stress al lavoro e altre menate varie. Anch’io sono stato spesso vittima di sensazioni simili alle tue e la soluzione adottata è stata diminuire le dosi. Ormai la mia “buonanotte” si è ridotta a 2 tiri 2, cosa che mi consente di consumare veramente poco (ciò che resta diventa buonanotte per il giorno successivo) e godere del rilassamento sottotraccia che non sarà più la stonata che prendevo da giovane ma che dà comunque una delicata sensazione di piacere… più o meno come il bicchierino dopo cena.

  32. Giorgino è assolutamente normale, cerca gli effetti del tetracannabinolo e i formicolii sono appunto considerati, fanno parte di quelle che alcuni considerano allucinazioni tattili. Comunque in quei casi bisogna godersela invece che spaventarsi, per tua maggior tranquillità, come per me lo è stato ti consiglio un sito che tratta tutte le droghe nei loro aspetti sociali, chimici e fisiologici, scrivo solo il nome così da non linkarlo a macchianera erowid.org poi clikki su Plants and Drugs

  33. giorgino: succede a volte. soprattutto quando si è giooooooovani e inesperti, oppure quando si becca qualcosa di un po’ troppo denso di thc. Due consigli: metticene di meno e stai senza per un po’. di repubblica non mi stupisco più nemmeno io: la sua linea editoriale ormai è semplicemente sostenere qualunque idea a me stia sul cazzo, sia essa di destra o di sinistra. e vabbè.

Rispondi