Del non sapersene fare una ragione

Sandro Bondi

Forza Italia si conferma il primo partito italiano, l’unico che supera la soglia del 20%. Non giova a nessuno esprimere valutazioni politiche se non rispondono alla realtà dei fatti. Non corrisponde alla realta’ quanto sostenuto da Francesco Rutelli e Piero Fassino, secondo i quali la lista ‘Uniti nell’Ulivo‘ sarebbe il primo partito del paese e il vincitore delle elezioni. E’ questa un’affermazione falsa”.

(Sandro Bondi, coordinatore nazionale di Forza Italia)
(Visited 30 times, 1 visits today)

6 Comments

  1. correggo:”non ci sono prove di collaborazione negli attentati dell’undici Settembre”

  2. Cosa resterà?
    Nella mente della gente?
    Niente!
    Solo in apparenza però!
    La frustrazione collettiva origina psicopatologie di massa. Niente di più subdolo e inafferrabile. Probabilmente aumenteranno i casi di disturbi funzionali dell’apparato digerente, ma non penso proprio che il sistema lascerebbe il tempo alla società per un’autoanalisi. Chi ha creduto, crederà di non averlo mai fatto, oppure, semplicemente non ricorderà di averlo mai fatto.

    Oggi un individuo forma le proprie convinzioni in ragione di imput estrememente caduchi. La notizia scompare, nel giro di pochi attimi e senza lasciar tracce di sé. Nessun approfondimento è concesso, se non quello solo nominalmente tale. Cosce e tette evocano ben altri scenari per il termine.

    Dunque, Angela, la tua curiosità è legittima, ma estremamente difficile da soddisfare in un mondo in cui tutto scivola nell’oblio.

  3. Già,d’altra parte la mia domanda era un pò troppo semplice per un tema così complesso.io volevo riferirmi alle conseguenze di certa propaganda (tipo quella sullo scontro di civiltà),di certe polemiche esagerate da parte di alcuni scrittori verso la gente araba,e anche alla paura generata dagli attentati,certo:tutti, dopo quegli attentati, abbiamo pensato che poteva capitare a chiunque,penso.Tutto questo, ha cambiato il nostro modo di percepire le cose,di vedere le cose e gli altri?
    P.S.decisamente quando scrivi in modo più calmo
    sei più efficace.Meglio ancora quando sei più sintetico e non metti troppi argomenti tutti insieme.:)
    grazie e ciao

  4. l’ultimo post sul blog di Lia,haramlik,centra molto bene quello che io ho tentato di spiegare:i problemi legati all’informazione,e la percezione falsata che noi possiamo avere delle cose come conseguenza della cattiva informazione.

  5. Alla fine siamo rimasti noi due. Colla nostra linea d’onda. Gli altri se ne sono andati, colla loro. Grazie per l’apprezzamento, ci voleva dopo tutti i “paraculo” che mi sono beccato. Il fatto è che a volte il tempo stringe e le idee spingono.
    Riguardo al tuo discorso, ho idea che antropologi, sociologi e gastroenterologi dovranno faticare parecchio.

  6. Effettivamente,mi chiedevo di quando in quando quando avresti mandato a quel paese qualcuno:),ti sei preso tutti gli insulti senza replicare.
    devo dire che non mi è molto piaciuto il tuo discorso sui fascisti,mi sembrava un pò forzato.,ma hai colto il senso di quello che chiedevo nell’ultima mia domanda.vai a leggere il post di Lia,se non lo hai già fatto,mi sembra davvero molto interessante.ciao

1 Trackback / Pingback

  1. Homepage

Rispondi