Movable suicide /2 – Il suicidio ufficiale di Movable Type

You broke three of the most common and well known Internet rules: you can’t sell a product and value it ten times yesterday’s price. You can’t sell a product while yesterday you gave it away for free. You cannot sell less things at a greater price. What you’re doing has a name: suicide.

Movable TypeStiamo assistendo in diretta al suicidio commerciale dei coniugi Trott, i geniali creatori di Movable Type, il software che gestisce la pubblicazione di questo ed altre migliaia di weblog.

Negli ultimi mesi, dopo essere stati finanziati da un venture capitalist giapponese, i due non ne hanno azzeccata una: hanno creato TypePad, una piattaforma di hosting per blog sprovvisti di server, decidendo, in sostanza, di farsi concorrenza da soli; nel momento stesso in cui Google acquistava Blogger e decideva di rendere totalmente gratuito un servizio che fino al giorno prima era a pagamento, fissano il costo mensile per l’utilizzo di TypePad ad una cifra che va dai 4 ai 14 dollari; distribuiscono gratuitamente una nuova versione beta di Movable Type talmente piena di bachi da risultare inutilizzabile e che fa sperimentare il brivido del primo rosario di bestemmie ai webmaster di mezzo mondo; scoprono che il proprio software è per gli spammer come il miele per gli orsi, e si inventano un sistema di registrazione centralizzato (sui propri server) che sa tanto di Microsoft e fa gridare al lupo al lupo i garanti della privacy e dei dati personali degli utenti del globo terracqueo.

Poi, la genialata: esce la nuova versione ufficiale di Movable Type, lo stato dell’arte nel campo dei software per la gestione dei weblog.
Ieri costava zero ai privati e 40 dollari alle aziende e permetteva di ospitare un numero illimitato di blog e di autori.
Oggi – per uso personale, hobbystico – costa niente per tre blog e un autore; $69.95 per cinque blog e tre autori; $119.95 per otto blog e sei autori; $149.95 per dieci blog e nove autori. Per uso commerciale, invece, $199.95 per cinque blog e cinque autori; $599.95 per quindici weblog e cinque autori. Tutti i prezzi – inutile specificarlo, giunti al punto in cui siamo – non prevedono il rilascio gratuito di nuove versioni del programma.

Per la cronaca, un server come BlogNation (che manterrà i propri artigli saldi sulla vecchia versione, almeno fino a quando non farà la sua apparizione una valida alternativa) ospita 27 blog, mentre un weblog come Macchianera è costantemente aggiornato da 94 autori.

Esiste una metafora che calza a pennello e descrive cosa stai realmente facendo se, nel momento in cui sei il leader sul mercato, scegli di intraprendere questo tipo di politica commerciale: prendersi da soli a martellate sulle palle.


Una selezione di commenti estrapolati dai trackback all’annuncio ufficiale del rilascio della nuova versione:

Looks Like I’ll Be Dumping MovableType Soon: … or at the very least, sticking with the current version 2.5 for quite some time. For information purposes, I have 9 blogs and 17 authors on my site. The minimum “single installation” license I would need, for 3.0, to use MovableType, would be the “Commercial License, 20 Authors”, with a retail price of $699.99!!
Movable Type goes paid: I run a blog with 2 authors and it would cost me $100 to even get started, not counting future upgrades. Does anyone else find this a little ridiculous?
Movable Type RIP: I love MT, I really do. I use it at work, I use it at home, but I don’t think I’d pay $300 for the functionality I’m getting now for free. Hey Blogger redesigned this week…hmmmm. Maybe eventually we’ll all be heading back where we started.
And that’s the end of that: I like using MT, and the single version would be nice for me, I don’t need that many blogs, but for THIS site, the Cocaine in Motion site, Sam would have to pay $600 for the new version, and that is not fair for a community blog site such as this. Yet, someone will eventually hack the free version, and it will all be very upsetting once again.
MT3, New Licensing, DOOM DOOM DOOM: Well, I am still debating about it, but the new licensing structure from Six Apart has pretty much pushed me to dumping Movable Type.
Changes on the Horizon: The blog world is going to change after today. Six Apart today launched MovableType 3.0 Developer Edition. The big surprise, it’s no longer free. Ok, so yes there is a free version but it is limited to a single author and three weblogs. I think most people have more than that.
Six Apart shoots themselves in the foot: Looking at the news this morning, I moved away from MovableType just in time. Six Apart has switched to a for-pay business model, crippling features in the freely-downloadable version. Ben and Mena seem to think that the Underpants Gnomes business model works: 1. Take forever to release a new version, and when you do, not have any major new features; 2. Charge your users for software that used to be free; 3. …. ; 4. Profit!
Matt has no plans to charge for WordPress, which is licensed under the GPL.
You’re Not My Type: I’ve been very happy with Movabletype, but even I’m right on the cusp of their paid offerings. So I’ll probably start investigating migration to another blog package. It’s a shame. I don’t begrudge Six Apart the desire to make money or grow their company, but they could have picked a better way to do it than to price their product outside the range of almost all non-commercial users.
For those about to move to WordPress or Textpattern…: One of the reasons people haven’t moved to WordPress or other weblogging tools is lack of support for multiple weblogs–yet. Movable Type provided this, and it was simple to create a new weblog and add new authors, and many of us have done so. We didn’t see that this was going to be an issue someday. There was a major storm headed our way, and we never saw it coming.
Excuse me?!: I feel guilty about recommending MT to so many people.

(eccetera, eccetera, eccetera).

(Visited 7 times, 1 visits today)

35 Comments

  1. Allora, menomale che le palle rotolano diceva mio nonno quando era incazzato! Già sul tuo primo post mi ero incazzato… usandoti quale garante:
    “io mi sono registrato, ma sinceramente disapprovo. Che vuole dire filtrare i commenti. Spero non sia colpa di Natalino… li possino. Poi sti dati, fino a che restano al Neri almeno so con chi prendermela, mentre invece se li gestisce chicazzosoio sinceramente… bella libertà di parola. Boh!

    Inviato da macman, 11.05.04 20:02”

    Adesso, di dove sono questi due coniugi? Svizzeri? Finanziatore giapponese? Piattaforma 3.0. Ma vaffa!
    Ora con i miei dati (credo di essermi iscritto tra i primi dieci) cosa ci fanno? Le barchette o li vendono a Babbo Natale che mi riempie di rotture di coglioni? Neri, hai il dovere morale, l’obbligo, di diventare il primo distributore mondiale della vecchia piattaforma! Ti mando la mia e-mail?
    Tanti saluti e buon lavoro

  2. A proposito di autori, Gianlù. Grazie per la considerazione che hai dato alle mie richieste.
    Sai, chiedere è lecito, rispondere è cortesia.

    Con immutata stima
    cibitalia

  3. E’ stato bello finche’ e’ durato.

    I weblog di questo sito sono, come moltissimi altri, gestiti con un’applicazione che si chiama Movable Type, software fino a pochi giorni fa gratuito anche se non libero; i due inventori hanno deciso che d’ora in poi battono cassa; volendo…

  4. E’ stato bello finche’ e’ durato.

    I weblog di questo sito sono, come moltissimi altri, gestiti con un’applicazione che si chiama Movable Type, software fino a pochi giorni fa gratuito anche se non libero; i due inventori hanno deciso che d’ora in poi battono cassa; volendo…

  5. Ben, Mena, è stato bello finché è durato

    Peccato che la storia di Movable Type finisca così, alla versione 2.6eccetera. Mi ci ero affezionato e mi sarà difficile affrontare questo lutto….

  6. Prevedo un passaggio di molti blog a Worpdress o altri sitemi basati su B2. WP l’ho usato fino a poco fa e mi sembra ottimo (Ma per particolari esigenze personali sono tornato a blogger), può essere migliorato ma questa nuova licenza di MT darà sicuramente la spinta al movimento GNU per apportargli le migliorie attese.

  7. Brutte notizie per i fan di Movable Type

    L’amministratore del condominio ci informa che Movable Typa sta per cadere in una triste disgrazia. La nuova versione di MT rimarra’ gratis per un solo autore e tre blog. Tutte le altre varianti costano care. A vedere l’andamento dell…

  8. Sono pienamente d’accordo con Gianluca sull’analisi “commerciale” della scelta dei coinugi. Come LorenzoC, improvvisamente capisco che MT era stato un po’ sopravvalutato… Quali saranno le alternative concrete per Macchianera?

  9. 2004, fuga da Movable Type?

    Gneri ha dato la parola d’ordine, e la blogosfera si sta adattando. Dopo aver rotto con Clarence (o esserne stato privato, non so) che era passata proditoriamente da Movable Type ad Alarblog, l’inventore del compianto GNUeconomy e di Macchianera aveva…

  10. Nuvole all’orizzonte

    Mmm. Non so cosa ne pensa Gianluca — di cui non ho potuto fare a meno di notare un netto…

  11. Movable People

    Finchè era tutto gratis gli autori eran dei Santi, ora che chiedono qualche soldo son degli Stronzi. Movable Type cambia alcuni termini della licenza, lasciando sempre una versione gratuita, e tutti gli ingrati insorgono perchè quel grati…

  12. Suppongo sia una decisione dell’investitore, che sicuramente ne capirà più di quattrini che di internet.
    In ogni modo affari loro, l’attuale versione nei suoi limiti va bene, la versione 3.0 non risolve quelli che secondo me sono i difetti della precedente, quindi tanto vale ignorarla. E deriderli un po’, ovvio.

  13. Io il passaggio l’ho fatto, a WordPress…
    Non male, non troppo traumatico, sarebbe opportuno capire qualcosina di php e sql per sistemare alcuni “extra” non compresi nel pacchettone (ino va’…) originale, tipo le statistiche sui commenti.
    Per ora si comporta bene :)

  14. La piattaforma alternativa

    Qualche giorno fa qui su Tao si è acceso un interessante discorso sulle piattaforme per i weblog. Tutto era nato dal mio entusiasmo per WordPress. Ma perchè un blogger dovrebbe passare da Movable Type a WordPress?

    I motivi sono molti e molti sono i …

  15. Free as beer sex software

    Movable Type era “abbastanza libero”. Con MT 3.0 le regole sono cambiate…

    This site now runs WordPress. Thanks to the wonderful people on the #wordpress IRC channel, I was able to migrate almost all of my complex Movable Type configuration…

  16. Pandemia alla blog radio, via Skype

    Nell’era della comunicazione alla radio, anche alle piu’ seguite, non si interviene piu’ per telefono ma con un sms. Per riscoprire la voce degli ascoltatori ci voleva una web radio come RadioNation e un software di voip (voice over i…

  17. Ma dai, appena si tratta di soldini vi scandalizzate tutti. La mossa di Six Apart è stata intelligente e comprensibile (finalmente un sistema di licenze serio), certo non adatta ad un mercato italiano dove lo specchio per allodole basta che contenga la parola “gratis”.

    Se ci sono 94 autori su Macchianera e vi pare che la nuova versione di MT valga la spesa, tirate su i dindini e compratela. Altrimenti rimanete come siete e non c’e’ bisogno di scandalizzarsi tanto.

    Per chi non capisse, significativo il commento di Nick Bradbury, certo tutto un’altro pianeta rispetto a chi si improvvisa intenditore di questi argomenti.
    http://nick.typepad.com/blog/2004/05/mt_homesite_and.html

  18. Bye Bye MT!

    E’ uscita l’attesissima versione 1.2 di WordPress. Tra le principali novità segnalo l’introduzione di un comodissimo sistema di estensione delle funzionalità basato sui plugin.

    In questa pagina troverete la lista dei cambiamenti.

  19. 4 salti in padella

    Succede raramente, ma quando succede è fighissimo. Alle prese con l’impegnativo redesign di Idearium, ieri sera ho messo intanto a caricare in FTP la versione 3.0 di MovableType. Vado a vedere, e funzionava già tutto. Incredibile. Allora mi dico: ma…

Rispondi