RadioNation: We Want You!

RadioNationIl palinsesto di RadioNationRadioNation pian piano prende forma e sembra sempre più una radio vera. O, forse, non ha voglia di assomigliarci proprio per niente.
Parecchi blogger si sono proposti per la conduzione di un proprio programma, ed è venuto il momento di inserire il jack del microfono e mettere mano alle proprie playlist.
L’intento è quello di creare un verio e proprio palinsesto che copra suppergiù l’intera giornata e sia composto da appuntamenti fissi (quotidiani o settimanali).

In molti han chiesto che cosa serve per poter trasmettere il proprio programma sul web; qui di seguito un paio di semplici e veloci instruzioni:

  • Per Windows è necessario utilizzare il celeberrimo WinAmp, associato al plugin ShoutCast.
  • Per Macintosh sono sufficienti iTunes e NiceCast
  • Vi basti in ogni caso sapere che il server di trasmissione è ShoutCast e che esistono parecchi programmi, diversi da quelli citati, che permettono di gestire il proprio programma. La banda disponibile ed il numero di utenti sono virtualmente illimitati. Una volta installati i programmi e i plugin, sarà sufficiente inserire l’indirizzo del server che si occuperà di diffondere il segnale che trasmetterete, il numero della porta e la password: tutte informazioni che riceverete via e-mail.

Chiunque voglia ritagliarsi uno spazio nel palinsesto di RadioNation può scrivere a , avendo cura di indicare: a) se la trasmissione sarà quotidiana o settimanale; b) il nome della trasmissione; c) l’argomento (in generale) del programma ; d) la fascia oraria preferita (sempre considerando che dovrà esserci spazio per tutti).

(Visited 29 times, 1 visits today)

26 Comments

  1. vuoi passare alla storia come quello che ha (ri)lanciato le radio libere in italia?
    spero proprio che ci riuscirai.
    …il resto via email………….’notte

  2. Ideuzza tecnica. Gianluca, perchè non realizzi un piccolo script che permetta di leggere i feed rss del palinsento della radio?

    Più che un palinsesto sarebbero le informazioni registrate dal server, cioè la lista delle ultime canzoni “passate” ed il nome della prossima in attesa di esser riprodotta.

    Potresti sfruttare il feed in una barra di Macchianera e permettere agli altri di pubblicarlo in altri blog o di leggerlo tramite feedreader.
    Il tutto naturalmente con il link al file della playlist.

    Next track: buonanotte :)

  3. Cristiano: già fatto… Nei prossimi giorni sarà disponibile uno script (che chiunque vorrà potrà utilizzare sulle proprie pagine) che visualizzerà i titoli delle canzoni trasmesse, il nome della trasmissione e il palinsesto.

  4. Complimenti, è proprio una gran bella idea. Ed il fatto che nasca “dal basso” per così dire, la rende ancora più pregevole e soprattutto estremamente contemporanea, se non innovativa (di certo in Italia).

  5. uan nescion, uan stescion!

    non ne puoi più delle radio che trasmettono solo britnispìrz, anastéscia e cristinaghilèra?
    vuoi prendere pel didietro quelli de “la fattoria” per un tre ore, facciamo pure tre ore e mezza, ‘mbriacandoti col pampero?

  6. potremmo infilare nel palinsensto anche polaroid? è già in mp3 negli archivi di Radio Città 103. Oppure si può mettere lo streaming? magari ci sentiamo via mail dopo i concerti di questo weekend. ciao :-)

  7. Io faccio il contrario: faccio una proposta per una trasmissione, ma io non mi ci vedo molto a condurla… una cosa tipo maidiregf o la vostra diretta su la fattoria… però con un film… non l’ha ancora fatto nessuno

  8. Anch’io ho già inviato la mia “candidatura”. Fammi sapere al più presto così faccio delle prove techiche… e avviso anche un po’ di gggente! ;)

  9. Non so perché, ma non riesco ad hostare. Ho anche provato a disattivare il firewall, ma senza risultato. Non ho alcuna spiegazione sul perché non funzioni…

  10. SI infatti è assolutamente illegale trasmettere musica senza aver pagato la Siae. RadioNation quindi è assolutamente illegale.
    Pensateci

  11. Siamo alle solite. Su internet non si trasmette nulla. Tecnicamente chi si connette ad un sito si va a leggere quello che c’è sugli hard disk del proprietario del sito stess(un pò come se mi affaccassi dal vicino e dessi un’occhiata ai suoi film) o. Ovviamente Siae ed altri hanno varato regolamenti in cui si paragona il web a mezzi di diffusione come la televisione o la radio e ne si richiede al regolamentazione. La questione è però ancora apertissimima e relativa ad ogni paese coinvolto. C’era una volta telecapodistria…

  12. Shoutcast aggiorna continuamente un buffer che viene passato al computer collegato che riceve in streaming un file aggiornato in tempo reale (nonostante i 20 o 30 secondi di ritardo). Il concetto di trasmissione è l’aggiornamento del file. Anche la radiofrequenza non diffonde nulla se dall’altra parte non c’è un apparecchio per riceverla e decodificarla. Argomento su cui potremmo discutere per giorni senza mai giungere a conclusioni certe..

  13. In merito alla query inviata da: SIAE, 03.05.04 09:43, se io faccio lo stream di una trasmissione radiofonica, che ha già pagato la SIAE, dovrei stare in regola, giusto?

Rispondi