Tutto quello che Natalino avrebbe dovuto sapere sulla satira, ma non avete mai osato spiegargli

La posta di MacchianeraLa spiacevole verità in faccia a Natalino – Secondo Molly Beez gli Iracheni ci amano troppo – Ad ognuno il suo reality, una proposta per l’estate – Mauro Biani svela i colpevoli di Piazza Fontana – Fretta per la liberazione degli ostaggi: tornano a 150 all’ora

(cliccando qui trovi le istruzioni per scrivere a Macchianera)

…E NON SE NE VUOLE ANDARE

Non voglio sembrare il classico democristiano che dice mi dimetto e poi non si dimette mai, nè voglio stare in Chiesa a dispetto dei Santi, anche se qui più che Santi vdo diavoli. (_Aho, avessi letto di uno/a che si scusa per qualche suo eccesso_, ma si sa i comunisti non devono chiedre “mail”_.
Ma per fatto personale devo rispondere a Brontolo, il quale dice che non dico nulla di gustoso, nè che so formulare un concetto e che sono per lui meno di zero. Padronissimo di pensarlo, ricambio il giudizio. Con una differenza sostanziale e una scommessa. La differenza è che se io valgo zero, non ho perso nulla dalla posizione di partenza_: da zero sono partito, essendo mio padre un bancario_, e fino ai 50 anni ho fatto il bancario e zero sono rimasto (_per Brontolo, ma c’è gente con le palle tra cui direttori di giornale e intellettuali di vaglia, non scrittori di vaglia alla Tabucchi considerato tale perché forse lavorava alla poste_). Gravissimo invece è il suo essere rimasto a zero, o peggio sceso sottozero, pur avendo avuto il “culo” di avere un padre grande giornalista, il che lo ammetterete giova assai e un Chiambretti che lo aveva sdoganato (_ma in realtà lo ha danneggiato perché la Tv non mente e si è visto che valeva nulla_). La scommessa è che tra non molto io sarò più conosciuto e più famoso di Brontolo. Più bravo, molto più bravo, non solo come battutista,lo sono già adesso. Però non ne meno vanto perché per valere più di sottozero basta essere uno zero […]

Natalino, se non ti avessi già bandito da Macchianera l’avrei fatto adesso, per attentato alla grammatica e alla punteggiatura, eccheccazzo.
L’espulsione è espulsione: mica puoi fare come il portiere del Venezia nella partita contro il Messina, che torna indietro e mena tutti.
Riporto – a patto che non ti abitui – la tua lettera (che in realtà era un commento, ma tu, come Obelix con la pozione magica, hai bisogno di stare lontano per un po’ dai commenti) per metterti a parte di una verità che probabilmente nessuno ti ha mai comunicato con la necessaria serietà. Quindi siediti, tieni i sali a portata di mano, preparati, inspira, espira.
La verità è che non fai ridere. Per niente. Nemmeno un pochino. Anzi, tra tutti quelli che non fanno ridere, tu sei quello che fa ridere meno. Eccetto Martufello.
Non è una cattiveria: credimi. E’ la dura realtà: basta farsene una ragione e la vita continua come prima. La satira non è come la chiamata alle armi: si può anche evitare.
Detto questo, comprendo il tuo sconforto: i blog ti hanno creato e ora i blog non ti vogliono più. Triste, è vero, ma che ci vuoi fare: “Nemo profeta in patria”.
Che, sia chiaro, non è un sequel della Pixar, con il pesce che torna a casa.


da Molly Beez

UN AIUTO CONCRETO PER GLI OSTAGGI

Un aiuto concreto per gli ostaggi
Clicca per
ingrandire
la vignetta.
Gli Iracheni ci amano troppo
Clicca per
ingrandire
la vignetta.
Il Ministro della giustizia sommaria
Clicca per
ingrandire
la vignetta.

LE VACANZE A ELIMINAZIONE

Occorrente: Alcuni amici, due o tre settimane di ferie, una casa al mare o in montagna, un blog. Istruzioni: Siete stanchi di guardare i vip camminare sui carboni tiepidi, o mungere le vacche magre della loro sbiadita notorietà? Diventate protagonisti di un personalissimo reality show vacanziero. Trovate qualche amico con cui trascorrere le ferie, aprite un blog per l’occasione, e partite. Potete chiamarlo “L’Isola dei fannulloni“, o la “Baita dei rammolliti“. State lì, e godetevela. Al momento dell’arrivo, posate le valigie e fate le prime nomination. I due nominati potranno raccontare sul blog i motivi per cui devono rimanere. I lettori decideranno con i commenti chi dei due se ne dovrà andare a casa.
«La persona che deve abbandonare la casa è… Mario!… Mario, mi dispiace… Ferie finite… Si torna al lavoro… E’ il pubblico che decide».
E così si ricomincia. Ogni tre giorni ne fate fuori uno. Se fate un buon lavoro, se il blog cresce e se la gente vi segue, potrete spedirlo dritto a Buona Domenica.

MEZZI DI ESPORTAZIONE DELLA DEMOCRAZIA

Clicca per
ingrandire
la vignetta.
Clicca per
ingrandire
la vignetta.
Clicca per
ingrandire
la vignetta.
Clicca per
ingrandire
la vignetta.

OSTAGGI DA LIBERARE A TUTTA VELOCITA’

Il ministro Lunardi ha offerto le condizioni diplomatiche che permetteranno agli ostaggi italiani di tornare in libertà.
1) All’inizio si pensava di usare tre corsie per senso di marcia più la corsia di emergenza ma essendo stato eliminato un ostaggio questa resta facoltativa.
2) Buone condizioni del tracciato autostradale. Il ministro ha presentato le sue aziende come le più adatte a ricostruire le strade irachene colpite dalle bombe e permettere una fuoriuscita più sicura degli ostaggi.
3) Densità di traffico non eccessiva. Se si liberano troppi ostaggi per volta non se ne fa nulla. Vespa non può ospitarli tutti insieme subito.
4) Percentuale di incidentalità. Uno su tre possiamo anche lasciarlo sul campo… Che diamine!
5) Buone condizioni meteorologiche. In caso di pioggia la liberazione sarà annullata. Il comitato organizzatore non garantisce il rimando dell’evento alla settimana successiva.
Si ricorda ai terroristi che queste norme valgono solo su autostrade e con appositi giubbotti antiproiettile catarifrangenti a bordo.
(Visited 5 times, 1 visits today)

39 Comments

  1. mi pareva che nrs stimasse molto Brontolo, che gli lasciasse commenti quasi sdolcinati… evidentemente qualcosa è cambiato…

  2. Giorgio mio padre? Beh, scoprirlo a quarant’anni è divertente. Grazie, morto che parla.

  3. Ahh, mi pareva che Natalino Russo non facesse ridere! Eppure lo vedevo ammanito in ogni salsa, per ogni dove. Iniziavo a credere di essere io la rarità e la curiosità da baraccone: l’unico che non trovava esilarante l’umorismo del Russo.

  4. Veramente molto bello questo nuovo Dagospia, complimenti Roberto, bella la grafica, i contenuti ed il nostro mito Natalino. Ora per favore, D’Agostino, spiegami dove hai messo le gallery di erotika che non le vedo più….

  5. Non ci capisco più niente:Natalino espulso perchè non faceva ridere.Se fosse veramente così in troppi dovrebbero andare a lavorare…ce lo vedo bene Brontolo a scavare il tunnel della variante di valico(si si vabbè,nelle cosce di mia moglie,ok).

  6. A me ha fatto ridere il fatto che con-seguendo il ragionamento di NRS tutti quelli con il cognome Rossi dovrebbero essere imparentati.

  7. non capisco perchè diciate che non fa ridere! io ogni volta che leggo termini come sinistrorsi, sinistrati, comunisti mi scasso dalle risate!!

  8. non c’è niente da fare: è incorreggibile. se la canta e se la suona da solo e poi si fa pure la critica.
    le battute sono anche buone (a volte), è il livore che trasmette che mi da fastidio.
    NRS è mr Livori in corso.

  9. È una mia impressione, o questi ultimi scambi fra Gianluca e Natalino cominciano ad assomigliare a quelli fra Daniele e Rossella della III C? “Attacca tu”, “No, riattacca tu” “No, dai, riattacca tu” “Allora riattacchiamo insieme al tre…”

    Uno, due…

  10. e siamo già al secondo post e alla terza lettera d’addio di NRS…
    In pratica lui continua a scrivere e Neri a pubblicare,probabilmente non ha niente di meglio sotto il cilindro…

  11. “tra non molto io sarò più conosciuto e più famoso di Brontolo.”
    Quest’uomo va aiutato.

  12. gira sottotraccia un messaggio: NRS nun ce lassà. MRS nun ce lassà. tutto si è illanguidito.
    se MRS non fosse dentro la sua corrazza se ne sarebbe accorto e ne avrebbe approfittato.
    lo fa già? ah.

  13. Diverso tempo fa scrissi sto commento; ve lo ripropongo visto che non riesco a trovarlo sul sito per linkarlo.

    Ragazzi stiamo calmi e facciamo il punto. Premesso che sì è vero, tutti ci siamo un po? divertiti con Natalino, l?abbiamo provocato, abbiamo aspettato la sua solita risposta imbufalita e poi abbiamo dato libero sfogo alla parte stronza che risiede in ognuno di noi. Però adesso basta, è ora di cambiare strategia; propongo il boicottaggio assoluto di Natalino. Non dobbiamo più commentare nessun post che parli sia direttamente sia indirettamente di NSR, e men che mai rispondere a qualunque suo commento che pur provocandoci ha il solo scopo di scatenare la rissa (oramai è chiaro, il nostro si nutre e cresce solo grazie agli insulti). Se non adottiamo questa linea corriamo il rischio di non togliercelo più dalle palle, e siccome la sua presenza non aggiunge certamente qualità al dialogo vi prego, cercate di resistere e ricordate che mai come in questo caso il peggior disprezzo è la non curanza.
    Per conto mio: addio Natalino Russo da Seminara

    Non ricordo bene chi, ma qualcuno mi accusò di ostracismo e altro. Oggi mi viene da ridere pensando a quanto ci ha messo Gianluchino a inquadrare il personaggio.

  14. Bravi. Complimenti a tutti. Piango e rimpiango colui che sparava battute più pungenti di Vudiallen. Mi attorciglio su me stesso per trovare un perché alla sua scomparsa, non ci dormo la notte, si, non riesco a chiudere occhio al solo pensare che il novello Clusò, anzi, che dico, il nuovo Garrincha della satira italiana, l’essere sopraffino capace con le sue battute di rendere esilarante anche il funerale di uno iettatore sfigato, sia stato cassato da codesto sito. Ma vi siete bevuti il cervello? Avevate in squadra l’uomo capace di far ridere i vip – noti personaggi che causa lifting e protesi NON POSSONO ridere, altrimenti si sfaldano – e vi è scappato. Ma vi rendete conto di ciò che avete fatto? Adesso sono cazzi vostri: chiamo il wwf e denuncio l’episodio. Non si lasciano certi animali rari soli in mezzo a una strada. Non si fa.

  15. Siccome volenti o nolenti, NRS e’ una star, non si potrebbe dargli uno spazietto tutto suo su MN? Chi vuole lo va a leggere, chi ha continui travasi di bile non lo leggera’.

    Per me e’ un’istituzione. Non sono quasi mai daccordo con lui, ma non siamo mica tutti uguali.
    Per esmpiio iio quandddo scriivo stoo atento eh rilegghio per cregere li erori.

  16. Le solite checche impanate, che non capisco né l’arte né la parte. E’ un gioco imbecilli.
    P.S. Ma chi è NRS?

  17. Cavolo io mi divertivo a leggere Natalino!!!
    e poi che palle sempre tutti gli stessi commenti sempre uguali “si c’abbiamo ragione, noi di sinistra…sono d’accordo con te, tu con me che bello” io sono di sinistra ma voglio che qualcuno di destra scriva le sue cagate anche solo per avere un punto di vista diverso (non per controcommentare perché non mi piace) e poi un po mi faceva ridere….. cmq se neri ha deciso così non si può dire niente ma ormai è diventata una telenovela ed io la voglio assolutamente seguire fino alla fine!!!!!!!
    anche perché nelle telenovele che si rispettano non c’è mai!!!
    (con questo neri mi costringi per curiosità ad andare su dagospia!!!!)

  18. Probabilmente ha ragione Gaucci. Si da un cartellino rosso, si dice “non scriverà più su questo bolg”, ma alla fine eccolo sempre presente. Forse è come la Fiorentina che ha un grande bacino di tifosi. Tenetevelo.
    P.S. a me sembra che faccia più danni alla destra che alla sinistra
    Eisen

  19. Cavolo , Neri .

    Come mai sei così intransigente con la punteggiatura ?Non è mica la fine del mondo se qualche spazio viene sfruttato abusivamente .

  20. Cavolo , Neri .

    Come mai sei così intransigente con la punteggiatura ?Non è mica la fine del mondo se qualche spazio viene sfruttato abusivamente .

  21. Facciamo un gioco ?!
    Giochiamo a Harry Potter e l’ordine della Fenice: ognuno si becca la sua cavolo di bacchetta di legno, la sua cavolo di Mantellina Rossa del Grifondoro o nera di Serpeverde o quella che si vuole, e il suo cavolo di ruolo nel copione…
    A Giulia facciamo fare Hermione, quella carina e saggia, che dice sempre la cosa giusta ma tanto non la ascolta nessuno chè sennò il gioco finisce subito…
    Al Neri diamo gli occhialini ed il ruolo principale il blog è suo e il protagonista è lui ed è lui l’antagonista vero del cattivo…
    A ‘lui’ diamo il ruolo di Colui Che Non Può Essere Nominato (che non è Patrick, incolti, ma Voldemort !) che magari la si smette davvero di nominarlo una volta per tutte…
    Si vagliano auto-candidature per i ruoli rimasti scoperti, basta proporsi, non è necessario inviare una mail servile di max 500 battute a nessuno…

  22. E comunque questo dimostra che siete dei comunisti del cazzo.

  23. Satira…ok… Ma messi come siamo messi, sostenere genericamente che i ragazzi dei Centri Sociali siano nullafacenti, è un pò lo stesso gioco che fa il Berlusca quando etichetta qualunque persona che non condivida le sue idee, come “Comunista”. Allora dovrei ridere quando sento dire a Silvio che i Comunisti si mangiavano i bambini? E dei lettori chi si preoccupa? di chi ascolta? di chi vuole informarsi seriamente ?
    Io fondamentalmente nella mia umiltà mi sento un grande ignorante, ma non si può mischiare la satira all’informazione vera. Forse uno spazietto a parte garantirebbe meno confusione e la pluralità di pensiero.

  24. No, non è giusto scagliarsi così contro Little-Christmas Russian ToSow. Voglio dire, se nell’universo anche la tenia, anche il mago Othelma hanno una loro collocazione, perché non Little-Christmas? Ci sarà anche per lui un luogo ideale, un posto perfetto, un intero paese osannante. Ecco, individuiamolo, questo paese. E poi mandiamocelo.

  25. Lo spazio a NSR lo ha dato già Sabelli Fioretti (che comunque si scrosta la merda che l’ex concorente di Scotti gli spruzza quotidianamente in volto). Echeccazzo, mò in nome del progressismo riformista ognuno deve dare lo spazio a Naftalino? E badate che ogni tanto me lo vado a leggere, perchè già mi manca, il mio Soviero.
    p.s. Carnevalino, sei geniale!

Rispondi