Bossi capolista alle Europee,
Maradona cittì del Napoli

Il leader della Lega migliora lentamente: ancora non riconosce i familiari, ma è già in grado di insultare gli alleati di governo. Pronto lo slogan della campagna elettorale: “Coma ladrone, il Bossi sta benone”. Calderoli mette a tacere i medici che avevano ordinato al senatur il riposo assoluto: “Appunto: si sa che i deputati europei non fanno un cazzo”. Ma i padani non sono gli unici ad affidare a un malato grave le speranze di vittoria: già pronto sul capezzale di Maradona il contratto per allenare i biancazzurri. “E’ l’uomo giusto per la squadra – dicono i tifosi -, entrambi devono lottare per rimanere in zona salvezza”. Scagionata la cocaina per l’infarto che ha colpito il Pibe de oro: stavolta Diego deve aver sniffato colesterolo.

(Visited 3 times, 1 visits today)

12 Comments

  1. Bell’articolo, non c’e’ che dire.
    Avrei proprio voluto scriverlo io. No, non dite che poi avrei vomitato.

    Congratulazioni signora Lia e avanti così.
    A casa tutti bene?
    I miei rispetti.

    NRS, questa è satira non la tua!

  2. no, ma adesso seriamente… lo dico da profondo estimatore: che è successo alla celi ultimamente che davvero non fa ridere neanche per un cazzo?

  3. Cazzo! Ma c’è ancora De Michelis in giro? Hanno la faccia come il culo!!! Lia perché non ci regali una chicca anche su queste mummie del passato?

  4. È sarcasmo e il sarcasmo non fa ridere, la sitauazione non fa ridere, ma il post dovrebbe fare pensare. Non vorrei sembrare stronzo, ma dovreste rendetevi conto che il vostro capolista attualmente non è all’altezza. A quel che pare anche voi. Solo con un pizzico di ironia: auguri a tutti di pronta guarigione (per Umberto di cuore)
    Eisen

  5. ……………………e per finire: bello!!! complimenti Lia, sarcasmo secco e anche sfacciato.

  6. E’ il trend del momento, non vi è dubbio: fa ridere, non fa ridere, e quanto…
    Uno ride e riesce a digerire meglio gli incubi di una realtà che umilia la satira; uno non ride e non riesce a farsene una ragione, a quanto pare…
    Fortuna che tutto questo trambusto non impedisce alla Celi di continuare a scrivere quello che scrive sempre come lo ha sempre scritto…

Rispondi