Braccia tornate all’agricoltura

La FattoriaLe voci riguardo a questo dettaglio sono discordanti: secondo alcuni telespettatori la prima puntata del nuovo reality show “La Fattoria” sarebbe terminata intorno all’una di notte; altri sostengono di aver avuto l’impressione che alle 6 di questa mattina la Bignardi fosse ancora in onda.
Nel frattempo a Mediaset gongolano per la buona riuscita del programma, pur con qualche perplessità: “E’ stata una faticaccia – sostiene un dirigente – riuscire a trovare altri quattordici che non si fossero già fatti morire di fame o seppellire di scarafaggi; senza considerare le diatribe tra la conduttrice e gli inviati; la quantità di scotch biadesivo che è servita per fissare alle tette la scollatura della Bignardi; i sopralluoghi che si sono resi necessari per scegliere la location; le cinquanta persone che hanno lavorato a tempo pieno per restaurare la fattoria in tempo per la messa in onda. Tutto questo casino solo per spezzare il ritmo e interrompere, di tanto in tanto, la pubblicità”.

Il reality campagnolo, che aspira a bissare l’inaspettato successo dell'”Isola dei Famosi“, ha avuto una partenza lenta riuscendo però ad accelerare in discesa e garantendo al telespettatore, man mano che le ore passavano, momenti realmente godibili. Daria Bignardi ha raggiunto l’obiettivo di spiazzare l’audience mantenendo il più assoluto riserbo sui dettagli dello show, sostituendo in corsa l’inviato Alessandro Cecchi Paone (che, in una gara di simpatia indetta dalla troupe, si era classificato appena dopo il maiale) con l’eterno rimpiazzo Daniele Bossari e annunciando ospiti a sorpresa. Parecchi telespettatori, saputo che il figlio della Parietti sarebbe stato in gara, sono stati tratti in inganno dalle voci che assicuravano la presenza in studio della madre, ma hanno dovuto attendere la fine della tramissione per riuscire – nel vero senso della parola – a vedere l’Alba.

Come in tutta la “real tv” che si rispetti, anche “La Fattoria” ha dovuto fare i conti con non pochi inconvenienti tecnici dovuti alla diretta, la maggior parte dei quali imputabili all’audio. L’ex pornostar Selen, ad esempio, al momento della “nominatio” ha avuto difficoltà a sentire le parole della conduttrice in studio. Daria Bignardi, suggerendole “infilati l’auricolare”, ha decretato l’ingresso del proprio reality nella storia della tv trasmettendo una scena assolutamente indedita: la prima volta che Selen non riesce ad infilarsi qualcosa.

(Visited 6 times, 1 visits today)

7 Comments

  1. Questa passione del Neri per i reality show è uno dei grandi misteri per chi lo segue e lo apprezza..

  2. x3n0n: il tuo commento sarà cancellato fino a quando non inserirai una e-mail reale, come da regolamento. Una volta fatto questo, le interessantissime cose che hai da dire (non abbastanza interessanti da richiedere la creazione di un blog tutto tuo, a quanto pare) rimarranno qui ad imperitura memoria.

  3. Evviva, la Bignardi ci mancava proprio. Chi mi spiega perchè nella pubblicità de “La Fattoria” sembra sotto l’effetto di qualche stupefacente?

    Io ho provato a guardare il reality, e sono resistito alla prima mezz’ora…quindi ho perso i sensi e mi sono ritrovato alle 5 del mattino nel letto, con il telecomando in mano e la tv in stand by :-\

  4. Evviva, la Bignardi ci mancava proprio. Chi mi spiega perchè nella pubblicità de “La Fattoria” sembra sotto l’effetto di qualche stupefacente?

    Io ho provato a guardare il reality, e sono resistito alla prima mezz’ora…quindi ho perso i sensi e mi sono ritrovato alle 5 del mattino nel letto, con il telecomando in mano e la tv in stand by :-\

  5. concordo con Zephyr,
    Neri ho sempre invidiato il tuo lavoro, ma da quando ti costringono ad appassionarti ai reality show anche la mia scrivania sembra migliore

    grazie davvero

  6. Peccato che non sia girato un reality show nei paesi Campani sommersi dalla monnezza.
    Problemi ambientali,sociali e di sopravvivenza non avrebbero richiesto sceneggiatori, e la camorra poteva funzionare come immaginario “padrone di casa”.
    Un decoder olfattivo offerto a modico prezzo averebbe garantito ascolti altissimi !

Rispondi