Una cosa di sinistra. O del lobo sinistro. Whatever.

L’idea di Fassino – mi pare di capire – è che se l’ONU fa una bella risoluzione nuova di pacca e gli Americani le trasferiscono i poteri dopo nessuno sparerà più ai nostri bersaglieri. E’ bello sapere che c’è un uomo candido alla guida dell’opposizione. Però fa anche un po’ paura. No?

(Visited 17 times, 1 visits today)

21 Comments

  1. Il fatto è che siamo nella merda fino al collo …
    Siamo andati lì coi fanti e coi pennacchi. Adesso pare che le cose stiano precipitando. I nostri hanno fatto almeno 15 vittime tra i “manifestanti”.
    Siamo compromessi: non dovevamo metterci piede in quella pentola a pressione, ma ormai ci siamo ed abbiamo addirittura freddato un po’ dei loro.
    A questo punto, mi chiedo, sarebbe sufficiente semplicemente ritirarci per tirarci fuori dai casini?

  2. Tra l’altro giova ripetere fino alla noia che la risoluzione ONU c’e’gia’. Quando si invoca l’Onu a vanvera le cose sono due: o si fa finta di non capire (e allora si cerca di fare i furbi, sperando nella stupdita’ delle persone) o non si capisce veramente, e allora la cosa e’ piu’ grave, visto che questi signori si candidano a governarci.

  3. Feccianera, quelli che tu chiami manifestanti hanno sparato addosso al nostro contingente nei pressi di questo cavolo di ponte. Non e’ che fossero li’ a chiedere piu’ democrazia e piu’ liberta’.

  4. ma caro freccianera il piero mica propone di ritirarsi. propone di mettersi in testa un casco azzurro come quello di Barrichello e restare lì, sotto l’egida dell’ONU. come se a Sadr gliene fregasse qualcosa del cappello che abbiamo in testa e dell’egida sotto la quale stiamo. a proposito: qualcuno sa esattamente che cazzo è un egida? così eh, per cultura personale.

  5. Non avevo notato le virgolette.

    Egida una bella fava. L’egida dell’Onu non ha evitato un massacro che sia uno in nella ex yugoslavia. E tra l’altro, per restare in tema, che grandi successi l’onu puo’ vantare nell’amministrare zone come il Kosovo? Vogliamo parlare del recente bagno di sangue ad opera dei “poveri” albanesi contro gli “infami” serbi?

  6. confermo dal kosovo quel che ha appena detto michele: la risoluzione ONU 1244 è carta straccia: mai applicata. massacri invariati; fondamentalisti islamici UCK ancora attivi = 1200 morti sotto egida ONU, tutti civili, 240.000 rifugiati e pogrom recente (antiserbo, antirom e antisemita). 30.000 soldati in missione (5 anni) assolutamente inutili, anche a detta del “nostro” generale fabio mini (si veda “la guerra dopo la guerra”, edizione einaudi, in cui un generale NATO, non un pericoloso comunista, spiega perché le guerre americane dal ’91 a oggi sono tutte sbagliate e dannose). berlusconi ha prodotto l’iraq, d’alema ha prodotto il kosovo: due criminali di guerra che ci metteranno sempre più nei casini se si accaniscono a giocare con i soldatini di piombo. e agli islamici (che molti difendono solo perché non li hanno in salotto a tagliar gole: io vedo teste tagliate da 10 anni, grazie agli islamici nei balcani) le guerre fanno solo comodo: gli imperi, del terrore o delle lobbies, agiscono sempre di concerto. concludo approfittando del post del mio caro livefast per dire che la fallaci prima di stroncarla bisognerebbe leggerla: i pregiudizi una volta erano l’arma degli idioti di destra, adesso sono diventati programmatici anche a sinistra. che bel progresso…

  7. L’ONU conta meno di me.
    Fino a quando il sistema sarà quello del consiglio di sicurezza, il veto, ora di uno ora di un altro, continuerà a fare dell’ONU una sorta di associazione di vecchie filantrope in menopausa. La delegittimazione però ha assunto dimensioni ciclopiche con questa bravata dell’IRAQ (a proposito, pare che busio e blerio avessero già deciso tutto solo alcuni giorni dopo le torri). Gli equilibri mondiali non passano per l’ONU, dobbiamo mettercelo in testa, se vogliamo davvero giocare un ruolo decisivo dobbiamo agire di concerto come EUROPA, altrimenti la politica internazionale continueranno a farla i petrolieri cogli stivali e gli emiri coi cammelli. Io sarei per il ritiro, ma solo per favorire un ingresso sulla scena mediorientale dell’EUROPA come soggetto politico che agisce unitariamente. La triste vicenda del “mandato di cattura europeo” tuttavia mi fa molto pessimista al riguardo.

  8. Dopo quello che ha detto a Domenica in sulla fecondazione assistita, sono convinta che la guida dell’opposizione bisogna darla a Monica Bellucci. Più lucida di Fassino e Rutelli messi insieme.

  9. Io una soluzione l’avrei. Inpennacchiamo la “Fallace” e spediamola li. Poi aspettiamo gli eventi. [si si, ho capito, mi tolgo il naso rosso e la trombetta!]

  10. Babsi ma che cazzo dici???
    “io vedo teste tagliate da 10 anni, grazie agli islamici nei balcani”…stai scherzando vero?
    Sai qualcosa della guerra di Bosnia o lanci sassolini sulla tastiera e poi posti quello che viene fuori così, a caso?
    Due nomi, solo due nomi: Sarajevo e Srebrenica. Migliaia di “islamici” a cui la gola è stata tagliata da un branco di criminali che a noi dicevano di essere la barriera dell’Occidente e della cristianità contro “l’Islam alle porte”.
    Lo stesso alibi di Putin in Cecenia. Lo stesso alibi di Karimov in Uzbekistan, di Rahmonov in tajikistan.
    Se dieci anni fa non abbiamo fatto un cazzo per salvare Sarajevo, città simbolo della tolleranza e della multiculturalità è stato soprattutto perchè abbiamo creduto a questa propaganda per gonzi.
    Io non ci credo più.

  11. giapakdavide, “che cosa dico” lo dico da anni: io di balcani mi occupo per mestiere. chi sono è pubblico, quindi informati. non distribuisco CV per hobby né su richiesta, non è mia abitudine. quello che dico è: srebrenica, benissimo, studiati il caso naser oric ed i libercoli di grande islamismo di izetbegovic, che la “tua” srebrenica la vendette all’ONU; sarajevo, benissimo: una città relativamente multietnica distrutta dall’intolleranza islamica, poi degenerata in una guerra di merda (come tutte le guerre, del resto: sorpreso? i serbi assediavano? benissimo. i mujaheddins invece sparavano garofani?). vai a sarajevo adesso e giudica con la tua testa chi ha vinto, quale idea (o barbarie?) ha prevalso e a danno di chi. infine, UCK, UCMPB, kosovo: ne sai qualcosa? sai nulla del rapporto bodansky? sai nulla di un certo osama bin laden a cui la bosnia nel ’93 garantì l’immunità diplomatica? sai nulla di zenica? di un certo agim ceku che lavorava e lavora per l’MPRI e comanda il TMK? leggiti sandro provvisionato, leggiti i rapporti OSCE e amnesty international sul kosovo del ’98 e del 2000. e lewggiti pure mini, il generale. se è di questo che ti interessa discutere, una volta che li hai letti puoi scrivermi e sono disponibilissima a un confronto, anche sulla risoluzione 1244. se invece vuoi solo stracciarti le vesti per “la povera sarajevo” senza sapere cosa accade a sarajevo (c’eri? eri a srebrenica, eri a vukovar? ci hai vissuto? parli il serbocroato? sei sicuro di sapere che sarajevo fosse una città “tollerante”?), continua pure da solo. non sei il primo e non sarai l’ultimo. e se credi che questa “propaganda per gonzi” sia frutto di seselj o di (santo cielo) putin, hai preso un granchio. è frutto dell’ottimo lavoro della CIA. e della volontà di separare i tuoi buoni (islamici) dagli altrui cattivi (serbi, americani, italiani, russi itd). come alle scuole elementari. perché un mondo diviso in buoni e cattivi è più facile da comprendere. e allora buona comprensione. auguri.

  12. Dal commento precedente non riesco a capire se emerga più la boria, la tendenza a mistificare le opinioni altrui o la riproduzione esponenziale di luoghi comuni…mah…

  13. giapak, dopo averti risposto ho dato un’occhiata al tuo blog; vedo che sei un lettore di honig&both, quindi è facilissimo dedurre quanto le tue posizioni e le mie siano inconciliabili, almeno su srebrenica. per esperienza so che è bene evitare di insistere, quindi non considerarmi sgarbata se eviterò di risponderti su macchianera: non è decisamente il caso, io mi occupo di jugoslavia in modo un po’ più serio della media, e ho decisamente sbagliato ad intervenire oggi (sollecitata da “amici” che volevano ch’io dicessi 3 parole sulla risoluzione 1244) ché non ci sarebbe né il modo né il tempo per approfondire la questione come andrebbe approfondita. io lo faccio da anni altrove, quindi sei libero di leggermi e di riscrivermi in pvt se hai qualcosa da dire (magari evitando i “chi cazzo sei”, se ti occupi di srebrenica chi sono dovresti saperlo:) oppure, facciamo così: tu tieniti le tue “vittime” e io mi tengo le mie “vittime”. io le mie le conosco molto, molto bene; paradossalmente conosco bene pure le “tue”. non so tu quanto conosca le une e le altre, di vittime. so solo che 10 anni di esperienze mi dicono che fra le nostre parti il dialogo è decisamente interdetto. e comincio a credere che sia meglio così. tanto all’aja non ci incontreremo, a jugoslavije vise nema (pa gde je bila?:)

  14. Chiedo scusa per l’utilizzo “privatistico” che sto facendo dei commenti ma vorrei dire a babsi sono d’accordo sul fatto “ché non ci sarebbe né il modo né il tempo per approfondire la questione come andrebbe approfondita”. Aggiungo che mi interesserebbe molto leggerlo ma i link in calce al commento non mi portano da nessuna parte

  15. per forza non porta da nessuna parte il link, ha messo htpp anziche’ http…

  16. non entro nel merito specifico del commento ma ho una curiosità: ma fin’ora non erano quelli dell’uck i “buoni”? ah già, ora i buoni siamo noi alfieri della cristianità

Rispondi