1 Comment

  1. Credo che a prescindere da tutti i sondaggi e le ricerche di mercato che si possano fare ed interpretare, alla fine il responso lo darà come sempre il mercato che ha già bocciato progetti di informazione on line a pagamento e premia un sito come Repubblica.it che fornisce un ottimo servizio gratuito (anche Rep. ci aveva provato, in verità). E’ chiaro che i maggiori interessati (gli editori) ti buttino fuori il responso che gli aggrada, ma probabilmente loro sono i primi a non crederci. Aria fritta.

Rispondi