Castelli in aria

Ficarra e PiconeFicarra e Picone, a Zelig:

Ma se a saltare era l’uomo e non il ministro, posso mandare affanculo l’uomo senza essere querelato dal ministro?

Roberto Castelli, ministro della giustizia, dopo aver denunciato Zelig:

Durante una manifestazione pacifica e democratica i ragazzi mi hanno invitato a saltare con loro, un invito che ho accettato. Se poi, prima o dopo la mia partecipazione, sono state gridate frasi poco gradite a qualcuno, cio’ non ha nulla a che vedere con il mio intervento. Nella mia carriera politica non ho mai offeso nessuno, ma nonostante questo sono oggetto di continui attacchi. Sappiano la sinistra e gli amici di Sofri che non mi faro’ intimidire, portando avanti con sempre maggiore determinazione le mie battaglie basate sul contratto con gli italiani.

Ora, senza nulla togliere a quelli di Zelig, io trovo esilarante soprattutto la battuta di Castelli: che copioni di spettacoli di cabaret, vignette, editoriali, proposte di legge, referendum e, chissà, financo le nomination del Grande Fratello e la colonna vincente della schedina abbiano origine dalle trame tessute presso un’oscura cella del carcere di Pisa.

A questo punto urge che qualcuno si offra volontario pier spiegare a Giuliano Ferrara che Ficarra e Picone, Gabriele Cirilli e i Pali e Dispari sono diventati compagni di lotta.

(Visited 20 times, 1 visits today)

11 Comments

  1. Ficarra e Picone sono dei comici? Zelig fa ridere?
    Castelli è un ministro? bà!

  2. mentre loro lo dicevano, io lo pensavo… ma proprio la stessa battuta, eh! la questione e’: Castelli mi puo’ denunciare? Sono terrorizzato.

  3. Castelli è Castelli … e vabbè. Ma mandare a affanculo qualcuno è satira graffiante? Mah …
    Tante cose

  4. Hai ragione GN, i comici veri sono quelli, i politici. Costruire battute su di loro è come disegnare usando la carta carbone: troppo facile. Tanto che può farlo chiunque.

  5. andreotti, craxi, de mita ecc. ecc. sono stati presi per il culo (con offese più o meno velate) da tutti i più grandi comici-satirici italiani e non si è mai sentito di querele e denunce.
    che ficarra e picone non siano la reincarnazione di totò e peppino è chiaro ma che un minitro della repubblica se la prenda così tanto…beh….o c’è coda di paglia o proprio di oglione si parla!

  6. andreotti, craxi, de mita ecc. ecc. sono stati presi per il culo (con offese più o meno velate) da tutti i più grandi comici-satirici italiani e non si è mai sentito di querele e denunce.
    che ficarra e picone non siano la reincarnazione di totò e peppino è chiaro ma che un minitro della repubblica se la prenda così tanto…beh….o c’è coda di paglia o proprio di oglione si parla!

  7. Andreotti, Craxi, De Mita ecc. ecc. sono stati presi per il culo (con offese più o meno velate) da tutti i più grandi comici-satirici italiani e non si è mai sentito di querele e denunce.
    Che Ficarra e Picone non siano la reincarnazione di Totò e Peppino è chiaro ma che un minitro della repuBBlica se la prenda così tanto…beh….o c’è coda di paglia o proprio di coglione si parla!

  8. ma se mandiamo affanculo chi ci taglia la strada in macchina !! figuriamoci di un Ministro ITALIANO, che odia l’Italia e salta come un grillo (alle cifre che percepisce dallo Stato Italiano mica da quello fortunatamente inesistente Padano)

  9. Castelli è lo scemo del villaggio parlamentare. Anche la più sfrenata fantasia di uno scrittore tossicodipendente non avrebbe potuto prevedere un simile idiota. O tempora! O Berluscones! (io credo che gente come bondi e schifani facciano ridere anche i più fedeli pompinari di B.)

Rispondi