I minorenni, le discoteche e trecento scimmie

Dunque il go-go-go-governo ha finalmente deciso di affrontare uno dei principali problemi del Paese: le Stragi del Sabato Sera. Per far contenti sia i genitori preoccupati (gli elettori di oggi) che i ragazzini danzanti (gli elettori di domani) ha concepito un provvedimento che prevede che i minori vengano espulsi dai locali da ballo all’una di notte ma che, attenzione , possano accedervi a metà prezzo.

La soluzione è geniale: il ragazzino spende di meno per entrare ed ha dunque più danari da investire in ecstasy. Poi verso l’una di notte – quando l’effetto della sostanza è al suo culmine – sale sul motorino per andrsene a casa e presumibilmente si sfracella.

La mia fiducia in questi del centrodestra cresce ogni giorno, lo giuro. Hanno addosso una tale smania di fare contenti tutti che prima o poi finiranno di sicuro per fare una legge che mi piace, sia pure per sbaglio.

Chissà dove le tengono le trecento scimmie che battono a macchina i decreti.

(Visited 24 times, 1 visits today)

26 Comments

  1. Io non frequento le discoteche, ma da quello che so è relativamente facile procurarsi lo “sballo”, che siano pasticche, roba da fumare, da sniffare o altro.

    Allora si eviti di proporre limiti assurdi, perchè chiudere la discoteca o abbassare drasticamente la musica — che poi è lo stesso — all’una quando magari la gente è arrivata lì un’ora prima è assurdo; anzi, fa anche rodere il culo dal momento che si paga non poco per entrare.

    Si intensifichino invece i controlli su chi spaccia quella merda dentro e fuori le discoteche. E quelli che vengono pescati siano condannati a pene SEVERE, insieme ai gestori dei locali eventualmente conniventi (perchè sono convinto che se gli spacciatori girano liberamente in quei luoghi non è un caso).

    E poi si abolisca la vendita di superalcolici all’interno, e si facciano più controlli con pattuglie della polizia stradale dotate di etilometro.

    Certo, probabilmente non verranno eliminate le cosiddette stragi del sabato sera, ma forse si piangerà un numero minore di vittime.

  2. Santo cielo, Cavaliere Pallido, come condivido.
    E la Nutella: quella schifezza marrone che sembra diarrea congelata, non la vogliamo ritirare una volta per tutte dagli scaffali dei supermercati? E quel “Manifesto”: giornalaccio blasfemo covo di comunisti nostalgici (che è persino esagerato chiarlo giornale), non trovi che starebbe meglio in discarica piuttosto che in edicola?
    Ed i carciofi: cazzo, da quando mia madre mi obbligava a mangiarli, 35 anni fa, li ho presi in culo. Perchè non obblighiamo gli agricoltori a convertire le coltivazioni di carciofi in campi di papaveri?

    E poi, caro Cavaliere Pallido, permetti ancora una parola: ma ‘sta “Casa” qui non era quella delle Libertà? E allora che è tutta ‘sta smania di vietare, vietare, vietare. Spiegate sù.

  3. Scusa, Tommaso, ma non capisco questa ironia. Per quanto non condivida l’idea di Cavaliere Pallido di proibire la vendita dei superalcolici, non capisco questo astio.

    Non credo che ci siano soluzioni standard per risolvere i problemi legati alle stragi del sabato sera: pero’ credo che la vera svolta dovrebbe venire dai frequentatori delle discoteche, senza obblighi: prima di tutto, perche’ cavolo non “fa figo” andare in discoteca prima dell’una???? Perche’ uno non puo’ andarsene in discoteca alle 23, senza doversi sentire uno sfigato? Mi pare che la stessa problematica sia stata giustamente sollevata da Briatore…

  4. La soluzione radicale sarà quella che il Presidente Berlusconi lancerà tra un anno circa quando sarà disperato per non riuscire a mettere toppe al bliancio dello Stato, avrà finito i condoni e aumentato tutte le tasse locali, oltre ad aver raddoppiato il prezzo delle sigarette per l’ennesima volta.
    Verranno istituite delle immense case chiuse per tutti gli italiani ottenendo: a) fine delle stragi del Sabato sera che i giovani italiani passeranno nei postriboli; b) fortissimi introiti pari al SuperEnalotto grazie all’Iva sulle prestazioni che salveranno il bilancio statale; c) contentezza di tutti gli italiani over60 e 70 che si sentiranno di nuovo ai loro vecchi tempi, non avranno più problemi di questo tipo e voteranno in massa il Cavaliere.
    Se il Vaticano protesterà ci penserà Bossi a minacciare l’abolizione dell’8 per mille.

  5. Ma se mi pianto contro un platano dopo una serata passata in un ristorante in cui ho alzato il gomito la soluzione quale è? Seguendo la linea del governo sarà che dopo le 10 non si potrà più mangiare fuori, e nei ristoranti quando sei a metà del secondo non ti serviranno più bevande alcoliche e quelle sul tavolo verranno portate via. Addio ammazzacaffè. Geniali queste soluzioni. E le birrerie? E i bar aperti tutta le notte? Chiudiamoli tutti.

  6. E io voglio vederli i buttafuori delle discoteche che all’una meno cinque fanno il giro del locale stracolmo controllando i documenti ai ragazzini sballati e, nel caso, li buttano fuori… ha ha ha.

  7. trovato il business:Falsificazione di documenti per diciassettenni. E così diamo un’altra bella sferzata all’economia

  8. provo a rispondere un po’ a tutti: sulla illiberalità del go-go-go-governo teoricamente più liberale della storia della Repubblica ho scritto un posticino a casa mia: http://benzina.me.uk/blog20040301.html#perma651

    Sulla demenzialità del provvedimento, sulla sua sostanziale inapplicabilità, sul fatto che il Governo (che *nessun* Governo) dovrebbe sostitursi alle famiglie nell’educazione dei figli cosa volete che vi dica? sono d’accordo.

    la verità, per quanto triste, è che questo provvedimento (come altri: droghe leggere, fecondazione, prostituzione) ha alla propria base non già l’intento di tutelare un interesse ma la SPERANZA di accaparrarsi voti.

    se i suoi estensori abbiano torto o ragione nelle loro supposizioni si vedrà a giugno 2006 immagino.

    quello che *temo* è che *abbiano* ragione. anzi io *lo so* che hanno reagione.

    e che cosa poso fare io per impedire agli Italiani di essere il larghissima maggioranza una combriccola di deficienti?

    *nulla*. questo è triste no?

  9. L’ironia sembra fuori luogo anche a me. E’ evidente che se uno vuole si ubriaca prima di andare in discoteca (o dopo), come è ovvio che se pure si riuscisse a far sparire tutti gli spacciatori dalle discoteche, nulla impedirebbe ai frequentatori di tali locali che vogliono sballarsi di procurarsi il necessario altrove.

    Come diceva Michele Armani, non esiste una soluzione standard, infatti ho precisato che non pensavo che facendo quanto ho scritto si sarebbe risolto il problema.

    Però in mancanza di una soluzione definitiva si può comunque provare a limitare i danni. Il che a mio avviso vuol dire necessariamente imporre maggiori controlli e minor tolleranza. Perchè se aspettiamo che siano gli “sballati” a capire che i loro comportamento mette in pericolo la loro vita e (soprattutto, anche) quella altrui, temo che le cose non cambieranno di una virgola.

  10. ma consideriamo anche l’ipotesi che chi “si sballa” possa farlo in maniera responsabile no? magari un cambio di prospettiva gioverebbe alla discussione. oppure mettiamo fuori legge una volta per tutte l’alcool e buona notte al secchio. l’ammazzacaffè sì e la pasticca d’ecstasy no? why?

  11. Ma come si fa sballarsi in maniera responsabile ?!?
    Tralasciando questo interrogativo … e tralasciando
    anche quest’altro “l’ammazzacaffè sì e la pasticca d’ecstasy no? why?” (Livefast smettila con questa roba .. guarda che risultati..)
    Quale è il problema da risolvere ? La poca sicurezza stradale della gente che ha abusato di alcol e sostanze psicotiche ?
    Siamo tutti daccordo che spostare l’orario di chiusura delle discoteche sia inutile.
    Per me il problema non è nelle discoteche.. se uno vuole farsi del male lo faccia pure.
    Il problema nasce se poi tu puoi fare male a qualcun’altro.
    Secondo me bisognerebbe
    – inasprire le pene per la guida in stato di ebbrezza (di molto)
    – Facilitare con sconti e promozioni la figura del guidatore del gruppo, quello che ha la responsabilità di riportare a casa gli altri, restando per una sera sobrio.
    – Avere più posti di controllo sulle strade.

    Secondo me il governo ne ha di meno di trecento di scimmie..

  12. non mi pare di aver etto che *io* ne faccio uso. ho detto soltanto che c’è una sostanza perfettamente legale con la quale ci si può ridurre in stati del tutto simili a quelli in cui ci si riduce con quelle illegali. poi se la contraddizione in tutto ciò la colgo solo io che posso dirti? sarà che sono strano…

    ma le sostanze “psicotiche”… lì mi è venuto da ridere, perdonami :-)

  13. Allora: chiudere prima i locali non eviterà le stragi ma semplicemente ne anticiperà l’orario. Mettersi a fare i proibizioisti anche sugli alcolici servirebbe solo ad aumentare l’appeal e il desiderio nei confronti dell’alcool ( di fronte a un divieto il desiderio aumenta). Una soluzione che forse potrebbe migliorare la situazione sarebbe quella del guidatore del gruppo, selezionato all’ingresso e a cui non si vende alcool. E poi più controlli con etilometro da parte della polizia già nei parcheggi fuori dai locali.Il tutto accompagnato da vere campagne comunicative ad impatto come quella che fu fatta in Francia dove all’ingresso delle autostrade e dei locali venivano affissi manifesti con le immagini degli incidenti mortali.

  14. La frase “smettila con questa roba .. guarda che risultati..” era una battuta :-)
    Ma non puoi accomunare Ecstasy e alcol …
    Mentre l’ecstasy è concepito solo per uno scopo e ha effetti secondari negativi a qualsiasi dosaggio, l’alcol fa parte di bevande che non hanno lo scopo di far “sballare” ma , come tutte le cose, dannoso se se ne abusa.(con un chilo di prezzemolo ci lasci le penne …)
    Far passare l’ecstasy come l’alcol genera nelle persone la falsa associazione divertimento=alcol=ecstasy

  15. Ma avete visto il commento della Cucinotta?
    “Favorevole, meno tempo per ballare e più tempo per amoreggiare”….”così aumenterà la natalità….”

    ………siamo a posto!!!!!!!! Va bene evitare le stragi del sabato sera, ma anche auspicare un aumento delle gravidanze nel popolo dei ventenni…aiuto!!!

  16. Buffa sta cosa!
    Leggo gia’ il titolo di qualche blog: Stragi del sabato sera … J.Travolta … continua ad indossare il suo mitico vecchio abito bianco e … va in bianco!! Finite le stragi … di cuori! Debellato il pericolo per le famiglie!! Mah! Forse si parlava d’altro non so, ma odio la discoteca !!!! :)

  17. cavaliere: io ieri sera ho bevuto un ottimo amarone a cena. non l’ho bevuto *per* ubriacarmi, però *ero* ubriaco…

  18. Concordo con un post precedente:
    l’unica soluzione
    (a molti antipatica,ma sicuramente giusta)
    e’ aumentare il controllo sulle strade.
    Inasprire le pene .
    Alzando chiaramente il livello di alcool
    per cui si puo’ essere perseguiti
    (che non venga levata la patente se uno
    a bevuto una birra o due bicchieri al ristorante!)
    In alcuni paesi stranieri i giovani si organizzano
    tra loro : in caso di festicciole uno che guida e non beve si trova! (…poveraccio :-)))

  19. Secondo recenti statistiche, un piccola percentuale degli incidenti totali e’ causata dall’assunzione di droghe. Una percentuale pari circa al 33% avviene per abuso di alcol.

    Questo significa che solo il 33% degli incidenti e’ dovuto all’alcol ed il resto sono persone sobrie!
    Quindi conviene guidare ubriachi…

    Ecco come risanare il debito pubblico. Si elimina il pubblico e sparisce il debito.

    ciao

  20. … e provare a far passare altri valori che non siano la discoteca, lo sballo da balle varie ecc?
    Troppo difficile!ki la cambia più questa società?

  21. BUON GIORNO
    SONO UN RAGAZZO DI 17 ANNI CHE COME TUTTI I MIEI COETANEI VUOLE RECARSI LA DOMENICA SERA IN UNA DELLE DISCOTECHE PIU BELLE DI MILANO CHIAMATE CAFFE SOLAIRE.
    MI CHIEDO COME MINORENNE (NATO NEL 1987), POSSO RECARMI A BALLARE DALLE 8.30 ALLE 3 ACCOMPAGNATO DA MIEI AMICI MAGGIORENNE???? QUESTI SONO D’ACCORDO NELL’ASSUMERE LA RESPONSABILITA’ DEL FATTO CHE IO SIA MINORENNE…
    SPETTO UNA VOSTRA SE POSSIBILE VI PREGO VELOCE RISPOSTA.
    CORDIALI SALUTI
    BALZANO MARCO

  22. bene…navigando in giro per la rete mi è capitato questo topic e cosiderandomi abbastanza “pratica” delle discoteche vi spiegherò come funziona il meccanismo:
    -si parte da casa con uno specifico mezzo(treno-pullman-auto-talvolta motorino)e si giunge alla meta prefissa;
    -la maggior parte dei giovani è solita prendersi la pre-sbronza o pre-strombata…ciò consiste nel bere o prima di partire con macchina oppure addirittura ubriacarsi in treno( e posso dirvi, dato che l’ho visto con i miei occhi, che c’è gente che butta le bottiglie DI VETRO dalle stazioni per non incorrere in multe da parte dei controllori);
    -arrivati a destinazione(abbastanza alticci) si utilizza il primo drink di solito compreso nel prezzo del biglietto(naturalmente buttandolo giù come la vodka in russia);
    -successivamente si tira fuori dalla giacca il cannone già rollato o la boccetta di popper.c’è chi per scampare a controlli di vario genere tiene il pezzo di fumo non scaldato in particolari orefizi che non vorrei descrivere(bleah…e poi se lo fumano pure) oppure chi intinge la sigaretta normale nel popper e aspira da lì;
    -a questo punto l’individuo non può più essere considerato sano ma probabilmente chi lo fa si sente tale e quindi continua a bere e a drogarsi(nonostante siano droghe leggere) fino allo stato semi-comatoso(e ne ho vista molta di gente messa male che si vomitava l’anima o che sveniva in mezzo alle piste)
    CONCLUSIONE:io sono una minorenne…in discoteca ci vado quasi tutti i sabati e solitamente abbastanza distante da casa mia….di gente messa male ne ho vista tanta ma sono sicura che anche con tutte le precauzioni possibili immaginabili non si riuscirebbe a sconfiggere questo problema…fortunatamente con le campagne pubblicitarie qualcuno si è responsabilizzato e magari evita di guidare in queste condizioni. lasciamo tutto com’è(tanto peggio di così)….

  23. MA NON è ILLEGALE CONVINCERE DELLE RAGAZZINE MINORENNI A VENDERE I BIGLIETTI DELLE DISCOTECHE?

Rispondi